CANAVESE - «Guardi i siti porno, abbiamo il video»: un'altra estorsione via mail

| I consigli della Polizia per evitare di pagare il «riscatto» ai malviventi

+ Miei preferiti
CANAVESE - «Guardi i siti porno, abbiamo il video»: unaltra estorsione via mail
Da alcune settimane migliaia di utenti sul territorio nazionale segnalano nuovamente di aver ricevuto delle mail di carattere estorsivo, nelle quali veniva richiesto, dietro minaccia, il pagamento di somme in bitcoin. Il tenore di queste mail non è affatto nuovo, anzi: l'interlocutore segnala di essere in possesso di video compromettenti che ritrarrebbero la nostra persona, filmati durante la frequentazioni di siti per adulti. Quale sia questo materiale non viene specificato, ma è chiaro che l’argomento pornografico statisticamente sia molto efficace.

Ad ogni modo, come già ricordato dalla Polizia Postale nell’ultimo trimestre dello scorso anno, quando per la prima volta tale fenomeno criminale si è manifestato, non c’è nulla di vero nelle parole dei criminali. Si tratta, insomma, di una vera e propria bufala, un pretesto elaborato per intimidire gli utenti, consumando una vera e propria cyber-estorsione. L’unico elemento autentico dell’intera vicenda è rappresentato proprio dall’utilizzo di una e-mail identica a quella del destinatario, che simula l’avvenuto accesso abusivo all’account del malcapitato, ma anche questa è una circostanza del tutto artificiosa: si tratta infatti di un vero e proprio “spoofing”, ossia di un’invenzione, che non è conseguenza di un vero e proprio attacco alla casella di posta del destinatario.

Conoscendo tali informazioni, è dunque più facile mettere in pratica i consigli della Polizia.

Anzitutto mantenere la calma: il criminale non dispone, in realtà, di alcun filmato che ci ritrae in atteggiamenti intimi né, con tutta probabilità, delle password dei profili social da cui ricavare la lista di amici o parenti.
Non pagare assolutamente alcun riscatto: l’esperienza maturata dal personale specializzato con riguardo a precedenti fattispecie criminose (come sex-estortion e diffusione di ransomware) dimostra che, persino quando il criminale dispone realmente dei nostri dati informatici, pagare il riscatto determina quale unico effetto un accanimento nelle richieste estorsive, volte ad ottenere ulteriore denaro, senza che la vittima rientri in possesso del proprio materiale.

Inoltre, in  via generale, per evitare spiacevoli inconvenienti, la Polizia Postale consiglia di proteggere adeguatamente la nostra email (ed in generale i nostri account virtuali): cambiare frequentemente le password dei propri account web, a prescindere dalla notizia di un attacco, impostandone di complesse, senza che esse contengano richiami, numeri e nomi relativi alla vita personale e familiare; non utilizzare mai la stessa password per più profili; abilitare, ove possibile, meccanismi di autenticazione “forte” ai nostri spazi virtuali, che associno all’inserimento della password, l’immissione di un codice di sicurezza ricevuto sul telefono cellulare; aggiornare sempre il sistema operativo dei nostri dispositivi; installare e tenere aggiornati adeguati sistemi antivirus.

Bisogna tenere presente che l’inoculazione (quella vera) di virus informatici capaci di assumere il controllo dei nostri dispositivi è un’attività assolutamente complessa, che deriva nella stragrande maggioranza dei casi da una precedente attività di phishing informatico, o dalla disponibilità materiale del dispositivo, o ancora dalla navigazione su siti non attendibili: è buona norma quindi non lasciare mai i nostri dispositivi incustoditi (e non protetti), guardarsi dal cliccare su link o allegati di posta elettronica sospetti, e non intraprendere la navigazione su siti che prospettino facili guadagni e ci sembrino al contempo poco professionali.

Cronaca
GIRO D'ITALIA A CERESOLE - Sgomberati altri 25 centimetri di neve: la tappa non è a rischio - FOTO
GIRO D
Super lavoro dei cantonieri della Città metropolitana in queste ore. Sono state sospese le operazioni di rappezzatura del manto stradale sulle Provinciali 460 e 50 che riprenderanno appena le condizioni meteo lo consentiranno
IVREA - Gli studenti di infermieristica a «lezione» dal Soccorso Alpino
IVREA - Gli studenti di infermieristica a «lezione» dal Soccorso Alpino
La XII Delegazione Canavesana del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha rinnovato la convenzione con la Facoltà di Infermieristica del Dipartimento della Sanità Pubblica con sede ad Ivrea
IVREA - Tante donazioni per il reparto pediatria dell'ospedale
IVREA - Tante donazioni per il reparto pediatria dell
Numerosi i benefattori che si sono resi protagonisti di diverse donazioni per un valore complessivo di circa 28 mila euro
RIVAROLO CANAVESE - Crollano dei calcinacci alle scuole medie: colpita una studentessa
RIVAROLO CANAVESE - Crollano dei calcinacci alle scuole medie: colpita una studentessa
Sono in corso gli accertamenti tecnici da parte del gli uffici del Municipio per capire che cosa abbia provocato il crollo di alcuni calcinacci. Crollo che si è verificato nell'ala più recente della scuola media inaugurata nel 2003
CASELLE - Da dicembre nuovo volo diretto per Copenhagen
CASELLE - Da dicembre nuovo volo diretto per Copenhagen
Verrà operato dalla compagnia aerea SAS Scandinavian ogni sabato dal prossimo 21 dicembre 2019, sino al 21 marzo 2020
IVREA - L'equipe medica asporta un tumore in laparoscopia
IVREA - L
Intervento complesso e raro su una massa tumorale di natura benigna, localizzata sull'ovaio sinistro, tolta a una paziente di 61 anni
CIRIE' - Tre chili di marijuana in casa: arrestato dai carabinieri un insospettabile pusher
CIRIE
Un operaio di 46 anni è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Venaria nel corso di una più articolata indagine contro lo spaccio di stupefacenti nella zona di Ciriè e nei paesi del basso Canavese
VOLPIANO - Ai domiciliari per spaccio torna in carcere per truffa
VOLPIANO - Ai domiciliari per spaccio torna in carcere per truffa
Un ragazzo di 24 anni ha messo in vendita un cellulare via internet: ha incassato 700 euro ma non ha spedito il telefono
IVREA - Una commessa coraggiosa mette in fuga il ladro del negozio
IVREA - Una commessa coraggiosa mette in fuga il ladro del negozio
L'auto utilizzata per la fuga, una station wagon blu, è stata segnalata alla polizia di Ivrea per gli accertamenti del caso
CUORGNE' - Torneo di Maggio, il Borgo San Rocco ha vinto l'edizione 2019 del palio - FOTO
CUORGNE
Si è chiusa così questa sera l'edizione 2019 del Torneo di Cuorgnè, edizione segnata anche dal maltempo che ha fatto saltare, purtroppo, il ritorno del torneo equestre. Nonostante la pioggia, però, il Torneo non è si fermato
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore