BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo

| Sono i tecnici del Soccorso Alpino: tra loro c'è un canavesano

+ Miei preferiti
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo
Anche tredici Tecnici del Soccorso Alpino Speleologico Piemontese in Baviera (di cui uno della Delegazione Canavesana) nel team di soccorso internazionale per il recupero dello speleologo tedesco infortunatasi gravemente l'8 Giugno nella più profonda grotta di tutta la Germania, la Riesending-Schachthöhle. Tutto ha inizio la notte di domenica 8 Giugno quando uno di tre speleologi tedeschi, a -980 metri, rimane gravemente ferito al torace e alla testa dalla scarica di numerosi massi.
 
Uno dei suoi compagni impiegherà 13 ore per uscire dalle viscere della terra e dare l'allarme. Si tratta infatti di un complesso di grotte e cunicoli lungo oltre 19 chilometri che scende sotto terra fino a 1148 metri situato nelle Alpi Bavaresi, a poca distanza dal confine con l’Austria. Inizialmente interviene il Bergwacht Bayern, il Soccorso Alpino Bavarese, ma, data la complessità del recupero, viene attivata una cooperazione internazionale che vede l’intervento di tecnici specializzati provenienti anche da Austria, Svizzera ed Italia. 
 
Sono stati proprio un medico, Rino Bregani e un gruppo del Cnsas, con un medico austriaco che era rimasto bloccato a 700 metri di profondità, a raggiungere per primi il ferito nella serata di mercoledì 11, prestargli le prime cure e predisporlo per il trasporto in superficie. Rino Bregani, per assistere l'infortunato, è rimasto in grotta per ben 85 ore consecutive, un dato che rileva non solo l'eccezionalità dell'operazione, avvenuta a 980 metri sotto terra, ma anche la preparazione tecnica e fisica occorrente per affrontare interventi simili.
Giovedì 12 il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), ha assunto il coordinamento delle operazioni in grotta e nel tardo pomeriggio del giorno successivo, ha iniziato con i colleghi svizzeri, l'evacuazione della barella verso la superficie. 
 
Ieri la barella che trasporta lo speleologo tedesco gravemente ferito, ha superato quota -720 metri. Per percorrere i pozzi verticali è stata sostituita la barella svizzera, con cui fino a quel momento si era operato, con quella italiana, più leggera, confortevole e considerata più idonea a superare le numerose strettoie. In contemporanea, diverse squadre di tecnici erano al lavoro per attrezzare i passaggi verticali sovrastanti al fine di predisporli alle manovre di recupero della barella. Le squadre di tecnici tedeschi, italiani austriaci e svizzeri, divise in tre team, sono ora al lavoro per attrezzare il tratto di grotta che dal campo 3 porta al campo 2; nel frattempo è prevista una sosta di almeno 6 ore per far riposare il ferito e consentire ai medici di prestargli le cure necessarie.
 
Alle 14 di ieri, al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Berchtesgaden, si è svolta una conferenza stampa cui ha partecipato un tecnico per ognuna delle nazioni che hanno partecipato allo sforzo di recupero internazionale. Il tecnico del CNSAS, Roberto Antonini, uscito dalla grotta per portare un dettagliato referto preparato dal medico che segue il ferito, ha dichiarato che, nonostante gli elevati standard raggiunti dalle scuole di soccorso speleologico del CNSAS, il recupero si è presentato fin dall'inizio di una difficoltà eccezionale che poteva essere gestita solo da una forte cooperazione dei migliori soccorsi speleologici d'Europa accorsi nei giorni successivi. «La collaborazione fra le squadre è straordinaria almeno quanto la complessità dell'intervento. Le iniziali difficoltà linguistiche sono state rapidamente superate perché tutti i soccorritori si sono subito messi in sintonia e si sono dimostrati perfettamente in grado di lavorare efficacemente come dimostra la velocità di recupero mantenuta fino ad ora».
Galleria fotografica
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 1
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 2
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 3
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 4
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 5
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 6
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 7
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 8
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 9
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 10
BAVIERA - Tredici piemontesi al salvataggio dello speleologo - immagine 11
Cronaca
CASTELLAMONTE - Giù per la discesa in bici si schianta e resta incastrato nella cancellata di una villa - VIDEO
CASTELLAMONTE - Giù per la discesa in bici si schianta e resta incastrato nella cancellata di una villa - VIDEO
Se la dovrebbe cavare con novanta giorni di prognosi il nigeriano di 25 anni che oggi pomeriggio, in strada Crosa, si è schiantato contro la cancellata di una villa mentre era in sella alla propria bicicletta. E' ricoverato al Cto di Torino
CASTELLAMONTE - Richiedente asilo si schianta in bici: grave al Cto
CASTELLAMONTE - Richiedente asilo si schianta in bici: grave al Cto
Il giovane è caduto in discesa sulla provinciale per Filia. È stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in ospedale
RIVARA - I bimbi vanno a scuola nel parco del Castello - FOTO
RIVARA - I bimbi vanno a scuola nel parco del Castello - FOTO
Oggi i bambini hanno potuto vivere l'esperienza della pittura «en plein air» ripercorrendo i passi della nota Scuola di Rivara
LEINI - Ruba le carte di credito per andare a giocare alle slot - VIDEO
LEINI - Ruba le carte di credito per andare a giocare alle slot - VIDEO
Un 19enne di etnia sinti arrestato dai carabinieri grazie alla pronta segnalazione del titolare di una sala bingo di Rivoli
CUORGNE' - Cesma lancia un’iniziativa formativa internazionale
CUORGNE
Per l’anno 2017-18 avviato un pacchetto di attività in ambito internazionale, sviluppate in parte sul territorio francese
SAN GIUSTO CANAVESE - Grave incendio al benzinaio: furgone distrutto dalle fiamme - FOTO
SAN GIUSTO CANAVESE - Grave incendio al benzinaio: furgone distrutto dalle fiamme - FOTO
Un furgone svizzero che aveva appena effettuato un rifornimento alla stazione di servizio Tamoil, ha improvvisamente preso fuoco nei pressi del distributore. Gli occupanti sono riusciti a scendere dal mezzo. Benzinaio devastato
CUORGNE' - Da Hong Kong per celebrare San Callisto Caravario - FOTO
CUORGNE
Ieri alle 10.30 il cardinal Joseph Zen Ze-Kiun salesiano ed arcivescovo emerito di Hong Kong ha incontrato don Nicola Faletti
ALBIANO D'IVREA - Trovata una bomba in un campo agricolo: allarme
ALBIANO D
Artificieri in azione per la messa in sicurezza dell'area. La bomba sarà fatta brillare. Si tratta di un ordigno bellico
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
Paura questa mattina sulla provinciale tra Forno e Rivara. Un sessantenne di Forno si è ribaltato con la propria auto
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
Probabilmente con del gas esplosivo la banda ha fatto saltare l'alloggiamento del bancomat arraffando le banconote all'interno. Bottino da quantificare. Indagini dei carabinieri della compagnia di Chivasso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore