BELMONTE - Si apre uno spiraglio per portare nuovi religiosi in pianta stabile al Santuario patrimonio dell'umanità Unesco

| Ieri in municipio a Prascorsano incontro con due sacerdoti in rappresentanza della Congregazione dei «Servi della misericordia della copiosa redenzione», nata e sviluppatasi in Brasile, ma già attiva da tempo anche in Sicilia

+ Miei preferiti
BELMONTE - Si apre uno spiraglio per portare nuovi religiosi in pianta stabile al Santuario patrimonio dellumanità Unesco
Si apre uno spiraglio per la continuità della presenza religiosa nel santuario di Belmonte, dopo la riunione di ieri presso il municipio di Prascorsano con due sacerdoti in rappresentanza della Congregazione dei «Servi della misericordia della copiosa redenzione», nata e sviluppatasi in Brasile, ma già attiva da tempo anche in Sicilia. Un incontro esplorativo, per verificare la fattibilità e le possibilità di stabilirsi al santuario e avviare l’attività pastorale anche in Canavese.

Al termine dell’incontro (foto sotto) a cui hanno preso parte il sindaco Piero Rolando Perino e alcuni membri dell’associazione «Amici di Belmonte», si è svolto il sopralluogo del santuario. A visitare gli edifici sacri patrimonio dell’Unesco sono stati due esponenti al vertice della Congregazione, vale a dire padre Luis Cesar de Oliveira, superiore generale, e padre Val de Cir, che gli è subentrato nella carica di rettore della chiesa di San Francesco di Mussomeli. Una visita che è stata organizzata dal consigliere regionale della Lega Mauro Fava, in collaborazione col sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto e con i deputati della Lega Alessandro Pagano, siciliano della provincia di Caltanissetta, area dove operano proprio i «Servi della misericordia della copiosa redenzione», e Luis Roberto di San Martino Lorenzato, brasiliano come i due sacerdoti, nonché discendente di Arduino d’Ivrea, colui il quale secondo la leggenda ordinò la costruzione del santuario per ringraziare la Vergine di una miracolosa guarigione.

«E’ stato un incontro molto positivo – afferma Mauro Fava – con il quale spero di aver gettato le basi per un futuro più solido e certo della presenza religiosa nel santuario, che da sempre è il punto di riferimento per la comunità cattolica canavesana. Grazie alla grande collaborazione e all’interesse manifestato da due parlamentari della Lega come gli onorevoli Pagano e Lorenzato di San Martino, forse oggi abbiamo assistito ad una giornata a suo modo storica. Potrebbe essere il nuovo inizio per Belmonte. Assicurare una nuova presenza fissa di sacerdoti è fondamentale, ma nel frattempo intendo seguire con attenzione l’iter per l’eventuale acquisizione da parte della Regione degli edifici. E come prima cosa voglio verificare se davvero i fondi promessi dall’ex presidente Chiamparino per consentire all’Unione dei Comuni di attivare la procedura d’acquisto del santuario siano stati effettivamente stanziati».

«Bisogna ridare vita al santuario di Belmonte, patrimonio inestimabile del Canavese – aggiunge l’onorevole Luis Roberto di San Martino Lorenzato – Questa iniziativa è molto seria e ha concrete possibilità di essere finalizzata. Avere a Belmonte una Congregazione come quella dei «Servi della misericordia» sarebbe molto importante, visto il grande lavoro che hanno saputo fare sia da noi in Brasile che qui in Sicilia, per trasformare la società e riavvicinare i giovani ai veri valori della vita cristiana». Da parte dei sacerdoti, intanto, arrivano giudizi incoraggianti che fanno ben sperare.

«E’ stata una visita molto positiva e il sopralluogo al santuario è stato molto soddisfacente – spiega padre Luis Cesar de Oliveira – E’ stato un incontro interessante ed ora dovremo discutere all’interno della Congregazione per decidere il da farsi, prima di compiere eventuali passi ufficiali presso la Curia»   

Galleria fotografica
BELMONTE - Si apre uno spiraglio per portare nuovi religiosi in pianta stabile al Santuario patrimonio dellumanità Unesco - immagine 1
Cronaca
VESTIGNE' - Bimbo di cinque anni investito da un'auto
VESTIGNE
Trasportato con l'elisoccorso al Regina Margherita in codice rosso: è stato intubato
PONTE PRETI - Bozzello tiene alta la guardia su mezzi pesanti e viabilità
PONTE PRETI - Bozzello tiene alta la guardia su mezzi pesanti e viabilità
26.000 firme raccolte e nulla si è ancora mosso: il ponte è stato dichiarato sicuro, ma nulla si è mosso sul fronte della viabilità
AGLIE' - Visita della giuria "Comuni Fioriti" per l'assegnazione del Marchio di Qualità
AGLIE
Il concorso si trasforma in una prestigiosa certificazione di qualità dell'ambiente di vita, valutando accoglienza, benessere, rispetto ed armonia
CANAVESE - Uncem richiama l'attenzione degli operatori sul problema del segnale telefonico in aree montane
CANAVESE - Uncem richiama l
Parliamo sempre più spesso di 5G e interconnessione tra i dispositivi digitali, ma nelle zone montane la difficoltà è spesso fare una telefonata
CASELLE - Nuova rotta Torino Kyev operata da SkyUP
CASELLE - Nuova rotta Torino Kyev operata da SkyUP
L'Aeroporto di Torino amplia il proprio network di destinazioni servite con volo diretto e aggiunge un nuovo collegamento con Kiev, la capitale dell'Ucraina, servito dal vettore low-cost SkyUp Airlines.
CANAVESE - Nessuna misura anomala di radioattività fino ad ora rilevata in Piemonte
CANAVESE - Nessuna misura anomala di radioattività fino ad ora rilevata in Piemonte
In seguito al grave incidente nucleare di Severodvinsk, sito militare russo specializzato nella costruzione e manutenzione di sottomarini nucleari.
CASELLE - I risultati dell'operazione Re Mida della Guardia di Finanza di Torino
CASELLE - I risultati dell
Oltre 11 milioni di euro monitorati e centinaia di migliaia di euro di sanzioni e sequestri da parte della GdF in materia di circolazione transfrontaliera di valute
LOCANA - Canyonista francese ferita messa in salvo dal Soccorso Alpino
LOCANA - Canyonista francese ferita messa in salvo dal Soccorso Alpino
Difficile intervento di recupero di una turista francese fratturatosi una caviglia durante una discesa con il kayak
CASTELLAMONTE - Le condoglianze del sindaco di Castellamonte Mazza per la scomparsa di Martini
CASTELLAMONTE - Le condoglianze del sindaco di Castellamonte Mazza per la scomparsa di Martini
Condoglianze per la scomparsa di Marcello da parte del primo cittadino castellamontese
CASTELLAMONTE - Commosso addio a Marcello Martini, reduce di Mathausen
CASTELLAMONTE - Commosso addio a Marcello Martini, reduce di Mathausen
Nel giugno del 1944, ancora quattordicenne, fu catturato dagli SS e deportato dei lager nazisti assieme a tutta la sua familia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore