CANAVESE - Negli ospedali personale «costretto a lavorare gratis» per non lasciare i pazienti

| «In caso di assenza improvvisa, infermieri e oss, sono costretti a prolungare il proprio orario di lavoro o ad essere richiamati in servizio nel proprio giorno di riposo», denuncia il Nursind. Pronta la replica dell'Asl To4

+ Miei preferiti
CANAVESE - Negli ospedali personale «costretto a lavorare gratis» per non lasciare i pazienti
Da diverso tempo il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, denuncia l'assenza di un piano per la copertura delle assenze improvvise di infermieri e operatori nei reparti articolati sui tre turni dell'Asl To4. Secondo il sindacato la situazione è a rischio per i pazienti. 
 
«In caso di assenza improvvisa causata, ad esempio, da malattia, infermieri e oss, si vedono costretti a prolungare il proprio orario di lavoro, o a vedersi modificare il turno o addirittura ad essere richiamati in servizio nel proprio giorno di riposo - dice Giuseppe Summa, segretario del Nursind Torino - considerato l'elevato carico assistenziale e le difficili condizioni di lavoro alle quali il personale oggi è sottoposto, oltre a chiedere a gran voce assunzioni e a denunciare irregolarità alle autorità competenti, come sindacato abbiamo chiesto all'azienda su base volontaria e nel rispetto in materia di orario di lavoro, di poter almeno remunerare i dipendenti investiti da tale disagio».
 
Secondo il sindacato «la continuità assistenziale viene garantita solo grazie al buon senso del personale, che spinto da una responsabilità etica (più di quanto ne abbia l'Asl To4) nei confronti dei cittadini, accetta di mettersi a disposizione a titolo gratuito anche quando non dovrebbe. Pertanto come sindacato, chiediamo che l'azienda non faccia ricadere tale incombenza tutta sulle spalle dei lavoratori, spesso spinti da un ricatto morale tipicamente diffuso negli ambienti dove si lavora a contattatto con la salute  dei cittadini». 
 
A giugno del 2017, l'Asl To4 aveva convocato un incontro per discutere dell'argomento come richiesto dal Nursind, ma dopo quella data il tutto si è arenato. Il sindacato aveva chiesto di utilizzare risorse economiche differenti (ex-prestazioni aggiuntive) che non richiedessero il vincolo della sottoscrizione di un accordo con le organizzazioni sindacali ma nulla è cambiato. «Restiamo sbalorditi - aggiunge Summa - di come una proposta utile sia per i lavoratori che per l'azienda e cittadini, possa essere ignorata. Qualora non dovessero tenere conto delle nostre richieste, consegneremo un modulo a tutti i dipendenti, con il quale si diffiderà l'azienda ad utilizzare il numero di cellulare personale al di fuori dell'orario di lavoro. Forse solo mettendo a rischio la continuità assistenziale, l'azienda sarà obbligata ad assumersi i propri oneri».
 
Pronta la replica dell'Asl To4: «In questo periodo di elezioni delle Rsu, l'azienda si è data come regola quella di non intervenire, pubblicamente, con commenti in relazione alle iniziative delle sigle sindacali in competizione. Sul tema specifico si ritiene però necessario, con molto rispetto, precisare quanto segue. La maggior parte delle assenze è sostituita con personale gestito direttamente dagli uffici gestione professioni sanitarie. Nei casi in cui sia necessario attivare altre modalità, il personale è in servizio ed è quindi retribuito anche con straordinario. Il progetto proposto è tuttora al vaglio di tutte le Organizzazioni Sindacali poiché riguarda l'utilizzo di fondi. Le prestazioni aggiuntive sono state autorizzate dalla Direzione Generale per il periodo di iperafflusso e per altre situazioni di momentanea emergenza.
 
Le attività di cui sopra sono svolte dagli uffici a ciò dedicati con il mandato di rispettare il benessere psico/fisico degli infermieri, il rispetto della normativa sull'orario di lavoro, peraltro oggetto di nuove specifiche disposizioni nell'ambito del contratto collettivo nazionale del comparto stipulato nei giorni scorsi a livello nazionale, e questo per garantire il maggior grado possibile di qualità dei servizi ai cittadini».
Cronaca
OZEGNA - Una lezione speciale con gli Aib per i bimbi delle scuole
OZEGNA - Una lezione speciale con gli Aib per i bimbi delle scuole
Una "mission", quella dei volontari, svolta spesso nell'ombra ma importantissima nei momenti di emergenza
SCOSSA DI TERREMOTO IN CANAVESE MAGNITUDO 2.2: E' LA TERZA IN 60 GIORNI
SCOSSA DI TERREMOTO IN CANAVESE MAGNITUDO 2.2: E
Un'altra scossa di terremoto in Canavese. La terza in due mesi. Anche questa lieve, per fortuna, rilevata dai sismologi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia al confine tra i territori comunali di Locana e di Ribordone
OMICIDIO DI RIVAROLO - Ridotta la pena in Appello a Mario Perri
OMICIDIO DI RIVAROLO - Ridotta la pena in Appello a Mario Perri
La Corte d'Appello ha ridotto la condanna nei confronti di Mario Perri, killer del panettiere di Feletto, Pierpaolo Pomatto
SALUTE - L'Asl To4 organizza «Le giornate eporediesi della salute mentale»
SALUTE - L
Lunedì 19 e martedì 20 novembre presso il Polo Formativo Officine H di Ivrea sono state organizzate "Le giornate eporediesi della salute mentale"
CASTELLAMONTE - Accesso alla scuola bloccato: mamme furenti
CASTELLAMONTE - Accesso alla scuola bloccato: mamme furenti
Genitori sul piede di guerra, oggi, in piazza Repubblica dove l'accesso alla scuola primaria è rimasto parzialmente bloccato
CIRIE' - Così il piromane dei bus è stato preso dai carabinieri - VIDEO
CIRIE
L'attenta visione delle telecamere ha permesso ai militari di identificare il 50enne. Lui stesso, una volta in caserma, ha confessato
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
Gli arrestati, a seguito di perquisizione della loro abitazione, sono stati trovati in possesso di una pistola a tamburo alterata
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
Mercoledì una signora ha sorpreso due ladri all'interno della sua abitazione e li ha costretti alla fuga. In paese è raffica di furti. Nonostante l'aumento dei controlli da parte dei carabinieri i malviventi continuano a fuggire
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
Le telecamere in dotazione alla polizia municipale sono 20, una per ogni agente, e sono costate circa 400 euro ciascuna
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
Domenica 11 novembre a Bologna si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso nazionale “Comuni Fioriti a Ronco sono state assegnate 2 stelle su 4
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore