AUTO SOSPETTA RICERCATA IN TUTTO IL PIEMONTE: POSSIBILE TERRORISTA A BORDO

| Nel pomeriggio le forze dell'ordine hanno diramato le ricerche a tutte le pattuglie in servizio. Comprese le pattuglie che, al momento, si trovano sulle autostrade del Canavese e sulla tangenziale di Torino

+ Miei preferiti
AUTO SOSPETTA RICERCATA IN TUTTO IL PIEMONTE: POSSIBILE TERRORISTA A BORDO
L'allarme è rientrato nel tardo pomeriggio (leggi articolo che trovi sulla destra).

Si allargano a tutta Europa, Italia compresa, le ricerche dei terroristi in fuga. Un'auto sospetta, una Seat nera sarebbe entrata in Italia dalla frontiera di Ventimiglia ieri. Le ricerche dell'auto sospetta, con a bordo un ragazzo classe 1983 possibile facente parte del commando che ha assaltato Parigi l'altra sera, sono state diramate a tutte le forze di polizia. Poco fa la polizia stradale di Torino ha diramato le ricerche a tutte le pattuglie in servizio nella nostra zona. Comprese le pattuglie che, al momento, si trovano in servizio sulle autostrade del Canavese e sulla tangenziale di Torino. 

L'identità del sospettato è quella di un francese classe 1983,  Baptiste Burgy. Ovviamente sono in corso tutte le verifiche del caso.

La questura di Torino ha precisato che la polizia stradale, dopo aver sentito i colleghi francesi, «ha diramato una circolare» per mettere in allerta «tutte le forze dell’ordine» affinché segnalino o meno la presenza della vettura. Gli inquirenti fanno sapere che la ricerca è stata estesa a tutto il nord Italia.

Ovviamente si tratta solo di una segnalazione preventiva: non si sono prove che l'auto sospetta si sia diretta in Piemonte. Tuttavia l'allerta è altissima anche nelle forze dell'ordine italiane che non stanno sottovalutando l'allarme lanciato ieri dalle autorità francesi. E' stato il primo ministro a confermare che gli attentatori (almeno uno) sono in fuga e c'è il rischio di attentati anche in altri paesi europei.

Altre auto sospette sono state segnalate alle polizie di tutta Europa. Ancora non è chiaro il numero di presunti terroristi in fuga dopo gli attentati di Parigi. L'allerta è stata estesa nel nord Italia a scopo precauzionale: non ci sono riscontri, al momento, sul fatto che i fuggitivi abbiano scelto di dirigersi verso il nostro paese. Al tempo stesso non sono arrivate alle forze dell'ordine segnalazioni dell'auto sospetta, contrariamente a quanto riportato nel pomeriggio da alcune emittenti tv nazionali.

Dove è successo
Cronaca
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
Secondo i carabinieri l'uomo era un vero e proprio professionista dell'elemosina ed è possibile che altri pensionati siano finiti nella sua rete estorsiva. Secondo gli accertamenti l'estorsione andava avanti dal 2011
VIDRACCO - Un convegno sull'alimentazione sana
VIDRACCO - Un convegno sull
In un periodo di grande attenzione al cibo, alla cucina e al corpo è importante avere informazioni chiare che permettono di fare scelte semplici e oculate
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
I due, il 29 luglio 2011, a seguito di una breve discussione aggredirono un passante per futili motivi. Condannati e arrestati
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
Niente trasferimento in Campania per un carabiniere di Caluso che è anche un consigliere comunale nel salernitano
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
Giancarlo Ricottini, agricoltore, sposato e padre di due figli, potrà quindi riunire la famiglia a bordo del mezzo in quel di Pieve Torina, provincia di Macerata. Una soluzione provvisoria (ma fondamentale) per ricominciare...
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
I carabinieri hanno fermato una guardia giurata di 40 anni residente a Torino. L'uomo avrebbe minacciato un collega e la famiglia
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
Durante l’escursione, a una quota di circa 2200 metri, intorno alle ore 12 l’uomo residente a Castellamonte ha improvvisamente avvertito un malore. All'arrivo dei soccorsi, però, il suo cuore aveva già smesso di battere
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
Durante un’escursione, a una quota 2200 metri vicino al rifugio Jervis, intorno alle 12, l’uomo residente a Castellamonte ma originario di Cuorgnè, ha improvvisamente avvertito un malore. Inutili tutti i soccorsi
IVREA - Tetto di un cascinale a fuoco: intervento dei pompieri
IVREA - Tetto di un cascinale a fuoco: intervento dei pompieri
Diverse squadre dei vigili del fuoco impegnate nello spegnimento del rogo. Nessun ferito ma ampi danni alla struttura
RONCO CANAVESE - Incendio tetto: residenti e pompieri spengono le fiamme
RONCO CANAVESE - Incendio tetto: residenti e pompieri spengono le fiamme
I proprietari dello stabile, insieme ad alcuni vicini di casa, si sono prodigati per limitare l'estensione delle fiamme fino all'arrivo dei pompieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore