CANAVESE - Diminuiscono i tumori ma a nord di Torino si continua a morire più che in altre zone della provincia

| L'Asl To4 del Canavese ha presentato il suo studio sull'andamento della mortalità dovuta ai tumori. C'è una buona notizia: il trend della mortalità è in decremento. Purtroppo, a nord di Torino, si muore di tumore più che altrove

+ Miei preferiti
CANAVESE - Diminuiscono i tumori ma a nord di Torino si continua a morire più che in altre zone della provincia
L'Asl To4 del Canavese ha presentato il suo studio sull'andamento della mortalità dovuta ai tumori. I dati, ovviamente riguardano tutto il territorio che comprende i distretti a nord di Torino che fanno riferimento a Chivasso, Settimo Torinese, Ciriè, Lanzo, Cuorgnè e Ivrea. C'è una buona notizia: il trend della mortalità è in decremento. Purtroppo, a nord di Torino, si muore di tumore più che nel resto della provincia di Torino.
 
Nell’anno 2013 (ultimo anno disponibile dei dati controllati e validati) nel territorio dell’Asl To4 quasi 1000 uomini e oltre 700 donne sono morti a causa di un tumore maligno. Nel sesso maschile, quasi il 65% della mortalità per tumore è imputabile a tumori che hanno colpito sei organi, con il tumore più frequente responsabile della maggior parte di morti, rappresentato dal tumore del polmone della trachea e del laringe (apparato respiratorio), seguito dal tumore del colon retto , responsabile di circa il 12% delle morti, della prostata con un carico dell’8 % di mortalità per tumore e quindi dal tumore del pancreas, del fegato, della vescica e dello stomaco rispettivamente con percentuali del 6%, del 5%, del 4,5% e del 4%. 
 
Nel sesso femminile circa il 33% della mortalità per tumore è imputabile a due tipi di tumore: il tumore della mammella, che rappresenta il tumore più frequente responsabile di circa il 20% delle morti, e dal tumore del polmone, che ha causato circa il 12% dei decessi per tumore nell’anno 2013.  Il tumore del colon retto é al terzo posto tra le cause di mortalità per tumore con circa il 10% dei decessi. Merita attenzione la quota complessiva di circa il 19 % dei decessi attribuibili a tre diversi tipi di tumore in qualche modo correlabili a stili di vita (abitudini alimentari e consumo di alcol o ad infezioni virali, epatite virale): tumore del pancreas, dello stomaco e del fegato con percentuali rispettivamente del 7,3%, 5,7%, 3,3%. 
 
I dati sulla frequenza e sulla mortalità dovuta a mesotelioma (un tumore della pleura e del peritoneo) sono di grande interesse, anche se questo tumore è fra quelli a bassa frequenza. Il territorio dell’ASL TO4 ha rappresentato in passato una zona geografica a rischio specialmente per quelle zone dove prevalente era la presenza della cantieristica di produzione del cemento-amianto. In entrambi i sessi, nell’ultimo anno dei dati disponibili per l’osservazione della mortalità, la frequenza sul totale delle morti per tumore è di circa 1,5% nel sesso maschile ed inferiore all’1% nel sesso femminile. E’ bene ricordare che questo tumore ha un lungo periodo di latenza che secondo gli ultimi studi, può arrivare anche a 50 e più anni.  
 
Nel territorio dell’ASL TO4, nel confronto con le altre province della regione e con le altre ASL osservate, il dato complessivo esprime, nei periodi temporali osservati, una costante riduzione della mortalità per tutte le sedi tumorali in concordanza con la tendenza regionale. Per quanto riguarda l’incidenza, nel sesso maschile, si assiste ad una stabilizzazione del rischio (gettito di nuovi casi) a partire dalla metà degli anni 2000; il fenomeno è meno evidente nel caso del sesso femminile, dove, in relazione ad alcune sedi tumorali, si osservano deboli aumenti (tumore del polmone per l’abitudine al fumo, acquisita più tardi rispetto all’uomo, tumore della mammella e della cervice uterina, in rapporto all’anticipazione diagnostica in relazione ai programmi di screening regionale). In particolare, per quanto riguarda l’andamento temporale del tasso standardizzato di mortalità nel confronto con le altre province della regione Piemonte, il tasso per l’insieme di tutti i tumori ed in entrambi i sessi, evidenzia un livello medio leggermente più elevato rispetto alle altre province della regione Piemonte, ma con un trend comunque in decremento.
Cronaca
PONT CANAVESE - Mette una nota all'alunno: la mamma aggredisce la maestra che si sente male
PONT CANAVESE - Mette una nota all
Attimi di tensione, ieri pomeriggio intorno alle 17, a Pont Canavese, di fronte alla scuola primaria. Una mamma ha aggredito verbalmente una maestra, rea di aver comminato al figlio una nota disciplinare sul diario. E' intervenuto il 118
CANAVESANA - Anche oggi ritardi a raffica: «E' un calvario infinito»
CANAVESANA - Anche oggi ritardi a raffica: «E
Pendolari esasperati: «Di questo passo saremo costretti ad adottare forme di protesta drastiche nei confronti di Gtt»
OGLIANICO - Intervento della Protezione Civile per la sicurezza - FOTO
OGLIANICO - Intervento della Protezione Civile per la sicurezza - FOTO
Sabato, i volontari della Protezione Civile hanno pulito la sponda di via San Grato, da tempo occupata da rami e foglie
CASTELLAMONTE - Reati ambientali in un agriturismo: otto persone denunciate dai carabinieri forestali
CASTELLAMONTE - Reati ambientali in un agriturismo: otto persone denunciate dai carabinieri forestali
La grande quantità di rifiuti accumulati, stimati in circa 8000 metri cubi di materiale, e poi spianati con la finalità di realizzare un piazzale, sono risultati provenienti da altre località, quindi trasportati e poi scaricati sul terreno
CASTELLAMONTE - A Campo la commemorazione dei caduti nella Prima Guerra Mondiale
CASTELLAMONTE - A Campo la commemorazione dei caduti nella Prima Guerra Mondiale
Sabato 2 e domenica 4 novembre nella frazione Campo sono stati ricordati i Caduti della guerra 15-18 nelle date che ne segnano il Centenario dalla fine
CASELLE - L'autovelox fa strage di multe vicino all'aeroporto: 15 mila in appena un mese
CASELLE - L
Tanti prenderanno la multa per aver superato di poco il limite, c'è chi invece è stato pizzicato ai 200 chilometri orari. In un caso, invece, addirittura per ben 17 volte. Una media notevole di 500 verbali al giorno nel primo mese
IVREA - Condannata dal tribunale la giovane ladra di Natale
IVREA - Condannata dal tribunale la giovane ladra di Natale
Sabrina Javanovic, rom 23enne, si introdusse in un'abitazione di Ivrea il 23 dicembre del 2016 e rubò i regali sotto l'albero
CASTELLAMONTE - Licenziato perché ha il Parkinson: finalmente l'azienda lo riassume
CASTELLAMONTE - Licenziato perché ha il Parkinson: finalmente l
Domattina Franco Minutiello, ad un anno e mezzo dalla lettera di licenziamento, tornerà al lavoro. Una questione di dignità personale, al netto del reintegro ordinato dal tribunale. «Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino»
CERESOLE REALE - Il rifugio Massimo Mila cambia gestione
CERESOLE REALE - Il rifugio Massimo Mila cambia gestione
Sabato avrà inizio una nuova avventura per il rifugio di Ceresole Reale. In programma un «lungo» buffet dalle ore 16 alle 19
VISCHE - Esplode il bancomat della Banca d'Alba e del Canavese
VISCHE - Esplode il bancomat della Banca d
Ancora da quantificare il bottino del colpo che, comunque, secondo alcune stime, non sarebbe inferiore ai 30 mila euro
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore