BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo

| Sono i tecnici del Soccorso Alpino: tra loro c'è un canavesano

+ Miei preferiti
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo
Anche tredici Tecnici del Soccorso Alpino Speleologico Piemontese in Baviera (di cui uno della Delegazione Canavesana) nel team di soccorso internazionale per il recupero dello speleologo tedesco infortunatasi gravemente l'8 Giugno nella più profonda grotta di tutta la Germania, la Riesending-Schachthöhle. Tutto ha inizio la notte di domenica 8 Giugno quando uno di tre speleologi tedeschi, a -980 metri, rimane gravemente ferito al torace e alla testa dalla scarica di numerosi massi.
 
Uno dei suoi compagni impiegherà 13 ore per uscire dalle viscere della terra e dare l'allarme. Si tratta infatti di un complesso di grotte e cunicoli lungo oltre 19 chilometri che scende sotto terra fino a 1148 metri situato nelle Alpi Bavaresi, a poca distanza dal confine con l’Austria. Inizialmente interviene il Bergwacht Bayern, il Soccorso Alpino Bavarese, ma, data la complessità del recupero, viene attivata una cooperazione internazionale che vede l’intervento di tecnici specializzati provenienti anche da Austria, Svizzera ed Italia. 
 
Sono stati proprio un medico, Rino Bregani e un gruppo del Cnsas, con un medico austriaco che era rimasto bloccato a 700 metri di profondità, a raggiungere per primi il ferito nella serata di mercoledì 11, prestargli le prime cure e predisporlo per il trasporto in superficie. Rino Bregani, per assistere l'infortunato, è rimasto in grotta per ben 85 ore consecutive, un dato che rileva non solo l'eccezionalità dell'operazione, avvenuta a 980 metri sotto terra, ma anche la preparazione tecnica e fisica occorrente per affrontare interventi simili.
Giovedì 12 il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), ha assunto il coordinamento delle operazioni in grotta e nel tardo pomeriggio del giorno successivo, ha iniziato con i colleghi svizzeri, l'evacuazione della barella verso la superficie. 
 
Ieri la barella che trasporta lo speleologo tedesco gravemente ferito, ha superato quota -720 metri. Per percorrere i pozzi verticali è stata sostituita la barella svizzera, con cui fino a quel momento si era operato, con quella italiana, più leggera, confortevole e considerata più idonea a superare le numerose strettoie. In contemporanea, diverse squadre di tecnici erano al lavoro per attrezzare i passaggi verticali sovrastanti al fine di predisporli alle manovre di recupero della barella. Le squadre di tecnici tedeschi, italiani austriaci e svizzeri, divise in tre team, sono ora al lavoro per attrezzare il tratto di grotta che dal campo 3 porta al campo 2; nel frattempo è prevista una sosta di almeno 6 ore per far riposare il ferito e consentire ai medici di prestargli le cure necessarie.
 
Alle 14 di ieri, al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Berchtesgaden, si è svolta una conferenza stampa cui ha partecipato un tecnico per ognuna delle nazioni che hanno partecipato allo sforzo di recupero internazionale. Il tecnico del CNSAS, Roberto Antonini, uscito dalla grotta per portare un dettagliato referto preparato dal medico che segue il ferito, ha dichiarato che, nonostante gli elevati standard raggiunti dalle scuole di soccorso speleologico del CNSAS, il recupero si è presentato fin dall'inizio di una difficoltà eccezionale che poteva essere gestita solo da una forte cooperazione dei migliori soccorsi speleologici d'Europa accorsi nei giorni successivi. «La collaborazione fra le squadre è straordinaria almeno quanto la complessità dell'intervento. Le iniziali difficoltà linguistiche sono state rapidamente superate perché tutti i soccorritori si sono subito messi in sintonia e si sono dimostrati perfettamente in grado di lavorare efficacemente come dimostra la velocità di recupero mantenuta fino ad ora».
Galleria fotografica
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 1
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 2
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 3
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 4
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 5
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 6
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 7
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 8
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 9
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 10
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 11
Cronaca
SCOSSA DI TERREMOTO IN CANAVESE MAGNITUDO 2.2: E' LA TERZA IN 60 GIORNI
SCOSSA DI TERREMOTO IN CANAVESE MAGNITUDO 2.2: E
Un'altra scossa di terremoto in Canavese. La terza in due mesi. Anche questa lieve, per fortuna, rilevata dai sismologi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia al confine tra i territori comunali di Locana e di Ribordone
SALUTE - L'Asl To4 organizza «Le giornate eporediesi della salute mentale»
SALUTE - L
Lunedì 19 e martedì 20 novembre presso il Polo Formativo Officine H di Ivrea sono state organizzate "Le giornate eporediesi della salute mentale"
CASTELLAMONTE - Accesso alla scuola bloccato: mamme furenti
CASTELLAMONTE - Accesso alla scuola bloccato: mamme furenti
Genitori sul piede di guerra, oggi, in piazza Repubblica dove l'accesso alla scuola primaria è rimasto parzialmente bloccato
CIRIE' - Così il piromane dei bus è stato preso dai carabinieri - VIDEO
CIRIE
L'attenta visione delle telecamere ha permesso ai militari di identificare il 50enne. Lui stesso, una volta in caserma, ha confessato
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
Gli arrestati, a seguito di perquisizione della loro abitazione, sono stati trovati in possesso di una pistola a tamburo alterata
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
Mercoledì una signora ha sorpreso due ladri all'interno della sua abitazione e li ha costretti alla fuga. In paese è raffica di furti. Nonostante l'aumento dei controlli da parte dei carabinieri i malviventi continuano a fuggire
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
Le telecamere in dotazione alla polizia municipale sono 20, una per ogni agente, e sono costate circa 400 euro ciascuna
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
Domenica 11 novembre a Bologna si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso nazionale “Comuni Fioriti a Ronco sono state assegnate 2 stelle su 4
ISSIGLIO - Giornata nazionale delle forze armate
ISSIGLIO - Giornata nazionale delle forze armate
Sabato 3 e domenica 4 novembre il comune di Issiglio ha voluto rendere omaggio a chi ci permette di vivere liberamente
VALPERGA-CUORGNE' - Vende hashish ai ragazzini dal bancone del bar: arrestato dai carabinieri
VALPERGA-CUORGNE
Nel bar è stato rinvenuto e sequestrato anche vario materiale sospetto, tra cui un machete, 18 paia di occhiali di marca, una borsa di marca e otto bottiglie di profumi. Il 48enne è stato anche denunciato per ricettazione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore