AGLIE' - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello

| L'ente parco ha presentato il programma delle attivitą promosse in occasione di Expo 2015 a Milano

+ Miei preferiti
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello
Ieri al castello di Agliè, il Parco Nazionale del Gran Paradiso ha presentato il programma delle attività promosse in occasione di Expo 2015 a Milano. L'evento di Agliè "Dalla biodiversità alla qualità dei prodotti del territorio" è stato realizzato nell'ambito del progetto "Expo e territori", finanziato dal Ministero dell'Ambiente e da Unioncamere, per presentare la biodiversità tutelata nei parchi nazionali e nelle aree marine protette.
 
L'Ente Parco ha quindi promosso l'incontro per presentare le attività messe in atto, ed il programma delle iniziative estive nelle cinque valli dell'area protetta, in linea con quanto previsto dal progetto del Ministero dell'Ambiente. «L'obiettivo è quello di promuovere la straordinaria ricchezza della biodiversità del Parco, alla base della nostra produzione agricola e alimentare e fonte delle nostre tradizioni culturali e culinarie, coinvolgendo una parte degli enormi flussi di visitatori che l'esposizione universale di Milano attrae» ha spiegato Italo Cerise, Presidente del Parco.
 
Nel corso del pomeriggio, dopo i saluti istituzionali, si sono succeduti gli interventi del Responsabile del Servizio scientifico del Parco, Bruno Bassano, sull'importanza della protezione della biodiversità per assicurare la qualità della vita e delle risorse alimentari, del Presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri, con un intervento sulla partecipazione delle aree protette ad Expo e le loro attività all'interno del padiglione Biodiversity Park, e di Glauco Mantegari dell'Università di Salisburgo, che ha esposto i risultati di uno studio sull'utilizzo dei big data per la valutazione dei flussi e le preferenze dei visitatori stranieri del Parco.
 
E' stato poi il turno di Claudio Restano, Presidente della Società Expo VdA spa, e di Marzia Baracchino,  Responsabile della struttura Piemonte Expo 2015, che hanno raccontato le strategie delle due regioni per Expo 2015. Infine, il Presidente della Commissione Turistica del Parco, Ezio Tuberosa, ha illustrato i programmi, i riconoscimenti e le attività svolti dal Parco negli ultimi anni e ha lasciato spazio alle testimonianze di due operatori locali che hanno ottenuto il marchio di Qualità Gran Paradiso, Valter Pippinato per il versante piemontese del Parco, e Andrea Celesia per quello valdostano.
 
«Un evento che grazie all'apporto di relatori qualificati e di operatori a marchio di qualità ha fatto capire l'importanza di saper coniugare "conservazione e sviluppo" nel nostro agire quotidiano come Ente Parco che vuole concorrere alla promozione del suo territorio di riferimento e allo sviluppo socio economico delle popolazioni che lo abitano oltre a tutelare e valorizzare l'enorme patrimonio naturale che è chiamato a conservare» ha concluso il Presidente Cerise.
Galleria fotografica
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello - immagine 1
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello - immagine 2
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello - immagine 3
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello - immagine 4
AGLIE - La biodiversitą del Parco Gran Paradiso al castello - immagine 5
Cronaca
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
I ragazzi si sono piazzati in un’area compresa tra Mulino dei Boschi e le sponde dell'Orco. Da ieri sera controlli dei carabinieri
CALUSO - Donna investita: grave all'ospedale di Chivasso
CALUSO - Donna investita: grave all
La donna stava facendo una passeggiata in compagnia di un’amica che ha chiamato i soccorsi subito dopo l'incidente
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarą il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato cosģ la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papą di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papą di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si č chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, č stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si č chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore