CANAVESE - Nasce Obiettivo Expo 2015: fantascienza?

| Confindustria e Turismo Torino credono nell’Expo 2015 come opportunità di crescita per il Canavese

+ Miei preferiti
CANAVESE - Nasce Obiettivo Expo 2015: fantascienza?
Confindustria e Turismo Torino e Provincia credono nell’Expo 2015 come opportunità di crescita e di sviluppo. Anche per il Canavese. Non è una forzatura anche se lo può sembrare. Confindustria Canavese e Turismo Torino e Provincia hanno avviato il progetto «Obiettivo Expo 2015» con il quale intendono perseguire obiettivi strategici comuni facendo sistema, dando cioè vita a una forte collaborazione tra tutti i soggetti che possono contribuire al processo di costruzione, comunicazione e vendita del nostro territorio. Tutto ciò, in particolare, per lo sviluppo del turismo locale. 
 
«Le stime relative all’Expo prevedono che i visitatori saranno circa 21 milioni (per complessivi 29 milioni di ingressi) - spiegano da Confindustria Canavese - il numero di quelli che dovranno pernottare è stato stimato in circa 13,7 milioni. Considerando una permanenza media di 2,5 giorni, i 13,7 milioni di partecipanti genereranno una domanda ricettiva pari a circa 34 milioni di presenze, pari a una media di circa 185.000 posti letto al giorno. E’ del tutto evidente che Milano da sola non potrà ospitare l’intero flusso dei visitatori».
 
Qui entra in gioco anche il Canavese. Saranno interessati al progetto “Obiettivo Expo 2015” i parlamentari del territorio, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, gli Amministratori Locali, la Camera di Commercio, le Rappresentanze Datoriali, i Sindacati e gli Operatori del turismo presenti in Canavese perché è «fondamentale creare una capacità organizzativa in grado di pensare a un’offerta turistica in modo globale ed integrato. Bisogna che il nostro territorio parli e agisca con una voce sola, trasmettendo una chiave di lettura unitaria».
 
Il turismo può, in prospettiva, rappresentare un settore di vertice assoluto per la creazione di lavoro e di ricchezza anche nel nostro territorio, con spazi di crescita di fatto preclusi a molti altri settori maturi. L’Expo 2015 è un’occasione unica in termini di visibilità che consentirà di fare conoscere la ricchezza e la varietà di suggestioni artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche di cui è dotato il Canavese. «Le linee guida di “Obiettivo Expo 2015” sono principalmente due: ci si propone di attirare in Canavese consistenti flussi turistici provenienti dall’Expo e si desidera portare l’enogastronomia canavesana a conoscenza dei visitatori dell’evento». 
 
«Soprattutto nella congiuntura attuale – spiega Fabrizio Gea, presidente di Confindustria Canavese - l’Expo assume una valenza assolutamente strategica, perché è un driver di crescita economica e occupazionale e un formidabile acceleratore per la realizzazione di infrastrutture che il nostro sistema produttivo chiede da anni e che sono determinanti per la competitività delle imprese». Dello stesso avviso Daniela Broglio di Turismo Torino: «L'obiettivo è mettere in rete tutte le eccellenze locali che concorrono a formare l’attrattività canavesana. L'Expo costituisce un’occasione irripetibile che servirà non soltanto a mantenere alto il trend regionale, ma fungerà sicuramente da volano per fare conoscere un’area come il Canavese, ricca di potenzialità e attrattive».
Cronaca
RIVAROLO - Carabinieri nelle scuole per la «lezione di legalità»
RIVAROLO - Carabinieri nelle scuole per la «lezione di legalità»
I militari della compagnia di Ivrea hanno incontrato più di 100 studenti dell'Istituto di Istruzione Scientifica e Tecnica Aldo Moro
BUSANO - Ai domiciliari per omicidio, guida con una patente falsa: denunciato, torna in carcere
BUSANO - Ai domiciliari per omicidio, guida con una patente falsa: denunciato, torna in carcere
In qualche maniera, il 59enne era riuscito a farsi rinnovare la patente di guida con un nome diverso (visto che la sua, quella vera, era stata revocata). In questo modo ai controlli delle forze dell'ordine risultava sempre incensurato
SANITA' - Franco Valtorta nuovo direttore del Servizio di Igiene Sanità
SANITA
Il dottor Valtorta ha iniziato la carriera professionale nel 1986 al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'allora Ussl 26 di Venaria
CASTELLAMONTE - I Parkinsoniani chiedono aiuto al territorio
CASTELLAMONTE - I Parkinsoniani chiedono aiuto al territorio
Nei locali dell'ex ospedale di Castellamonte l'associazione sta definendo i dettagli del nuovo progetto «Torniamo a sorridere»
MAZZE' - Incendio doloso devasta una casetta: salvo un asinello
MAZZE
I vigili del fuoco di Ivrea e Chivasso hanno lavorato più di un paio d'ore per domare il rogo che ha devastato la struttura
CANAVESE - Prenotare gli esami e ritirare i referti direttamente in farmacia: oggi si può
CANAVESE - Prenotare gli esami e ritirare i referti direttamente in farmacia: oggi si può
E' stato definito un accordo sperimentale tra l'Asl To4 e Federfarma Torino per i servizi di prenotazione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali e di ritiro dei referti di laboratorio analisi
BORGARO - Ricercato per i furti si presenta da solo in carcere...
BORGARO - Ricercato per i furti si presenta da solo in carcere...
Individuato dai carabinieri l'autore dei colpi commessi in un negozio di ferramenta e in un'agenzia di viaggi a febbraio e marzo
IVREA - Morti d'amianto in Olivetti: «Sentenza inaccettabile»
IVREA - Morti d
«Forse ai giudici è mancato il coraggio di confermare una sentenza di primo grado importante» dice Federico Bellono della Fiom-Cgil
OGLIANICO - Rapina in tabaccheria: il titolare affronta i malviventi e li fa scappare
OGLIANICO - Rapina in tabaccheria: il titolare affronta i malviventi e li fa scappare
Due malviventi hanno tentato l'assalto alla tabaccheria-edicola in centro: hanno rinunciato dopo la reazione del titolare e sono stati costretti a scappare a mani vuote. Indagini dei carabinieri di Rivarolo Canavese in corso
AMIANTO ALLA OLIVETTI - Tutti assolti in appello: nessun colpevole per gli operai morti
AMIANTO ALLA OLIVETTI - Tutti assolti in appello: nessun colpevole per gli operai morti
Le motivazioni della sentenza saranno depositate tra 90 giorni. I giudici hanno condannato le parti civili, compreso il Comune di Ivrea, al pagamento delle spese processuali. La procura pronta a ricorrere in Cassazione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore