BORGARO - Zingari sugli autobus: il Comune si affida alla vigilanza privata contro i rom

| Lo ha annunciato il sindaco Claudio Gambino, ieri sera, in consiglio comunale. «La situazione è nuovamente intollerabile. I miei concittadini hanno il diritto di viaggiare tranquilli e sicuri come tutti gli altri utenti»

+ Miei preferiti
BORGARO - Zingari sugli autobus: il Comune si affida alla vigilanza privata contro i rom
Vigilanza privata contro gli zingari molesti sui bus della linea 69 che, da Torino, arriva fino a Borgaro. Lo ha annunciato il sindaco di Borgaro, Claudio Gambino, ieri sera in consiglio comunale. «Il servizio di vigilanza lo pagheremo noi – ha detto il primo cittadino – ma certo per ragioni economiche non potremo coprire tutto l'arco della giornata. Per questo motovi ho scritto al prefetto e al sindaco di Torino, ai carabinieri, alla polizia e al Gruppo Torinese Trasporti per fare in modo che anche loro intervengano in nostro aiuto. Se agiamo insieme riusciremo a risolvere il problema».
 
Gambino ha espresso con belle parole un risentimento contro il campo nomadi al confine tra Borgaro e Torino che è ormai palese a tutta la popolazione. Nei giorni scorsi, in città, è nato anche un comitato genitori che ha chiesto a gran voce al sindaco di trovare una soluzione: mamme e papà si sono detti preoccupati per l'incolumità dei figli che, giornalmente, salgono sui bus delle linea 69. «Colpa» di quella fermata in prossimità dell'ingresso del campo nomadi di strada Aeroporto che favorirebbe l'accesso al bus da parte dei rom. «La situazione è nuovamente intollerabile - ha aggiunto il sindaco - e credo che i borgaresi che pagano fior di quattrini per l'abbonamento al bus abbiano il diritto di viaggiare tranquilli e sicuri come tutti gli altri utenti».
 
Di atti vandalici, molestie e scippi a bordo degli autobus Gtt diretti a Borgaro se ne era parlato anche alcuni mesi fa. Specie quando Gambino, sindaco Pd, aveva provocatoriamente proposto di istituire una linea «riservata» ai nomadi. Seguirono mesi di dibattito e controlli sui bus, con pattuglie delle forze dell'ordine appositamente in servizio sul 69 per limitare l'accesso degli zingari molesti (e, molto spesso, senza biglietto). Per fronteggiare il problema dell’impossibile convivenza fra rom e utenti era stato convocato ripetutamente un tavolo tecnico sulla sicurezza. Tutto bene fino a quando vigili e carabinieri hanno smesso di salire a bordo degli autobus. Da allora il problema si è ripresentato con la stessa preoccupante frequenza. Ora Borgaro tenta la carta della vigilanza privata.
Dove è successo
Cronaca
CERESOLE REALE - Trentenne esce di casa e scompare nel nulla: la sua auto ritrovata al Nivolet
CERESOLE REALE - Trentenne esce di casa e scompare nel nulla: la sua auto ritrovata al Nivolet
Sono ore di apprensione per le sorti di un ragazzo di 30 anni, residente a Settimo Torinese, scomparso lo scorso 10 settembre. La sua auto è stata ritrovata nel Parco nazionale del Gran Paradiso. Svolta nelle ricerche
PIVERONE - Atterraggio d'emergenza per un aereo in difficoltà sui cieli del Canavese
PIVERONE - Atterraggio d
Paura oggi pomeriggio per un piccolo Piper con due persone a bordo: il pilota costretto ad atterrare in un prato a causa di un guasto. La manovra, perfettamente riuscita, vicino a Piverone. Tutti illesi
AZEGLIO - Dramma nella serata: muore a 39 anni mentre passeggia
AZEGLIO - Dramma nella serata: muore a 39 anni mentre passeggia
Un camionista è stato trovato senza vita ieri sera. Inutili i soccorsi. Indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
I ragazzi si sono piazzati in un’area compresa tra Mulino dei Boschi e le sponde dell'Orco. Da ieri sera controlli dei carabinieri
CALUSO - Donna investita: grave all'ospedale di Chivasso
CALUSO - Donna investita: grave all
La donna stava facendo una passeggiata in compagnia di un’amica che ha chiamato i soccorsi subito dopo l'incidente
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore