CANAVESE - Agricoltura in ginocchio a causa della siccità

| Allarme della Cia – Agricoltori Italiani di Torino

+ Miei preferiti
CANAVESE - Agricoltura in ginocchio a causa della siccità
Il perdurare della siccità sta mettendo in ginocchio l’agricoltura. A preoccupare la Cia – Agricoltori Italiani di Torino non è comunque solo la prossima campagna cerealicola. La scarsità d’acqua sta producendo effetti negativi in molti settori, dall’allevamento zootecnico all’apicoltura, e minaccia di trascinare l’intero comparto in una crisi senza precedenti nella memoria recente.
 
«Oggi la nostra attenzione è giustamente puntata sui roghi che punteggiano la Valsusa, il Pinerolese e il Canavese – dichiara il presidente provinciale della Cia Roberto Barbero – ma il prolungarsi di questo periodo siccitoso sta mettendo in ginocchio sia l’agricoltura sia l’ecosistema boschivo di tutte le nostre aree montane e collinari. In pianura in qualche modo, fino ad ora, è stato possibile tamponare la situazione aumentando le dotazioni di gasolio agricolo e le attività di irrigazione ma siamo vicini al punto di non ritorno. Se non arriverà una quantità di pioggia accettabile entro le prossime due settimane potremmo perdere l’anno con conseguenze incalcolabili per il nostro tessuto imprenditoriale. È il terzo anno consecutivo che si verificano eventi siccitosi – continua Barbero – non possiamo più affrontare questi fenomeni in modo emergenziale. Occorre riorientare la nostra agricoltura per essere preparati con nuove colture o varietà colturali, impianti d’irrigazione più efficienti e un sistema di politiche pubbliche che, dagli investimenti sugli invasi alle misure agroambientali nel Psr, abbia l’obiettivo di aiutare gli agricoltori a vivere del proprio lavoro  anziché di sussidi conseguenti alle calamità naturali».
 
CEREALICOLO
Grano, frumento, orzo, farro e segale. Sono i cereali autunno vernini , la cui semina si conclude tradizionalmente in tempo per la ricorrenza di San Martino, l’11 novembre, per dare il tempo alle piante di attecchire nel terreno e resistere alle gelate invernali. In provincia di Torino la sola superficie annualmente coltivata a grano ammonta a circa 19.000 ettari, per una produzione media di oltre 1 milione di quintali ed interessa più di 4.500 aziende.  La superficie ad orzo copre invece circa 3.500 ettari, per una produzione di circa 150 mila quintali, realizzati da 1.200 aziende. Tutte le aziende agricole che destinano a coltura cerealicola una superficie aziendale superiore ai 10 ettari (oltre il 50% del totale nel Torinese), per ottenere i contributi Pac (Politica Agricola Comune) per l’annualità 2018 devono dimostrare di avere adempiuto alla diversificazione delle colture, destinando alla principale una superficie non superiore al 75% del totale. Se salta la semina dei cereali autunno vernini, oltre al danno economico da quantificare, queste aziende rischiano di perdere anche i contributi della politica agricola Ue.

ALLEVAMENTO E FORAGGIO
In montagna quest’anno, a causa prima delle gelate tardive e successivamente della siccità estiva e autunnale, si è avuta una considerevole diminuzione della produzione di foraggio. In molte zone, come nel Pinerolese o nelle Valli di Lanzo, la demonticazione delle mandrie in alpeggio è stata anticipata di circa un mese per l’esaurimento dei pascoli in quota, con gravi ripercussioni sull’alimentazione del bestiame. Gli allevatori devono decidere adesso se acquistare scorte supplementari di foraggio, un bene che nell’ultimo anno ha visto un aumento dell’80% del prezzo a quintale e in molti stanno iniziando a chiedersi se vendere qualche animale non possa risultare più conveniente.
 
APICOLTURA
Il caldo anomalo di questo periodo ha inizialmente ridotto la produzione di miele e ora sta mettendo in serio pericolo la sopravvivenza stessa delle api, che si trovano a fronteggiare la scarsità d’acqua e la tendenza di fiori e piante a bloccare la secrezione di nettare e polline per concentrare le risorse in favore della propria sopravvivenza.

Cronaca
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
Clemente, già alle prese con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Chivasso e tradotto nel carcere di Ivrea
BORGIALLO - Attività non autorizzate nel night: scatta la multa
BORGIALLO - Attività non autorizzate nel night: scatta la multa
I titolari del locale hanno presentato ricorso al Tar del Piemonte: se ne discuterà nell'udienza del prossimo venti settembre
CASTELLAMONTE - Dimesso dall'ospedale di Cuorgnè, muore tre giorni dopo: lunedì il funerale
CASTELLAMONTE - Dimesso dall
Sedici giorni dopo il decesso, via libera alle esequie del volontario della Croce Rossa, Giuseppe Panella. Aveva 70 anni: era stato ricoverato dopo un tamponamento avvenuto sulla provinciale per Ozegna. Indagini in corso della procura
CERESOLE REALE - Inaugurato il sacrario in memoria del Battaglione Levanna
CERESOLE REALE - Inaugurato il sacrario in memoria del Battaglione Levanna
Un doveroso omaggio ad uno dei battaglioni storici degli Alpini che meritò due Medaglie d'Argento al Valor Militare
OMICIDIO SETTIMO - L'assassino portato in carcere a Ivrea
OMICIDIO SETTIMO - L
Associato al carcere di Ivrea, Christian Clemente, il ragazzo, che questa notte ha ucciso il patrigno a colpi di pistola
CASTELLAMONTE - Il tour della Mostra della Ceramica: tra antiche stufe e opere di grande valore - FOTO
CASTELLAMONTE - Il tour della Mostra della Ceramica: tra antiche stufe e opere di grande valore - FOTO
Abbiamo visitato alcuni punti espositivi dell'edizione numero 58 della Mostra della Ceramica di Castellamonte. Un mix tra nuove opere, frutto del concorso Ceramics in Love, e pezzi pregiati che hanno fatto la storia della ceramica
OMICIDIO - Ex poliziotto di Caselle ucciso dal figliastro a Settimo
OMICIDIO - Ex poliziotto di Caselle ucciso dal figliastro a Settimo
Tragedia ieri sera a Settimo Torinese dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso a colpi di pistola il patrigno. Poi è stato arrestato
CHIVASSO - Torna la patronale dedicata al Beato Angelo Carletti
CHIVASSO - Torna la patronale dedicata al Beato Angelo Carletti
Domenica 26 alle 10 in Duomo si terrà la Solenne celebrazione eucaristica in onore del Beato Carletti, presieduta dal vescovo di Aosta Franco Lovignana, e alle 11 ci sarà la Processione con il simulacro del Beato
CASTELLAMONTE - Roberto Perino ha vinto il concorso «Ceramics in Love» della Mostra 2018 - FOTO
CASTELLAMONTE - Roberto Perino ha vinto il concorso «Ceramics in Love» della Mostra 2018 - FOTO
Successo per il castellamontese con l'opera «Interno emerso». Al secondo posto Giacomo Lusso e Carlo Sipsz, con l'opera «Lettere d'amore alla Ceramica». Gradino più basso del podio, invece, per Nadia Allario con «L'accoppiata vincente»
PONT CANAVESE - Riprenderanno a breve le ricerche di Elisa Gualandi: nessuna speranza di trovarla viva
PONT CANAVESE - Riprenderanno a breve le ricerche di Elisa Gualandi: nessuna speranza di trovarla viva
La procura di Ivrea ha aperto un fascicolo per sequestro di persona. Un atto dovuto dal momento che, stando alle indagini dei carabinieri, la pista più accreditata è quella dell'incidente. Il giallo è ancora fittissimo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore