CASTELLAMONTE - «Giorgia ti amo», poi si toglie la vita. La lettera del vigile Gianni Forma

| In ESCLUSIVA la struggente missiva che l'agente ha scritto alla moglie preannunciando il suo drammatico gesto

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - «Giorgia ti amo», poi si toglie la vita. La lettera del vigile Gianni Forma
Su richiesta della famiglia pubblichiamo integralmente la lettera che Gianni Forma, 53 anni, ha scritto l'altra mattina prima di andare in comando, a Castellamonte, e togliersi la vita. I famigliari hanno ritenuto opportuno pubblicare le sue parole perchè emerga, in questo difficile momento, la sofferenza che l'uomo ha vissuto. Per il dolore alla schiena, certo, ma anche per una certa indifferenza che, suo malgrado, ha riscontrato nella sanità. Forma era stato al pronto soccorso di Ivrea il 13 aprile e, martedì scorso, a quello di Cuorgnè. Nessuno dei medici, però, era stato in grado di dirgli da cosa era realmente provocato quel mal di schiena lancinante. Un dolore fortissimo che, alla fine, lo ha portato al gesto anticonservativo. Il primo pensiero della missiva, ovviamente, è andato alla moglie.
 
«Giorgia ti amo.
Non riesco a reggere il dolore. Perdonami ma cerca di capire. Siamo andati dappertutto, ci hanno rimandati a casa con due pastiglie e ci hanno lasciati soli. Questa è la sanità italiana.
Neanche le suppliche sono servite. Tu hai fatto tutto il possibile per sostenermi e starmi vicino, alcuni amici ci hanno aiutato ma la classe medica ha solo e sempre scaricato il problema: diagnosi di colite, ernia discale, prescrizioni di fisioterapia, massaggi.
Nessuno ha accolto le mie e le tue suppliche che evidenziavano questo dolore fisico così intenso da non lasciarci dormire entrambi per settimane.
Nessun ricovero in ospedale per accertare la causa del dolore così intenso, solo prescrizioni di farmaci a domicilio, di cui conosci la lista e l'assoluta inefficacia.
Il dolore che provo, parlo di dolore fisico, non viene preso in considerazione, non si cerca di accertarne le cause ed eliminarlo ma si guardano i parametri vitali e, se sono a posto, a casa.
Peccato che questo dolore che non ti dà tregua ti porti a cercare la liberazione da esso. Ma tu sei lasciato solo e, assieme a te, i tuoi familiari. Nessuna traccia di umanità in questo. Se provi dolore intenso è perchè sei depresso, non "sei depresso" perchè provi un dolore che non ti dà tregua.
Spero che la mia esperienza di rincorsa alla sanità pubblica e privata con richieste di aiuto, testimoniate dagli amici che mi hanno accompagnato o dai pazienti presenti al pronto soccorso con me, testimonino un sistema che lascia il singolo totalmente solo.
Ma io non sono stupido e nemmeno tu. Solo il cancro può dare un dolore e un deperimento così.
Un abbraccio alle uniche persone che hanno resto parti della mia vita intense ed ineguagliabili: Ester, Clemente e la mia adorata Giorgia. Con lei ho conosciuto l'amore nel senso più pieno del termine. Persone stupende».
Cronaca
ALLARME INCENDI - Bruciano i boschi di mezzo Canavese - FOTO
ALLARME INCENDI - Bruciano i boschi di mezzo Canavese - FOTO
Non si ferma la scia di fuoco partita domenica pomeriggio. Decine di squadre di vigili del fuoco e Aib al lavoro anche la notte
CANAVESE - Vendono su internet abbigliamento contraffatto: otto denunciati dalla Guardia di Finanza
CANAVESE - Vendono su internet abbigliamento contraffatto: otto denunciati dalla Guardia di Finanza
Otto le perquisizioni eseguite nelle abitazioni di altrettanti venditori di nazionalità italiana e oltre 600 i capi di abbigliamento e gli accessori contraffatti sequestrati, per un valore di mercato di oltre 30.000 euro
RIVAROLO CANAVESE - Donna in fin di vita soccorsa sul ponte dell'Orco - FOTO E VIDEO SOCCORSI
RIVAROLO CANAVESE - Donna in fin di vita soccorsa sul ponte dell
Una donna di 59 anni residente a Rivarolo Canavese è stata ritrovata nei pressi del ponte dell'Orco tra Rivarolo Canavese e Ozegna, oggi pomeriggio intorno alle 17. E' stata elitrasportata d'urgenza in ospedale
IVREA - Un carnevale più sostenibile con il compost all'arancia
IVREA - Un carnevale più sostenibile con il compost all
Il week end appena concluso ha visto il debutto ufficiale del compost nato dal recupero delle arance e dei rifiuti organici
RIVAROLO - Un incendio minaccia il canile: cani in salvo - VIDEO
RIVAROLO - Un incendio minaccia il canile: cani in salvo - VIDEO
Un incendio sterpaglie alimentato dal vento si è pericolosamente avvicinato alla struttura che ospita decine di cani
CANAVESE - Allerta incendi: bruciano i boschi sopra Ribordone. Il forte vento alimenta il fuoco
CANAVESE - Allerta incendi: bruciano i boschi sopra Ribordone. Il forte vento alimenta il fuoco
Il fronte dell'incendio si è sviluppato nella stessa zona di Ribordone dove già ieri, nel tardo pomeriggio, hanno operato le squadre di vigili del fuoco e Aib. A causa del vento forte, infatti, il rogo è tornato ad alimentarsi
AGLIE' - Paese in lutto per l'addio a Daniele Ferrando
AGLIE
Stimato professionista, nel 2000 aveva impersonato il conte di San Martino, personaggio principale dello storico Carluvà d'Ajè
BANCHETTE - Con la pistola all'assalto dell'ufficio postale
BANCHETTE - Con la pistola all
Torna a colpire la banda degli uffici postali. L'altra mattina, intorno a mezzogiorno, colpo a Banchette ma bottino esiguo
VOLPIANO - Evade per andare a prendere un gelato: condannato
VOLPIANO - Evade per andare a prendere un gelato: condannato
Otto mesi inflitti ad un uomo di 48 anni, già ai domiciliari a Volpiano, uscito per andare a prendere un gelato al figlio...
BORGOFRANCO D'IVREA - Uomo precipita da un muretto: salvato dal soccorso alpino - VIDEO DEI SOCCORSI
BORGOFRANCO D
Provvidenziale intervento, ieri mattina, per i tecnici della stazione di Ivrea del soccorso alpino che hanno gestito con grande preparazione e competenza un intervento complesso nella zona di Borgofranco. Il ferito elitrasportato al Cto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore