BORGARO - Carrozziere indagato per sequestro di persona: tre arresti

| Il sequestro era stato organizzato dall'amico della vittima: gli agenti della squadra mobile hanno arrestato due falsi poliziotti

+ Miei preferiti
BORGARO - Carrozziere indagato per sequestro di persona: tre arresti
Nel pomeriggio del 24 aprile 2017 un gruppo composto da almeno quattro persone sequestra a Torino, nella zona di corso Lanza, un 27enne di Reggio Calabria, chiedendo come riscatto una somma ingente: 3 milioni di euro. Due persone che indossano pettorine della polizia si avvicinano all’autovettura della vittima che si sta accingendo ad uscire dal cortile di un albergo. L’uomo viene incappucciato e costretto a sedersi sul sedile posteriore dell’auto. Alla guida della vettura si mette un amico della vittima che si trova in sua compagnia e che viene costretto a guidare l’auto fino ai pressi dello Juventus Stadium, dove il veicolo fa ingresso nel garage di un condominio.

Qui, la vittima viene legata mani e piedi con delle fascette da elettricista, e più volte percosso: gli viene intimato di consegnare i soldi che secondo i sequestratori l’uomo possiede. Pertanto viene costretto a chiamare un amico in modo che si rechi a casa sua per prendere contanti e preziosi che il sequestrato avrebbe a disposizione. Dopo la telefonata, l’uomo viene liberato dalla stretta delle fascette, ma accade un fatto che si rivela fatale per i sequestratori. Uno dei rapitori, infatti, nel cercare di tagliare con un coltellino la fascetta posta alle caviglie, procura alla vittima un taglio dal quale inizia una copiosa fuoriuscita di sangue che pare inarrestabile. I sequestratori si vedono costretti a liberare l’ostaggio, affidandolo all’amico della vittima perché lo conduca con urgenza in ospedale dove poi gli viene suturata la ferita lacero contusa.

Il reato viene denunciato solo il giorno dopo, e solo grazie all’insistenza di un amico della vittima. Le indagini avviate dalla Squadra Mobile di Torino e coordinate dalla DDA, grazie anche all’analisi di dati telefonici, permettono di ricostruire nel dettaglio la dinamica degli eventi e i soggetti coinvolti.Viene anche individuato il “covo” dove era stata segregata la vittima, il lavoro della Polizia Scientifica di Torino consent di rinvenire tracce del DNA della vittima nelle macchie di sangue che erano presenti sul pavimento del garage, nonostante sia stata effettuata un’accurata opera di cancellazione di ogni traccia biologica anche con l’uso di acidi.

Per l’accaduto, vengono tratte in arresto, in esecuzione di provvedimenti di custodia cautelare in carcere, tre persone: Angelo Alosi, 58enne, già indagato per omicidio; Christian Conversano, un 30enne venditore di auto (amico della vittima ma basista del sequestro) e un carrozziere di 48 anni, Simone Aleccia.

Anche un quarto partecipe all’azione è stato identificato; si tratta di un 35enne di Borgaro, carrozziere e venditore di auto. Quest'ultimo, resosi latitante per alcuni mesi a Dubai dopo il primo ordine di arresto emesso dal gip, è attualmente libero per un ritenuto vizio di forma, attende la decisioni della Corte di Cassazione che dovrà esprimersi sul ricorso presentato dai difensori contro la decisione del Tribunale del Riesame di Torino, che ha nuovamente diposto la sua carcerazione.

Cronaca
INGRIA - Sagra della patata ed elezione di «Miss Patata 2018»
INGRIA - Sagra della patata ed elezione di «Miss Patata 2018»
Sabato la manifestazione che chiude da ormai oltre un decennio il programma turistico dell'agosto Ingriese
IVREA-SANTHIA' - Senza lavoro minaccia di buttarsi dal ponte: salvato da polizia e vigili del fuoco - FOTO
IVREA-SANTHIA
Sul posto sono intervenuti celermente i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale di Torino. Sono stati proprio i poliziotti ad intavolare una «trattativa» con il ragazzo e a convincerlo a desistere
CIRIE' - Va a fuoco l'auto di un senzatetto: ancora il piromane?
CIRIE
Toccherà ai carabinieri di Venaria Reale chiarire le cause dell'incendio. Potrebbe trattarsi dell'azione del solito idiota
CHIVASSO - Piantagione di marijuana sul Po a San Sebastiano - VIDEO
CHIVASSO - Piantagione di marijuana sul Po a San Sebastiano - VIDEO
I carabinieri hanno arrestato due albanesi per coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti
IVREA - Muore travolta da una motocicletta mentre tenta di attraversare la strada
IVREA - Muore travolta da una motocicletta mentre tenta di attraversare la strada
Una donna è morta in ospedale dopo l'incidente avvenuto in via Cascinette. La dinamica dell'incidente è adesso al vaglio degli agenti della polizia municipale di Ivrea. Il centauro, un 36enne eporediese, sarà denunciato
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
Clemente, già alle prese con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Chivasso e tradotto nel carcere di Ivrea
BORGIALLO - Attività non autorizzate nel night: scatta la multa
BORGIALLO - Attività non autorizzate nel night: scatta la multa
I titolari del locale hanno presentato ricorso al Tar del Piemonte: se ne discuterà nell'udienza del prossimo venti settembre
CASTELLAMONTE - Dimesso dall'ospedale di Cuorgnè, muore tre giorni dopo: lunedì il funerale
CASTELLAMONTE - Dimesso dall
Sedici giorni dopo il decesso, via libera alle esequie del volontario della Croce Rossa, Giuseppe Panella. Aveva 70 anni: era stato ricoverato dopo un tamponamento avvenuto sulla provinciale per Ozegna. Indagini in corso della procura
CERESOLE REALE - Inaugurato il sacrario in memoria del Battaglione Levanna
CERESOLE REALE - Inaugurato il sacrario in memoria del Battaglione Levanna
Un doveroso omaggio ad uno dei battaglioni storici degli Alpini che meritò due Medaglie d'Argento al Valor Militare
OMICIDIO SETTIMO - L'assassino portato in carcere a Ivrea
OMICIDIO SETTIMO - L
Associato al carcere di Ivrea, Christian Clemente, il ragazzo, che questa notte ha ucciso il patrigno a colpi di pistola
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore