AGLIE' - Amianto nello stabilimento Olivetti: Telecom condannata a risarcire un'altra famiglia

| Un'altra operaia Olivetti che muore per un mesotelioma. Un altro risarcimento per i famigliari a carico di Telecom Italia. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Ivrea, Luca Fadda, che la scorsa settimana ha condannato l'azienda

+ Miei preferiti
AGLIE - Amianto nello stabilimento Olivetti: Telecom condannata a risarcire unaltra famiglia
Un'altra operaia Olivetti che muore per un mesotelioma. Un altro risarcimento per i famigliari a carico di Telecom Italia. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Ivrea, Luca Fadda, che la scorsa settimana ha condannato il colosso delle telecomunicazioni a risarcire 350 mila euro di danni al marito di una operaia dell'Olivetti di Agliè. Telecom è stata coinvolta come responsabile civile per fatti datati nel tempo e antecedenti all'ingresso di Olivetti nel gruppo. In altri casi l'azienda ha raggiunto un accordo con le famiglie delle vittime.
 
Secondo il giudice, visti anche gli atti del processo di primo grado che si è celebrato a Ivrea e che si è concluso, a luglio, con la condanna di quasi tutti i vertici Olivetti, nel decesso della donna vi è una «responsabilità esclusiva in capo a Telecom». La sentenza riconosce un legame diretto tra l'esposizione alle fibre nocive presenti nei capannoni e il decesso della dipendente in questione, Giuditta B., residente con il marito in un piccolo Comune del Canavese, morta nel febbraio 2013. Così come hanno sostenuto i legali della famiglia, gli avvocati Enrico Scolari, Mario Benni e Ugo Capellaro, il decesso dell'operaia è stato causato «dall'esposizione a fibre di amianto nello stabilimento di Agliè, dove la donna ha lavorato come addetta alle linee di montaggio delle macchine da scrivere e delle fotocopiatrici tra il 1979 e il 1984». 
 
Circostanza, questa, rimarcata dal giudice del lavoro dal momento che, come ha sottolineato anche uno dei testimoni, «la allora Olivetti ha consentito l’ingresso di amianto contaminato in azienda fino al 1987». La documentazione prodotta nel corso del processo ha confermato una massiccia presenza di amianto ad Agliè come in altri stabilimenti Olivetti. Per questo tutti i lavoratori esposti alla polveri avrebbero dovuto utilizzare idonei mezzi di protezione personale che, invece, «non erano disponibili». 
Dove è successo
Cronaca
SALASSA - Drammatico incidente sulla pedemontana: cinque feriti e un pullman di bimbi coinvolto - VIDEO E FOTO
SALASSA - Drammatico incidente sulla pedemontana: cinque feriti e un pullman di bimbi coinvolto - VIDEO E FOTO
Poco prima del ponte sul torrente Orco un Ford Transit con 2 persone a bordo ha toccato un pullman di bambini che stavano rientrando da una gita ed č andato a sbattere contro una Peugeot e una Fiat Grande Punto
VOLPIANO - Comital addio: in tribunale a Ivrea arriva il fallimento
VOLPIANO - Comital addio: in tribunale a Ivrea arriva il fallimento
«La notizia di oggi apre scenari imprevisti e preoccupanti, ed č necessario avviare subito un confronto» dice la Pentenero
PROCESSO ROSBOCH - Caterina Abbattista in lacrime: «Non ho fatto del male a nessuno» - VIDEO
PROCESSO ROSBOCH - Caterina Abbattista in lacrime: «Non ho fatto del male a nessuno» - VIDEO
«Mi dispiace per quello che č successo ma io non ho fatto niente. Non ho truffato nessuno e non ho fatto del male a nessuno». Cosģ Caterina Abbattista, in lacrime, all'uscita dal Tribunale di Ivrea dopo la sentenza di primo grado
PROCESSO ROSBOCH - CATERINA ABBATTISTA ASSOLTA PER L'OMICIDIO DI GLORIA - VIDEO
PROCESSO ROSBOCH - CATERINA ABBATTISTA ASSOLTA PER L
La madre di Defilippi, al contrario del figlio e del complice che si sono fatti processare con rito abbreviato (e sono stati condannati a 30 e 19 anni), difesa dagli avvocati Levi e Zancan, ha deciso per il processo con rito ordinario
SALASSA - Incidente sulla Pedemontana: auto ribaltata nel fosso
SALASSA - Incidente sulla Pedemontana: auto ribaltata nel fosso
L'uomo alla guida č comunque uscito dal mezzo con le proprie gambe ed č stato medicato sul posto dal personale croce rossa
CERESOLE REALE - Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso si va «A piedi tra le nuvole» - FOTO
CERESOLE REALE - Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso si va «A piedi tra le nuvole» - FOTO
Con il progetto «A piedi tra le nuvole», il Parco Nazionale Gran Paradiso promuove da oltre 15 anni una mobilitą dolce, regolamentando il traffico automobilistico privato d’estate lungo la strada che conduce al Colle del Nivolet
IVREA - I laureandi a «lezione» dal Soccorso Alpino e Speleologico
IVREA - I laureandi a «lezione» dal Soccorso Alpino e Speleologico
Un seminario sulle modalitą tecniche e sanitarie di intervento per gli studenti del corso di Scienze Infermieristiche
RIVAROLO - 1520 chili di frutta e verdura per le famiglie in difficoltą
RIVAROLO - 1520 chili di frutta e verdura per le famiglie in difficoltą
I numeri del progetto «Pomodono», ideato dai giovani del Rotaract Cuorgnč e Canavese con la collaborazione degli ambulanti
CANAVESE - I computer vanno in tilt, centri dell'Asl To4 bloccati
CANAVESE - I computer vanno in tilt, centri dell
I lavori di un cantiere hanno causato un guasto alla fibra ottica che ha impedito il funzionamento dei sistemi informatici Asl
LEINI - Finisce fuori strada e muore: salvo il nipote in auto con lui
LEINI - Finisce fuori strada e muore: salvo il nipote in auto con lui
L'uomo era al volante della propria Fiat Punto quando, in via Volpiano, č improvvisamente uscito di strada. Inutili tutti i soccorsi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore