CANAVESE - I pronto soccorso stracolmi di pazienti: il sindacato punta il dito contro l'Asl To4

| Reparti di pronto soccorso presi d'assalto. E' il periodo invernale di iperafflusso nelle strutture sanitarie. Non fanno eccezione gli ospedali del Canavese. Il sindacato Nursind si scaglia contro l'azienda sanitaria

+ Miei preferiti
CANAVESE - I pronto soccorso stracolmi di pazienti: il sindacato punta il dito contro lAsl To4
Reparti di pronto soccorso presi d'assalto. E' il periodo invernale di iperafflusso nelle strutture sanitarie. Non fanno eccezione gli ospedali del Canavese. Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, si scaglia contro l'Asl To4. «Il piano per l'iperafflusso messo in atto dall'azienda non è sufficiente. Negli ultimi giorni in concomitanza con il periodo festivo, i pronto soccorso sono stati presi letteralmente d'assalto e il peggio deve ancora arrivare, considerato che l'influenza non ha raggiunto il suo picco - dice Giuseppe Summa - il problema non è tanto il numero di passaggi, ma dei pazienti che restano per giorni e giorni in attesa di ricovero».
 
Secondo i dati snocciolati dal Nursind, a Chivasso, dal 1 gennaio ad oggi, sono quasi 700 i passaggi e il giorno dopo capodanno in Pronto Soccorso si è arrivati ad avere 100 pazienti in totale. Anche Ciriè ha toccato circa 600 passaggi dal 1 Gennaio. «Sono stati inviati invano diverse volte fax al 118 per esaurimento barelle e punti di ossigeno - spiegano dal Nursind - lavorare in queste condizioni è veramente difficile se non impossibile».
 
«Ho fatto personalmente visita al Pronto Soccorso di Chivasso - racconta Summa - e ciò che ho visto con i miei occhi mi ha lasciato senza parole. Non che negli anni passati non avessimo assistito a scene simili, ma non si smette mai di provare disappunto in queste situazioni. Ed è proprio questo che ci preoccupa. Fatti di questo tipo non sono normali, ma ormai sembrano non sdegnare più nessuno. Ho visto barelle una accanto all'altra e incastrate ovunque, senza possibilità di garantire la privacy; personale stremato che ce la mette tutta per garantire ugualmente un'assistenza dignitosa e rispondere ai bisogni dell'utenza. Lavorare in quelle condizioni aumenta vertiginosamente il rischio di errore e le ore di attesa aumentano le aggressioni fisiche e verbali al personale. Chi lavora oggi nei pronto soccorso è un eroe».
 
«Come sindacato lo avevamo detto che i posti letto messi a disposizione durante il periodo di iperafflusso per il presidio Chivassese e Ciriacese che hanno chiuso il 2019 con quasi 50.000 passaggi, erano e sono assolutamente insufficienti. Inoltre il personale assunto per potenziare il pronto soccorso, non solo non ha avuto il tempo di essere formato e di divenire autonomo, ma si è ritrovato a coprire turni di dipendenti assenti mai sostituiti, andando di fatto a ristabilire la normale dotazione organica già insufficiente, anziché potenziarla».
 
A peggiorare poi la situazione del pronto soccorso chivassese è l'estensione territoriale della provenienza dell'utenza e dei mezzi di soccorso. Infatti non è raro che a Chivasso arrivino pazienti dall'Astigiano e dal Vercellese. «Ovviamente come sindacato non stiamo monitorando solo i pronto soccorso di Chivasso e Ciriè, ma anche di Ivrea, Cuorgnè e Lanzo, con particolare attenzione anche ai reparti di degenza che in questo periodo sono messi a dura prova». Il Nursind, considerato che il picco influenzale è in arrivo, chiede nell'immediato ulteriori assunzioni di infermieri e OSS e aumento dei posti letto «senza ridurre troppo l'attività chirurgica che costringerebbe i cittadini a rivolgersi ulteriormente verso il privato». Invece a lungo termine il sindacato chiede maggiore coinvolgimento nella stesura del piano per l'iperafflusso e percorsi alternativi a gestione infermieristica come avviene in altre Regioni.
Cronaca
IVREA - Suicida salvato dai vigili urbani: «Agenti degni di encomio»
IVREA - Suicida salvato dai vigili urbani: «Agenti degni di encomio»
Il gruppo «Fuori Coro», composto da centinaia di agenti della polizia locale operanti in tutta Italia, ha scritto al sindaco Sertoli
SAN BENIGNO - Un ciclista investito e ucciso: autista condannato
SAN BENIGNO - Un ciclista investito e ucciso: autista condannato
L'episodio risale alla sera del 29 marzo 2016 e si è verificato sulla provinciale 501 di Borgaro. La vittima aveva 36 anni
INQUINAMENTO - Lotta al pellet non a norma: task force fra Regione, Arpa e Carabinieri
INQUINAMENTO - Lotta al pellet non a norma: task force fra Regione, Arpa e Carabinieri
La combustione di pellet di scarsa qualità o illegale può portare ad un aumento delle emissioni di PM10 e di Ossidi di azoto fino al 50% superiori rispetto alla combustione di materiali apparentemente identici ma di fascia più alta
VOLPIANO - Pensionato precipita in montagna: salvo per miracolo
VOLPIANO - Pensionato precipita in montagna: salvo per miracolo
E' stato ricoverato con un trauma cranico, un polmone perforato e qualche costola fratturata. Non è in pericolo di vita
BORGOFRANCO - Rubati camion ed escavatore con il Gps: un arresto
BORGOFRANCO - Rubati camion ed escavatore con il Gps: un arresto
Un italiano di 55 anni, disoccupato, pregiudicato, residente a Borgofranco, dovrà adesso rispondere di ricettazione
IVREA - Svaligiata la chiesa di Sant'Ulderico: blitz dei carabinieri, un arresto e quattro denunce - VIDEO
IVREA - Svaligiata la chiesa di Sant
Un italiano arrestato per furto aggravato di decine di oggetti sacri: ostensori, testi antichi e reliquiari, compreso quello di Sant'Ulderico). Denunciati due ricettatori che vendevano i materiali nei mercatini di antiquariato della zona
VALPERGA - Il passaggio a livello resta bloccato: il traffico va in tilt
VALPERGA - Il passaggio a livello resta bloccato: il traffico va in tilt
Per oltre trenta minuti il traffico è rimasto incolonnato di fronte al passaggio a livello: notevoli i disagi sulla provinciale per Salassa
CASTELLAMONTE - Ladri in azione nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Bennet
CASTELLAMONTE - Ladri in azione nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Bennet
La donna derubata, sotto shock, ha solo fatto in tempo a chiedere aiuto al personale del centro commerciale e ad altri clienti che hanno assistito alla scena. Purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi di questo tipo
LAVORO - Ortho a Ivrea ricerca personale per ampliare lo staff
LAVORO - Ortho a Ivrea ricerca personale per ampliare lo staff
Una nuova ricerca di personale per ampliare lo staff, fornire un'opportunità di lavoro e diversificare la gamma dei servizi offerti. «Ortho» ha deciso, ancora una volta, di investire sul personale
LEINI - Scontro tra auto e camion in via Galileo: una donna ferita
LEINI - Scontro tra auto e camion in via Galileo: una donna ferita
Sul posto, per aiutare il personale medico ad estrarre l'automobilista dalle lamiere, sono intervenuti i vigili del fuoco
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore