CANAVESE - Coldiretti cerca 16 ragazzi per il progetto «Mappare per cooperare»

| L'iniziativa, promossa insieme al Gal Valli del Canavese, è stata presentata anche a Expo Milano 2015

+ Miei preferiti
CANAVESE - Coldiretti cerca 16 ragazzi per il progetto «Mappare per cooperare»
“Mappare per cooperare”, nell’ambito dell’iniziativa “Turismo rurale accessibile per l’EXPO2015”, è il progetto che prevede di realizzare la mappatura delle eccellenze locali nei territori delle Valli di Lanzo Ceronda e Casternone e Valli del Canavese, attraverso il lavoro congiunto di 16 aziende e cooperative agroalimentari e di 16 ragazzi e ragazze, dai 18 e i 30 anni residenti nei comuni aderenti ai Gal locali, appassionati di tecnologie web. 
 
Il progetto, presentato domenica 6 settembre 2015, a Expo Milano 2015 presso il roof garden dello spazio Coldiretti, è promosso dalla Camera di commercio di Torino, realizzato operativamente da Coldiretti Torino, Uecoop Piemonte, GAL Valli di Lanzo Ceronda e Casternone e GAL Valli del Canavese e con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino «Si tratta di un’occasione per offrire un supporto da parte di esperti di informatica e di comunicazione alle aziende enogastronomiche locali, per aiutarle a descriversi e a raccontare le proprie produzioni a consumatori sempre più attenti alla provenienza di quello che mangiano – spiega Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino –. L’idea di abbinare ciascuna azienda a un giovane residente nei comuni coinvolti nasce dalla volontà di formare sul territorio una squadra di “mappatori locali” che supportino le imprese in questa prima sperimentazione: grazie a loro infatti verrà compilato un vero e proprio racconto virtuale delle eccellenze, accessibile via web a tutti i turisti e ai cittadini interessati ».
 
“Un progetto innovativo, strategico per stimolare le imprese delle nostre valli a fare sistema e cooperare utilizzando le nuove tecnologie” sottolinea Luca Bringhen, Presidente del Gal Valli del Canavese. I ragazzi partecipanti verranno selezionati sulla base di una autocandidatura da presentare entro le ore 12 del 28 settembre 2015 attraverso un modulo presente sul sito www.colturadigitale.it/mapparepercooperare. Aziende e ragazzi saranno coinvolti in due laboratori formativi, della durata di 15 giorni, con lezioni teoriche e attività di sperimentazione pratica per imparare a usare la piattaforma OpenStreetMap per geolocalizzare le risorse locali, ovvero descrivere, in modo interessante per il lettore, una realtà aziendale, un monumento storico, un percorso nella natura, una storia di persone o un prodotto locale; a corredare di immagini scattate con lo smartphone ciascun racconto.
 
Ad accompagnare ragazzi e aziende in questo percorso di formazione sono stati individuati tre professionisti di alto livello: Francesco Piero Paolicelli (@piersoft), OpenData Manager Comune di Matera, consulente OpenData Comune di Lecce, membro Task Force Agenda Digitale Lucana; Marzia Camarda, Imprenditrice e Presidente di Verba Volant (www.vv-verbavolant.it), società di servizi per l'editoria e la pubblicità di alto profilo, progetta e realizza libri, collane, contenuti multimediali ed eventi culturali per i più prestigiosi editori italiani e per il mercato internazionale; Alice Massano, Architetto e fotografa, docente di fotografia, ha curato mostre e pubblicazioni.
 
Abbinato al laboratorio formativo ci sarà un concorso tra i partecipanti. Ciascun ragazzo/a sarà abbinato ad un’azienda insieme alla quale curerà il lavoro di georeferenziazione e il racconto corredato di immagini dell’azienda stessa e di altri luoghi significativi del territorio. Tutto il lavoro confluirà su OpenStreetMap (OSM) la più grande mappa libera a livello mondiale, costruita con il contributo di tutti e i dati possono essere usati senza costi di licenza. I lavori saranno giudicati da un gruppo di esperti di comunicazione e referenti locali. I primi tre classificati saranno premiati con: 1° premio: Apple Ipad Mini 3; 2° premio: Wd My Passport Wireless; 3° premio: Easyacc Ultra Compact. 
 
«Attraverso l’edizione 2015 del progetto – chiude Fabrizio Galliati – si inizierà a costruire la mappa del territorio della Città Metropolitana di Torino e a sperimentare strumenti di cooperazione utili per coinvolgere le nostre aziende agricole, agrituristiche, cooperative nella definizione dei futuri progetti europei per il periodo 2014–2020: riteniamo inoltre interessante evidenziare come questo progetto dia centralità ai territori periferici». 
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - I medici hanno tentato di rianimare il bambino per 50 minuti
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
«Non ci risulta che al momento del via ci fossero persone in posizioni pericolose» dice l'organizzatore della gara. Sarà l'inchiesta della procura di Ivrea a stabilire se, nel corso del rally, le persone si sono spostate dai luoghi sicuri
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell'Anffas - FOTO
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell
La fondazione La Torre-Anffas, nata nel 1985 da un progetto della Regione, assiste numerosi pazienti nella sede rivarolese
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
In queste ore l'influenza di un promontorio di alta pressione esteso dal Nord Africa fino alla Penisola Scandinava, garantisce giorni soleggiati e un aumento delle temperature massime
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
Il progetto è cofinanziato da Comune di Caselle, Cim di Mappano, Compagnia di San Paolo e associazione Sinapsi
IVREA - Core festeggia i vent'anni di attività al castello di Masino
IVREA - Core festeggia i vent
L’azienda si è caratterizzata per la capacità di seguire le evoluzioni del mercato informatico, superando gli anni di crisi
AGLIE' - Muore in casa a 38 anni: ritrovato dai carabinieri
AGLIE
Si tratta di una persona nota in paese, più volte finito alla ribalta delle cronache. Anni fa aveva salvato i vicini da un incendio
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
Un bimbo di sei anni morto nell'incidente. Al volante dell'auto il pilota Cristian Milano, 47 anni, di Prascorsano, colto da un malore durante la gara. Tanti sportivi si sono stretti al dolore della famiglia del piccolo
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore