AGLIE' - IMBRATTATO IL CASTELLO CON SCRITTE NAZISTE

| Secondo raid dei vandali dopo la chiesa di San Gaudenzio - FOTO

+ Miei preferiti
AGLIE - IMBRATTATO IL CASTELLO CON SCRITTE NAZISTE
Dopo la chiesa di San Gaudenzio, imbrattata con scritte naziste la scorsa settimana, anche il muro delle scuderie del castello di Agliè. Non si fermano gli atti vandalici ai danni dei monumenti alladiesi. Ieri notte ignoti hanno disegnato svastiche e motti inneggianti a Hitler sui muri che si affacciano su piazza Molino. La tecnica sembra essere la stessa delle scritte della chiesa che ospita le spoglie del poeta Guido Gozzano. Solo che, in questo caso, i vandali hanno alzato il tiro e nel timore di poter essere fraintesi hanno scritto a caratteri cubitali «Heil Hitler».

Sulle scritte, segnalate poco fa da un gruppo di cittadini, sono in corso le indagini dei carabinieri di Agliè, che stanno cercando di capire quale sia il legame tra i due episodi. «Al momento – spiega il vicesindaco Alberto Rostagno – non sappiamo più se si tratti di una bravata, un dispetto o dell'azione di un gruppo. E nemmeno ne conosciamo le motivazioni. Purtroppo la zona non è coperta dalle telecamere ed anche nel caso ci fossero è sempre molto difficile risalire all'identità delle persone riprese».

Il Comune ha inviato i cantonieri a coprire le scritte anche se in questo caso sarà difficile eliminare quello che è stato impresso sulle mura della dimora sabauda. «Ovviamente come amministrazione condanniamo il gesto - aggiunge Rostagno - e siamo pronti a dare il nostro supporto alle forze dell'ordine affinchè riescano a mettere fine a questi episodi di pessimo gusto». 

---

Comunicato Comune di Agliè
 
Ieri pomeriggio, al termine del consiglio comunale dei ragazzi, alcuni cittadini hanno segnalato in Municipio la presenza di disegni con svastiche sui muri di Agliè.
A distanza di pochi giorni dal ritrovamento delle svastiche disegnate sui muri del parco giochi adiacente al cimitero, questo nuovo episodio diventa allarmante. Sono infatti state disegnate (in nero) due svastiche in Piazza Molini, sui muri della parte nord (quella secondaria e meno in vista) del Castello Ducale di Agliè.  
Se al primo episodio (di alcuni giorni fa)  non avevamo dato eccessiva importanza, etichettandolo come un gesto goliardico, una "ragazzata" o il gesto di un squilibrato, questo nuovo episodio impone ferma condanna.
A nome dell'amministrazione comunale alladiese esprimo condanna e sdegno per i fatti avvenuti con l'imbrattamento con l'emblema nazista, prima del muro adiacente al cimitero e poi del muro del Castello Ducale, simboli della memoria del nostro paese. Abbiamo segnalato il fatto all'autorità di polizia e abbiamo dato indicazione ai tecnici manutentori comunali di ripulire i muri imbrattati. 
L'amministrazione comunale di Agliè s'impegna ad adottare tutte le opportune iniziative utili ad identificare e a perseguire gli autori di tale irresponsabile gesto, offesa e oltraggio a tutti i cittadini alladiesi e canavesani che vivono seguendo l'insegnamento dei "Giusti". 
 
Alberto Rostagno vicesindaco di Agliè
Galleria fotografica
AGLIE - IMBRATTATO IL CASTELLO CON SCRITTE NAZISTE - immagine 1
AGLIE - IMBRATTATO IL CASTELLO CON SCRITTE NAZISTE - immagine 2
AGLIE - IMBRATTATO IL CASTELLO CON SCRITTE NAZISTE - immagine 3
Cronaca
PRASCORSANO - Gli auguri dei carabinieri per l'appuntato Quinto Buffo che oggi compie 104 anni
PRASCORSANO - Gli auguri dei carabinieri per l
Il Colonnello Emanuele De Santis ha portato al festeggiato il regalo e il messaggio augurale del generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, comandante generale dell’Arma. Buffo č il carabiniere in congedo piů anziano del Piemonte
VOLPIANO - Va dai carabinieri con un'auto appena rubata: arrestato
VOLPIANO - Va dai carabinieri con un
Sergio Andreotti, 68 anni, di nuovo nei guai. La scorsa settimana era stato denunciato dai carabinieri di San Giorgio Canavese
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
Secondo i carabinieri l'uomo era un vero e proprio professionista dell'elemosina ed č possibile che altri pensionati siano finiti nella sua rete estorsiva. Secondo gli accertamenti l'estorsione andava avanti dal 2011
VIDRACCO - Un convegno sull'alimentazione sana
VIDRACCO - Un convegno sull
In un periodo di grande attenzione al cibo, alla cucina e al corpo č importante avere informazioni chiare che permettono di fare scelte semplici e oculate
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
I due, il 29 luglio 2011, a seguito di una breve discussione aggredirono un passante per futili motivi. Condannati e arrestati
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
Niente trasferimento in Campania per un carabiniere di Caluso che č anche un consigliere comunale nel salernitano
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
Giancarlo Ricottini, agricoltore, sposato e padre di due figli, potrŕ quindi riunire la famiglia a bordo del mezzo in quel di Pieve Torina, provincia di Macerata. Una soluzione provvisoria (ma fondamentale) per ricominciare...
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
I carabinieri hanno fermato una guardia giurata di 40 anni residente a Torino. L'uomo avrebbe minacciato un collega e la famiglia
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
Durante l’escursione, a una quota di circa 2200 metri, intorno alle ore 12 l’uomo residente a Castellamonte ha improvvisamente avvertito un malore. All'arrivo dei soccorsi, perň, il suo cuore aveva giŕ smesso di battere
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
Durante un’escursione, a una quota 2200 metri vicino al rifugio Jervis, intorno alle 12, l’uomo residente a Castellamonte ma originario di Cuorgnč, ha improvvisamente avvertito un malore. Inutili tutti i soccorsi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore