CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI

| I dati di Ivrea, Chivasso, Cuorgnè e Ciriè. Nel corso del 2016 i reparti di pronto soccorso in tutto il Canavese hanno accolto e curato 165.857 persone (di cui il 9,6% sono state ricoverate), erogando 1.480.760 prestazioni

+ Miei preferiti
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI
Nel corso del 2016 i reparti di pronto soccorso dell'Asl To4 in tutto il Canavese hanno accolto e curato 165.857 persone (di cui il 9,6% sono state ricoverate), erogando 1.480.760 prestazioni sanitarie, pari a 8,9 prestazioni/esami per ogni paziente. Nel 75% dei casi l’attesa media dei codici bianchi e verdi per ricevere le cure si è attestata al di sotto dei 90 minuti. Il 100% dei codici rossi è stato assistito immediatamente. Sono questi alcuni significativi dati contenuti nella relazione che l'Asl To4 ha reso noto l'altra mattina a consuntivo dell'attività sanitaria degli ospedali del Canavese. 
 
Al momento sono operativi in Canavese tre dipartimenti di Emergenza Urgenza e Accettazione (i pronto soccorso Dea) ad Ivrea, Ciriè e Chivasso. Un pronto soccorso a Cuorgnè e un punto di primo intervento al Mauriziano di Lanzo. 
 
Per ogni paziente che accede al pronto soccorso viene valutata la gravità del caso clinico e assegnata una priorità d’intervento. Ad ogni livello d'urgenza viene quindi assegnato un codice colore: rosso per i casi molto gravi, giallo per i casi di media gravità, verde per quelli differibili e bianco per quelli non urgenti. I casi che sono stati considerati molto gravi (da codice rosso) sono stati, nel 2016, soltanto lo 0,6% del totale degli accessi, quelli di media gravità (codice giallo) si attestano all'11,2%, mentre quelli differibili (codice verde) sono stati i più numerosi costituendo il 84,9% dei casi esaminati. 
 
«Crediamo sinceramente che questi dati siano tali da rappresentare l'ottimo livello di assistenza che i nostri operatori svolgono ogni giorno presso i Pronto Soccorso della Asl To4 - fanno sapere dall'azienda sanitaria - rilevare un dato non significa certo smettere di cercare di migliorare ogni giorno, ma questi dati significano una cosa di certo: nel Pronto Soccorso ci sono professionisti e persone che si impegnano e che meritano tutto il nostro rispetto umano e professionale».
 
Nelle tabelle qui sotto i dati forniti dall'Asl To4.
Galleria fotografica
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 1
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 2
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 3
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 4
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 5
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 6
CANAVESE - In 165 mila hanno avuto bisogno del pronto soccorso: grave solo il 12% dei pazienti - TUTTI I DATI - immagine 7
Cronaca
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
AUTOSTRADA A4 - A fuoco camion di pile: bravi i pompieri - FOTO
AUTOSTRADA A4 - A fuoco camion di pile: bravi i pompieri - FOTO
Delicato quanto provvidenziale intervento, ieri pomeriggio, sulla bretella autostradale della A4 tra Chivasso e Verolengo
BAIRO-CASTELLAMONTE - Ennesimo incidente sulla pedemontana: cinque feriti al «solito» incrocio - FOTO
BAIRO-CASTELLAMONTE - Ennesimo incidente sulla pedemontana: cinque feriti al «solito» incrocio - FOTO
Si sono scontrate un'Audi station wagon e una Fiat Panda. Tutte le persone a bordo delle vetture sono state medicate sul posto dal personale del 118 e trasportate, per precauzione, al pronto soccorso dell'ospedale di Ivrea
OMICIDIO ROSBOCH - Domani la sentenza: Gabriele Defilippi rischia l'ergastolo. Ecco cosa può succedere
OMICIDIO ROSBOCH - Domani la sentenza: Gabriele Defilippi rischia l
Il giorno della verità è ormai arrivato. Domani mattina si conclude il processo di primo grado per l'omicidio della professoressa di Castellamonte. Alla sbarra Gabriele Defilippi e il complice Roberto Obert
INGRIA - Il piccolo Comune del Canavese ospita «La gara di rutti» dopo le polemiche a Torino
INGRIA - Il piccolo Comune del Canavese ospita «La gara di rutti» dopo le polemiche a Torino
«Non ci sono limiti di età, ci si può preparare anche con bevande gassate e mangiando le squisitezze del posto. La giuria popolare decreterà il vincitore in base al rutto più teatrale, rumoroso e stupefacente»
FELETTO - I 40 anni della Fidas in una mostra fotografica
FELETTO - I 40 anni della Fidas in una mostra fotografica
La mostra si inserisce nelle molteplici attività che si sono svolte in paese per la settimana dedicata a San Vittorio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore