CANAVESE - Incendi in Valle Orco e Valchiusella: la Regione approva il piano per ripristinare i boschi

| Per l'assessore all'ambiente e alle foreste della Regione Piemonte, con questi provvedimenti viene data una risposta concreta e organica per il ripristino del territorio danneggiato dai tragici eventi del 2017

+ Miei preferiti
CANAVESE - Incendi in Valle Orco e Valchiusella: la Regione approva il piano per ripristinare i boschi
Approvato dalla Giunta regionale il Piano straordinario di interventi di ripristino del territorio danneggiato dai devastanti incendi boschivi che hanno interessato il Piemonte tra l’ottobre e il novembre del 2017 per quasi 10mila ettari, di cui oltre 7mila di bosco, 34% in area tutelata e 55% in proprietà privata. Complici, oltre all’incuria e ai comportamenti dolosi dell’uomo, le temperature elevate, le scarse precipitazioni e i venti caldi di quel periodo. In Canavese i roghi interessarono in particolar modo la valle Orco, da Salto (frazione di Cuorgnè) fino a Locana, Sparone e Ribordone. Fiamme che arrivarono a lambire anche l'area protetta del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Nel dicembre del 2017 la Giunta aveva definito gli indirizzi con cui predisporre l’attuale Piano per il ripristino delle superfici interessate dagli eventi appena accaduti, attivando il tavolo tecnico che avrebbe in seguito dato il via ai sopralluoghi, alla stima dei danni, nonché dello stato complessivo del territorio coinvolto su cui si sarebbero basate le linee di intervento oggi definite dal Piano.

Il Piano prevede interventi selvicolturali nei territori di Locana, Ribordone, Bussoleno, Mompantero, Caprie, Rubiana, Cumiana, Cantalupa, Roure, Perrero e Traversella in provincia di Torino; Bellino, Casteldelfino, Sambuco, Pietraporzio e Demonte in provincia di Cuneo, e sarà valido fino al 31 agosto 2029 (10 stagioni silvane). Il documento assume le caratteristiche di un insieme di Piani Forestali Aziendali (9 in totale, uno per ciascun incendio) adattati per la particolare situazione di ripristino post-incendio. Partendo dall’analisi dettagliata delle categorie forestali incluse nel perimetro dell’incendio e delle funzioni forestali che interessano la zona, si descrive la severità dell’incendio e pertanto dei danni arrecati, per poi stilare una priorità di interventi nonché l’analisi dei costi.

Particolare attenzione è stata data alle aree facenti parti della Rete Natura 2000, per le quali il Ministero dell’Ambiente ha accordato la possibilità di concedere limitate deroghe ai divieti di pascolo definite dalla legge n. 353 del 2000, a condizione che venga perseguito il fine di ripristino dei rispettivi habitat. Sempre il Ministero, a seguito delle documentate situazioni di dissesto idrogeologico e di necessità di ripristino ambientale di cui si rendono necessari gli interventi, ha concesso ulteriori deroghe ai divieti di utilizzo di risorse pubbliche per eseguire le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sui terreni boscati e pascolivi percorsi da incendi per i cinque anni successivi all’evento.

Per quanto riguarda le risorse messe a disposizione – oltre a 1 milione e mezzo di euro già destinato dal Dipartimento di Protezione Civile al ripristino idrogeologico delle zone comprese tra Bussoleno, Chianocco e Mompantero – la Giunta regionale, nella stessa giornata, ha approvato le disposizioni attuative delle operazioni del Piano di Sviluppo Rurale legate alla prevenzione dei danni alle foreste da incendi e da calamità naturali, al ripristino dai danni e all’aumento della resilienza e del pregio ambientale degli ecosistemi forestali, per un totale di 19 milioni e 380mila euro. Per l’Assessore all’Ambiente e alle Foreste della Regione Piemonte, con questi provvedimenti viene data una risposta concreta e organica per il ripristino del territorio danneggiato dai tragici eventi del 2017, permettendo, al contempo di pianificare una politica futura di prevenzione e valorizzazione, sia ambientale che economica, del territorio.

Cronaca
PONT-SAN GIORGIO - Parrocchie ed enti religiosi truffati dai finti tecnici del Comune: quattro arresti - VIDEO
PONT-SAN GIORGIO - Parrocchie ed enti religiosi truffati dai finti tecnici del Comune: quattro arresti - VIDEO
Accertati 86 episodi in tutta Italia, per un guadagno di oltre 400mila euro. In Canavese i malviventi hanno colpito almeno due volte truffando i Missionari Oblati di Maria Immacolata a San Giorgio e la parrocchia di San Costanzo a Pont
IVREA - Torna «La grande invasione», il festival della lettura dal 31 maggio al 2 giugno
IVREA - Torna «La grande invasione», il festival della lettura dal 31 maggio al 2 giugno
Tra gli ospiti Concita De Gregorio, Gianni Mura, Darwin Pastorin, Matteo Nucci, Ferruccio De Bortoli, i finalisti del Premio Strega, gli stranieri Damon Krukowski, Stefan Merrill Block e Ottessa Moshfegh
CASTELLAMONTE - Grande successo per i coristi del gruppo «Canto Leggero» - FOTO
CASTELLAMONTE - Grande successo per i coristi del gruppo «Canto Leggero» - FOTO
L'esibizione, dal titolo «Cantare... è un gioco da ragazzi», è il secondo appuntamento della stagione dei Concerti di Primavera 2019, dedicata al ricordo di Michele Romana
DRAMMA A LANZO - 26enne di Ciriè si lancia dal Ponte Mosca
DRAMMA A LANZO - 26enne di Ciriè si lancia dal Ponte Mosca
Raggiunto dal personale del 118, il 26enne è stato elitrasportato al Cto. Ha riportato numerose fratture a causa della caduta
VALPERGA - Incidente sul lavoro, 35enne ferito ad un braccio
VALPERGA - Incidente sul lavoro, 35enne ferito ad un braccio
Sulla dinamica sono in corso gli accertamenti da parte dei tecnici dello Spresal dell'Asl To4. L'operaio non sarebbe in pericolo di vita
CIRIE'-SAN MAURIZIO - Derubano gli anziani davanti a chiese e cimiteri: i carabinieri arrestano due italiani
CIRIE
I due arrestati erano stati notati poco prima a bordo di una Fiat Punto, mentre si aggiravano con fare sospetto tra i luoghi maggiormente frequentati da persone anziane nei Comuni del ciriacese così i carabinieri hanno deciso di seguirli
CIRIE' - «Senza etichetta» entra nella fase finale con il grande Mogol
CIRIE
La giuria ha selezionato, tra le numerose domande pervenute da tutta la Penisola, 29 finalisti che si sfideranno domenica 26 maggio
IVREA - Detenuto ferisce un poliziotto al volto con delle forbici
IVREA - Detenuto ferisce un poliziotto al volto con delle forbici
L'ergastolano ha provocato all'agente dei tagli al volto tanto che si è reso necessario accompagnare lo stesso all'ospedale di Ivrea
FORNO - Esce di casa e scompare: ritrovato ferito in un boschetto
FORNO - Esce di casa e scompare: ritrovato ferito in un boschetto
Nel tardo pomeriggio l'uomo è stato ritrovato a terra nei pressi di un boschetto vicino al torrente Viana con una frattura alla gamba
SAN PONSO - Muore a 34 anni stroncato da un malore fulminante mentre sta lavorando
SAN PONSO - Muore a 34 anni stroncato da un malore fulminante mentre sta lavorando
Dramma oggi, martedì 21 maggio, intorno a mezzogiorno, alla Codex di via Salassa a San Ponso. Un dipendente 34enne della ditta, residente a Chivasso, si è accasciato al suolo mentre stava lavorando all'interno del capannone ed è morto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore