BOSCONERO - Carabinieri mettono in fuga i ladri: inseguimento sulla 460 a folle velocità

| L'occhio attento di un cittadino e il pronto intervento dei carabinieri hanno mandato all'aria il piano dei fuggitivi. La conferma che una chiamata al 112 (è gratuita!) può essere spesso provvidenziale

+ Miei preferiti
BOSCONERO - Carabinieri mettono in fuga i ladri: inseguimento sulla 460 a folle velocità
Provvidenziale intervento dei carabinieri della compagnia di Chivasso, ieri mattina, a Bosconero, su segnalazione di alcuni residenti del paese. Al 112, infatti, poco dopo le 10 del mattino, è arrivata la chiamata di un bosconerese che ha segnalato una vettura sospetta aggirarsi tra le abitazioni del centro. Un'Opel Astra scura con almeno tre persone a bordo. Come da prassi la centrale operativa ha spedito nella zona della segnalazione le prime gazzelle disponibili. L'auto, effettivamente, stava viaggiando nel concentrico quando i militari dell'Arma sono riusciti ad intercettarla. A quel punto l'autista dell'Asta ha spinto a tavoletta sul pedale dell'acceleratore.

Ne è nato un inseguimento con le due gazzelle dei carabinieri dal centro di Bosconero fino all'ex statale 460. Qui l'auto sospetta, con una manovra pericolosissima (visto anche il traffico in transito), si è gettata sulla corsia in direzione Lombardore. Le auto dei carabinieri sempre dietro anche se con maggiore prudenza, come giusto. Questo ha permesso ai fuggitivi di allungare le distanze e di dileguarsi una volta superato il territorio di Lombardore in direzione Leini. Possibile che alla prima uscita utile i tre abbiano deciso di abbandonare la 460 per dirigersi altrove.

Naturalmente non è chiaro quali fossero le intenzioni delle persone a bordo dell'auto in fuga. L'unica certezza è che, alla vista dei militari dell'Arma, i tre hanno deciso di scappare a tutta velocità. E' quindi possibile che si trovassero a Bosconero per studiare o mettere in atto dei furti. L'occhio attento di un cittadino e il pronto intervento dei carabinieri hanno mandato all'aria il piano dei sospetti. La conferma che una chiamata al 112 (è gratuita!) può essere spesso provvidenziale.

Cronaca
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
Alle 17, invece, i vigili del fuoco di Rivarolo Canavese e Volpiano sono intervenuti in una villetta di San Giusto Canavese per un incendio camino
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore