BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo

| Sono i tecnici del Soccorso Alpino: tra loro c'è un canavesano

+ Miei preferiti
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo
Anche tredici Tecnici del Soccorso Alpino Speleologico Piemontese in Baviera (di cui uno della Delegazione Canavesana) nel team di soccorso internazionale per il recupero dello speleologo tedesco infortunatasi gravemente l'8 Giugno nella più profonda grotta di tutta la Germania, la Riesending-Schachthöhle. Tutto ha inizio la notte di domenica 8 Giugno quando uno di tre speleologi tedeschi, a -980 metri, rimane gravemente ferito al torace e alla testa dalla scarica di numerosi massi.
 
Uno dei suoi compagni impiegherà 13 ore per uscire dalle viscere della terra e dare l'allarme. Si tratta infatti di un complesso di grotte e cunicoli lungo oltre 19 chilometri che scende sotto terra fino a 1148 metri situato nelle Alpi Bavaresi, a poca distanza dal confine con l’Austria. Inizialmente interviene il Bergwacht Bayern, il Soccorso Alpino Bavarese, ma, data la complessità del recupero, viene attivata una cooperazione internazionale che vede l’intervento di tecnici specializzati provenienti anche da Austria, Svizzera ed Italia. 
 
Sono stati proprio un medico, Rino Bregani e un gruppo del Cnsas, con un medico austriaco che era rimasto bloccato a 700 metri di profondità, a raggiungere per primi il ferito nella serata di mercoledì 11, prestargli le prime cure e predisporlo per il trasporto in superficie. Rino Bregani, per assistere l'infortunato, è rimasto in grotta per ben 85 ore consecutive, un dato che rileva non solo l'eccezionalità dell'operazione, avvenuta a 980 metri sotto terra, ma anche la preparazione tecnica e fisica occorrente per affrontare interventi simili.
Giovedì 12 il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), ha assunto il coordinamento delle operazioni in grotta e nel tardo pomeriggio del giorno successivo, ha iniziato con i colleghi svizzeri, l'evacuazione della barella verso la superficie. 
 
Ieri la barella che trasporta lo speleologo tedesco gravemente ferito, ha superato quota -720 metri. Per percorrere i pozzi verticali è stata sostituita la barella svizzera, con cui fino a quel momento si era operato, con quella italiana, più leggera, confortevole e considerata più idonea a superare le numerose strettoie. In contemporanea, diverse squadre di tecnici erano al lavoro per attrezzare i passaggi verticali sovrastanti al fine di predisporli alle manovre di recupero della barella. Le squadre di tecnici tedeschi, italiani austriaci e svizzeri, divise in tre team, sono ora al lavoro per attrezzare il tratto di grotta che dal campo 3 porta al campo 2; nel frattempo è prevista una sosta di almeno 6 ore per far riposare il ferito e consentire ai medici di prestargli le cure necessarie.
 
Alle 14 di ieri, al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Berchtesgaden, si è svolta una conferenza stampa cui ha partecipato un tecnico per ognuna delle nazioni che hanno partecipato allo sforzo di recupero internazionale. Il tecnico del CNSAS, Roberto Antonini, uscito dalla grotta per portare un dettagliato referto preparato dal medico che segue il ferito, ha dichiarato che, nonostante gli elevati standard raggiunti dalle scuole di soccorso speleologico del CNSAS, il recupero si è presentato fin dall'inizio di una difficoltà eccezionale che poteva essere gestita solo da una forte cooperazione dei migliori soccorsi speleologici d'Europa accorsi nei giorni successivi. «La collaborazione fra le squadre è straordinaria almeno quanto la complessità dell'intervento. Le iniziali difficoltà linguistiche sono state rapidamente superate perché tutti i soccorritori si sono subito messi in sintonia e si sono dimostrati perfettamente in grado di lavorare efficacemente come dimostra la velocità di recupero mantenuta fino ad ora».
Galleria fotografica
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 1
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 2
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 3
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 4
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 5
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 6
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 7
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 8
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 9
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 10
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 11
Cronaca
RIVAROLO - Venerdì l'addio a Provenzano. Il cordoglio dell'Asl To4
RIVAROLO - Venerdì l
Il Direttore Generale dell'Asl, Lorenzo Ardissone, ha espresso «profondo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Provenzano»
IVREA - A spasso con coltello e marijuana: un 14enne nei guai
IVREA - A spasso con coltello e marijuana: un 14enne nei guai
Il giovane studente è stato controllato in via Gozzano e denunciato dai carabinieri. Marijuana e coltello subito sequestrati
LAVORO - Le aziende in cerca di personale il 26 gennaio a Ivrea
LAVORO - Le aziende in cerca di personale il 26 gennaio a Ivrea
«Wooooow Io e il mio futuro in Canavese» è il titolo dell'evento dedicato al lavoro e alle imprese, previsto venerdì 26 gennaio
LAVORO - Il Ciac apre il corso per diventare wedding planner
LAVORO - Il Ciac apre il corso per diventare wedding planner
Da metà febbraio partirà ad Ivrea il primo corso dedicato a lavoratori e liberi professionisti in possesso di diploma
BULLISMO A IVREA - Picchia il compagno di classe che chiede aiuto alla prof: lo studente di 17 anni sarà espulso
BULLISMO A IVREA - Picchia il compagno di classe che chiede aiuto alla prof: lo studente di 17 anni sarà espulso
I carabinieri stanno indagando sull'aggressione avvenuta l'altro giorno, all'uscita da un istituto professionale della città, al termine della quale un ragazzino di 14 anni è finito in ospedale, colpito violentemente alla nuca
RIVAROLO - E' morto l'ex assessore Giovanni Provenzano
RIVAROLO - E
Lutto a Rivarolo Canavese dove oggi si è spento il dottor Giovanni Provenzano. Era stato assessore del Comune dal 1998
IVREA - Gruppi storici ospiti da tutta Italia per lo storico Carnevale
IVREA - Gruppi storici ospiti da tutta Italia per lo storico Carnevale
Sbandieratori, gruppi in costumi d'epoca ed esibizioni musicali animeranno la festa facendo da cornice alla Mugnaia
CANAVESE - Allarme per i finti addetti Asl che truffano gli anziani
CANAVESE - Allarme per i finti addetti Asl che truffano gli anziani
L'azienda sanitaria chiarisce che «non si tratta di operatori dell'Asl e invita i cittadini a prestare la massima attenzione»
AEROPORTO TORINO-CASELLE - Nigeriano importa creme che provocano il cancro: fermato dalla guardia di finanza
AEROPORTO TORINO-CASELLE - Nigeriano importa creme che provocano il cancro: fermato dalla guardia di finanza
Alle domande dei finanzieri di Caselle sulla provenienza e la destinazione dei cosmetici illegali, contenenti idrochinone e clobetasolo propionato, l'uomo non ha saputo dare giustificazione. Rischia fino a 100 mila euro di multa
LOCANA - In 470 per il primo weekend sulle piste da sci
LOCANA - In 470 per il primo weekend sulle piste da sci
Grande aflusso di persone con ciapsole o sci d'alpinismo hanno popolato anche Punta Cia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore