ALLARME NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO: I GHIACCIAI SI STANNO RITIRANDO

| Complice l'estate appena passata, che si è rivelata tra le più calde degli ultimi due secoli, tutti i ghiacciai del Gran Paradiso sono arretrati. «L'arretramento è da porre in relazione al riscaldamento globale» dice il direttore Ottino

+ Miei preferiti
ALLARME NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO: I GHIACCIAI SI STANNO RITIRANDO
I ghiacciai nel Parco Nazionale del Gran Paradisono si ritirano. I dati dell'ultima campagna glaciologica portata a termine dall'ente parco confermano una situazione difficile. L’arretramento medio dei ghiacci rispetto al 2014 è stato di circa 15 metri. Quello più consistente è stato quello fatto registrare dal ghiacciaio di Money con 52 metri. Sono complessivamente 59 i ghiacciai presenti nel territorio del Parco Nazionale del Gran Paradiso: nessuno di questi gode di buona salute. Purtroppo nemmeno quelli del Canavese, rilevati nelle valli Orco e Soana.
 
Complice l'estate appena passata, che si è rivelata tra le più calde degli ultimi due secoli, tutti i ghiacciai del Gran Paradiso controllati sono arretrati. Le rilevazioni sono condotte dal Corpo di sorveglianza del Parco e dagli operatori del Comitato Glaciologico Italiano: i dati raccolti dimostrano un intenso regresso glaciale che sta portando alla forte riduzione o estinzione dei ghiacciai di minori dimensioni presenti nell'area protetta, con la divisione di alcuni di quelli maggiori e una rapida trasformazione del paesaggio dell'alta montagna.
 
I ritiri frontali sono stati a volte eccezionali. Il valore massimo è stato registrato al ghiacciaio di Money, in Valle di Cogne, che è arretrato di 52 metri ed è diminuito di  spessore (nella foto sotto un confronto particolarmente eloquente). L'innevamento residuo, ovvero la copertura nevosa che rimane sul ghiacciaio al termine della stagione di ablazione, è scarso e a volte completamente assente, venendo a mancare la linfa vitale per l'esistenza del ghiacciaio stesso. Significativo è il caso del ghiacciaio del Grand Etret, il cui bilancio di massa, parametro che esprime meglio di altri lo stato di salute di un ghiacciaio, relativo al periodo 2014-2015, è risultato negativo con una perdita di quasi due metri di equivalente in acqua. Dal 1999 ad oggi il ghiacciaio ha perso più di 16 metri di spessore.
 
«Da anni seguiamo con attenzione i ghiacciai presenti nel Parco ed il loro arretramento, da porre in relazione al riscaldamento globale di questi ultimi lustri - dice il direttore del Parco Gran Paradiso, Michele Ottino - queste attività sono utili per monitorare i cambiamenti climatici e comprenderne le cause e sono possibili grazie all'insostituibile lavoro sul campo e di elaborazione dei guardaparco».
 
GHIACCIAI VALLI ORCO E SOANA
Ghiacciaio Occidentale di Noaschetta -4 metri (2012-2015)
Ghiacciaio di Roccia Viva -9 metri (2014-2015)
Ghiacciaio di Nel Centrale -8 metri (2012-2015)
Ghiacciaio del Carro Occidentale -2,5 metri (2014-2015)
Ghiacciaio della Capra -15 metri (2014-2015)
Ghiacciaio Ciardoney -23,5 metri (2014-2015)
Ghiacciaio Basei -5 metri (2014-2015)
Ghiacciaio del Broglio -28 metri (2012-2015)
Galleria fotografica
ALLARME NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO: I GHIACCIAI SI STANNO RITIRANDO - immagine 1
ALLARME NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO: I GHIACCIAI SI STANNO RITIRANDO - immagine 2
ALLARME NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO: I GHIACCIAI SI STANNO RITIRANDO - immagine 3
Cronaca
UFO IN CANAVESE - Aeronautica ammette dopo un mese: caccia in volo per una esercitazione
UFO IN CANAVESE - Aeronautica ammette dopo un mese: caccia in volo per una esercitazione
Niente Ufo (oggetti non identificati) nei cieli del Canavese lo scorso sei giugno. Ma l’aeronautica militare, dopo un mese di inspiegabile silenzio sulla vicenda, ha ammesso la presenza di due caccia
CUORGNE-IVREA - Un nuovo strumento laser per le operazioni
CUORGNE-IVREA - Un nuovo strumento laser per le operazioni
Con la tecnologia si riducono le degenze e si accorciano i tempi per la ripresa delle persone operate
IVREA LAVORO - Il Comune è in cerca di cinque dipendenti
IVREA LAVORO - Il Comune è in cerca di cinque dipendenti
Bando di mobilità esterna riservato a dipendenti della Pubblica Amministrazione per la copertura di 5 posti di vari profili
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
I carabinieri li hanno arrestati due giorni fa, al termine di una lunga indagine coordinata dalla Procura di Ivrea. Secondo gli inquirenti i due andavano a colpo sicuro. Almeno sei le rapine messe a segno
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
Provvidenziale intervento del soccorso alpino che ha tratto in salvo le quattro escursioniste in difficoltà
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
E' stata proclamata l'immagine vincitrice, intitolata "La storia della borgata in uno scatto, pomeriggi passati ad ammirare", scattata dall'esperto fotografo Alberto Peracchio
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
Una bomba di acqua si è abbattuta con violenza questa sera in una vasta zona di alto e basso Canavese
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
Le indagini sono coordinate dalla polizia colombiana ma anche in Italia gli accertamenti stanno seguendo una pista precisa
IVREA - Dieci lavoratori in nero nel ristorante: multa di 50 mila euro per il titolare
IVREA - Dieci lavoratori in nero nel ristorante: multa di 50 mila euro per il titolare
Dieci lavoratori in nero, sanzioni per 50.000 euro oltre alla proposta di sospensione della attività. Sono i numeri di un intervento della Guardia di Finanza che nei giorni scorsi ha controllato un ristorante di Ivrea
IVREA - Muore investita sulle strisce pedonali: addio ad una storica commerciante della città
IVREA - Muore investita sulle strisce pedonali: addio ad una storica commerciante della città
La donna è stata soccorsa dal personale del 118 e trasportata al pronto soccorso d'Ivrea. Le sue condizioni, purtroppo, sono precipitate dopo il ricovero. Il conducente dell'auto che l'ha travolta rischia una denuncia per omicidio stradale
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore