AGLIE' - Muore a 64 anni per l'amianto in Olivetti: la Telecom condannata a risarcire la famiglia

| L'azienda è stata condannata a versare 1,1 milioni di euro (più gli interessi) ai familiari di una lavoratrice morta di mesotelioma pleurico. Lo ha stabilito il tribunale del lavoro di Ivrea

+ Miei preferiti
AGLIE - Muore a 64 anni per lamianto in Olivetti: la Telecom condannata a risarcire la famiglia
Un milione e 100 mila euro di risarcimento più gli interessi. La Telecom è stata condannata l'altra mattina dal tribunale del lavoro di Ivrea a risarcire la famiglia di una dipendente della Olivetti di Agliè morta undici anni fa, a 64 anni, per mesotelioma pleurico. Una malattia legata all'esposizione all'amianto all'interno dello stabilimento Olivetti alladiese. La sentenza, immediatamente esecutiva, tiene conto sia del danno patito dalla vittima, Lucia Delaurenti, deceduta il primo novembre 2005 dopo tre anni estremamente difficili a causa della malattia, sia dei danni subiti dal marito e dal figlio.
 
Il caso della donna era stato il primo a trascinare in tribunale i vertici dell’Olivetti. Nel 2010, i giudici avevano condannato a sei mesi, con l’accusa di omicidio colposo, Ottorino Beltrami, amministratore delegato dell'azienda eporediese tra il 1970 al 1978. Il reato si estinse nel 2013, quando Beltrami morì in attesa del giudizio della Corte di Cassazione (dopo che anche la corte d'Appello aveva confermato la condanna). A quel punto il marito della donna e il figlio Franco hanno promosso una causa di lavoro al tribunale di Ivrea assistiti dalla Fiom Cgil.
 
La sentenza del tribunale del lavoro riconosce le ragioni dei familiari e incoraggia altri lavoratori a rivendicare i loro diritti. La Cgil ha garantito che resterà aperto lo Sportello salute da tempo attivo a Ivrea, con la presenza al processo di appello e agli ulteriori procedimenti analoghi oggi in fase di istruzione. Purtroppo, secondo le stime, il picco dei morti d'amianto tra gli ex dipendenti Olivetti dovrebbe verificarsi tra qualche anno. Il capitolo più triste nella storia dell'azienda canavesana, purtroppo, deve ancora essere scritto.
Dove è successo
Cronaca
CERESOLE REALE - Trentenne esce di casa e scompare nel nulla: la sua auto ritrovata al Nivolet
CERESOLE REALE - Trentenne esce di casa e scompare nel nulla: la sua auto ritrovata al Nivolet
Sono ore di apprensione per le sorti di un ragazzo di 30 anni, residente a Settimo Torinese, scomparso lo scorso 10 settembre. La sua auto è stata ritrovata nel Parco nazionale del Gran Paradiso. Svolta nelle ricerche
PIVERONE - Atterraggio d'emergenza per un aereo in difficoltà sui cieli del Canavese
PIVERONE - Atterraggio d
Paura oggi pomeriggio per un piccolo Piper con due persone a bordo: il pilota costretto ad atterrare in un prato a causa di un guasto. La manovra, perfettamente riuscita, vicino a Piverone. Tutti illesi
AZEGLIO - Dramma nella serata: muore a 39 anni mentre passeggia
AZEGLIO - Dramma nella serata: muore a 39 anni mentre passeggia
Un camionista è stato trovato senza vita ieri sera. Inutili i soccorsi. Indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
I ragazzi si sono piazzati in un’area compresa tra Mulino dei Boschi e le sponde dell'Orco. Da ieri sera controlli dei carabinieri
CALUSO - Donna investita: grave all'ospedale di Chivasso
CALUSO - Donna investita: grave all
La donna stava facendo una passeggiata in compagnia di un’amica che ha chiamato i soccorsi subito dopo l'incidente
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore