CANAVESE - Negli ospedali personale «costretto a lavorare gratis» per non lasciare i pazienti

| «In caso di assenza improvvisa, infermieri e oss, sono costretti a prolungare il proprio orario di lavoro o ad essere richiamati in servizio nel proprio giorno di riposo», denuncia il Nursind. Pronta la replica dell'Asl To4

+ Miei preferiti
CANAVESE - Negli ospedali personale «costretto a lavorare gratis» per non lasciare i pazienti
Da diverso tempo il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, denuncia l'assenza di un piano per la copertura delle assenze improvvise di infermieri e operatori nei reparti articolati sui tre turni dell'Asl To4. Secondo il sindacato la situazione è a rischio per i pazienti. 
 
«In caso di assenza improvvisa causata, ad esempio, da malattia, infermieri e oss, si vedono costretti a prolungare il proprio orario di lavoro, o a vedersi modificare il turno o addirittura ad essere richiamati in servizio nel proprio giorno di riposo - dice Giuseppe Summa, segretario del Nursind Torino - considerato l'elevato carico assistenziale e le difficili condizioni di lavoro alle quali il personale oggi è sottoposto, oltre a chiedere a gran voce assunzioni e a denunciare irregolarità alle autorità competenti, come sindacato abbiamo chiesto all'azienda su base volontaria e nel rispetto in materia di orario di lavoro, di poter almeno remunerare i dipendenti investiti da tale disagio».
 
Secondo il sindacato «la continuità assistenziale viene garantita solo grazie al buon senso del personale, che spinto da una responsabilità etica (più di quanto ne abbia l'Asl To4) nei confronti dei cittadini, accetta di mettersi a disposizione a titolo gratuito anche quando non dovrebbe. Pertanto come sindacato, chiediamo che l'azienda non faccia ricadere tale incombenza tutta sulle spalle dei lavoratori, spesso spinti da un ricatto morale tipicamente diffuso negli ambienti dove si lavora a contattatto con la salute  dei cittadini». 
 
A giugno del 2017, l'Asl To4 aveva convocato un incontro per discutere dell'argomento come richiesto dal Nursind, ma dopo quella data il tutto si è arenato. Il sindacato aveva chiesto di utilizzare risorse economiche differenti (ex-prestazioni aggiuntive) che non richiedessero il vincolo della sottoscrizione di un accordo con le organizzazioni sindacali ma nulla è cambiato. «Restiamo sbalorditi - aggiunge Summa - di come una proposta utile sia per i lavoratori che per l'azienda e cittadini, possa essere ignorata. Qualora non dovessero tenere conto delle nostre richieste, consegneremo un modulo a tutti i dipendenti, con il quale si diffiderà l'azienda ad utilizzare il numero di cellulare personale al di fuori dell'orario di lavoro. Forse solo mettendo a rischio la continuità assistenziale, l'azienda sarà obbligata ad assumersi i propri oneri».
 
Pronta la replica dell'Asl To4: «In questo periodo di elezioni delle Rsu, l'azienda si è data come regola quella di non intervenire, pubblicamente, con commenti in relazione alle iniziative delle sigle sindacali in competizione. Sul tema specifico si ritiene però necessario, con molto rispetto, precisare quanto segue. La maggior parte delle assenze è sostituita con personale gestito direttamente dagli uffici gestione professioni sanitarie. Nei casi in cui sia necessario attivare altre modalità, il personale è in servizio ed è quindi retribuito anche con straordinario. Il progetto proposto è tuttora al vaglio di tutte le Organizzazioni Sindacali poiché riguarda l'utilizzo di fondi. Le prestazioni aggiuntive sono state autorizzate dalla Direzione Generale per il periodo di iperafflusso e per altre situazioni di momentanea emergenza.
 
Le attività di cui sopra sono svolte dagli uffici a ciò dedicati con il mandato di rispettare il benessere psico/fisico degli infermieri, il rispetto della normativa sull'orario di lavoro, peraltro oggetto di nuove specifiche disposizioni nell'ambito del contratto collettivo nazionale del comparto stipulato nei giorni scorsi a livello nazionale, e questo per garantire il maggior grado possibile di qualità dei servizi ai cittadini».
Dove è successo
Cronaca
BROSSO - Precipita con il parapendio: ora è in prognosi riservata
BROSSO - Precipita con il parapendio: ora è in prognosi riservata
Dramma oggi pomeriggio in Valchiusella: vittima dell'incidente un uomo di 41 anni salvato dal soccorso alpino
MAZZE' - Incidente mortale: il paese piange Roberto Peretto. Aveva solo 36 anni - FOTO
MAZZE
Il 36enne è rimasto vittima di un incidente a Rondissone mentre era in sella alla propria motocicletta Yamaha. La due ruote è andata a sbattere contro un carro attrezzi. L'impatto è stato violentissimo e il centauro è morto sul colpo
TRAGEDIA A RONDISSONE - Motociclista si scontra con un carro attrezzi e muore sul colpo - FOTO
TRAGEDIA A RONDISSONE - Motociclista si scontra con un carro attrezzi e muore sul colpo - FOTO
La dinamica è adesso al vaglio dei carabinieri della compagnia di Chivasso. La provinciale 90 In entrambe le direzioni è stata chiusa. Sul posto hanno operato anche i vigili del fuoco di Chivasso
CUORGNE' - Una lezione speciale per i bimbi di Priacco
CUORGNE
Funzionari dell'Aci di Ivrea e vigili urbani per un'iniziativa che mira a sensibilizzare i bambini sull'uso responsabile della bicicletta sulla strada
IVREA - Nasce il master in telemedicina: lo sostiene anche l'Asl To4
IVREA - Nasce il master in telemedicina: lo sostiene anche l
«Il nostro territorio, molto ampio e disomogeneo dal punto di vista geomorfologico ci orienta verso cure a domicilio»
LEINI - La moglie di Pavarotti visita il teatro dedicato al maestro
LEINI - La moglie di Pavarotti visita il teatro dedicato al maestro
«Nel corso della mia vita ho visto molti teatri, è difficile che resti colpita. Oggi però è successo» ha detto Nicoletta Mantovani
RIVAROLO - Entra nel pub e muore: addio a Giovanni Gallo Balma
RIVAROLO - Entra nel pub e muore: addio a Giovanni Gallo Balma
Lutto ad Obiano per il presidente del gruppo ricreativo. Il funerale giovedì 26, alle 11, nella chiesa parrocchiale di San Giacomo
CUORGNE' - Torneo di Maggio a numero chiuso: tetto massimo di 4000 spettatori in centro
CUORGNE
La Pro loco, con grande impegno, in virtù anche delle nuove norme di sicurezza imposte dalla circolare Gabrielli, ha deciso di riproporre in grande stile la manifestazione storica che caratterizza Cuorgnè
CUORGNE' - Dal 25 Aprile una richiesta di supporto al territorio
CUORGNE
La scuola sta organizzando un evento rivolto a 35 allievi che hanno deciso di partecipare al progetto «Scuola e territorio»
MAPPANO - Gli zingari prendono a sassate l'ambulanza della Cri
MAPPANO - Gli zingari prendono a sassate l
L'episodio al campo nomadi di via Germagnano a Torino. «Per fortuna non ci sono stati ingenti danni o feriti», fanno sapere dalla Cri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore