CASTELLAMONTE - La casetta di Celestina non sarà abbattuta

| L'ambulatorio della guaritrice che combatteva il fuoco di Sant’Antonio è finito in tribunale. La donna è scomparsa due anni fa

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La casetta di Celestina non sarà abbattuta
Niente demolizione a Sant'Anna Boschi, frazione di Castellamonte, per la casetta di nonna Celestina, la mitica guaritrice che combatteva il fuoco di Sant’Antonio e della quale si occupò anche la popolare trasmissione tv «Misteri». Lo ha stabilito il Tar Piemonte accogliendo il ricorso dei parenti della donna (scomparsa nel 2015 a 91 anni) che si erano opposti, l'anno scorso, all'ordinanza di demolizione del Comune di Castellamonte. 
 
In frazione Sant'Anna Boschi, Celestina Ronchetto Rabagliati ha curato per decenni le persone affette dal doloroso fuoco di Sant'Antonio. E lo ha fatto all'interno di quella casupola che a maggio dell'anno scorso, morta la proprietaria, l'ufficio tecnico del Comune ha bollato come «abusiva». I giudici del Tar, invece, hanno sentenziato il contrario. Perchè se la casetta è stata realizzata senza titolo, «è documentato che il manufatto esiste almeno dagli anni ottanta ed è stato utilizzato per l’attività di guaritrice», conferma il tribunale nella sentenza. Quindi il Comune ha ordinato la demolizione «dopo quantomeno trent'anni dall'edificazione nei confronti di soggetti non responsabili della stessa», gli eredi. L'ordinanza di demolizione, oggi, non trova «la sussitenza dell'interesse pubblico». 
 
Celestina ha fatto la contadina per tutta la vita e, nel tempo libero, ha ricevuto i pazienti in quella piccola rimessa che chiamava «ambulatorio». Arrivavano da tutta Italia per farsi curare (gratis) con gli scopini di saggina riscaldati sul fuoco. L'ambulatorio resterà al suo posto e potrà diventare la sede dell'associazione «Casetta del fuoco Celestina», la onlus fondata proprio dagli eredi della guaritrice.
Cronaca
FAVRIA - Incidente stradale, Panda finisce nel canale - VIDEO
FAVRIA - Incidente stradale, Panda finisce nel canale - VIDEO
Un pensionato a bordo di una Fiat Panda, per cause in fase di accertamento, è finito nella roggia che corre a lato della provinciale
SPARONE - Scossa di terremoto nel corso della notte - I DATI
SPARONE - Scossa di terremoto nel corso della notte - I DATI
Scossa di terremoto, nella notte tra lunedì e martedì, con epicentro a Sparone, poco distante dal confine del Parco
CUORGNE'-IVREA - Ubriachi al volante: quattro denunciati. Uno era persino senza patente...
CUORGNE
Record lungo la provinciale 45 a Cuorgnè: automobilista con tasso alcolemico sei volte e mezzo superiore al limite consentito. Altre due persone, invece, segnalate alla prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti
CANAVESE - Visite sportive in nero: denunciati due medici dalla guardia di finanza
CANAVESE - Visite sportive in nero: denunciati due medici dalla guardia di finanza
Al momento di rilasciare i certificati medici per attività sportiva agonistica, omettevano, sistematicamente, di emettere le ricevute fiscali e di conseguenza di dichiarare i loro compensi. Un medico di Ciriè e uno di Lanzo nei guai
LEINI - Grave incidente stradale, tre feriti e traffico a lungo in tilt
LEINI - Grave incidente stradale, tre feriti e traffico a lungo in tilt
Per cause in fase di accertamento si è verificato uno scontro frontale tra un camion di una ditta di trasporti e una Toyota Yaris
LEVONE - Land Rover da record: la maxi scritta è realtà - VIDEO
LEVONE - Land Rover da record: la maxi scritta è realtà - VIDEO
L'iniziativa, mai realizzata in Italia, ha avuto un grande successo. Nella stessa giornata in paese la Sagra del Pignoletto
IVREA - Detenuto 41enne picchia un poliziotto e lo manda in ospedale
IVREA - Detenuto 41enne picchia un poliziotto e lo manda in ospedale
A dare la notizia è il segretario generale Osapp, Leo Beneduci: «Del degrado nelle carceri italiane ne fanno le spese i poliziotti»
BRANDIZZO - Capo dei vigili muore soffocato in una pizzeria
BRANDIZZO - Capo dei vigili muore soffocato in una pizzeria
Pirrazzo, 50 anni di Rivoli, secondo il medico legale sarebbe morto per «asfissia da intasamento da bolo alimentare»
FELETTO - Incendio danneggia la cabina della Telecom - FOTO
FELETTO - Incendio danneggia la cabina della Telecom - FOTO
Sul posto hanno operato i vigili del fuoco che hanno domato il rogo evitando che le fiamme potessero estendersi all'intera struttura
IVREA - Intercultura presenta borse di studio e viaggi all'estero
IVREA - Intercultura presenta borse di studio e viaggi all
Negli ultimi anni frequentare un anno scolastico all'estero durante le scuole superiori è diventata una pratica molto diffusa
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore