CASTELLAMONTE - La mamma di Gloria Rosboch non si arrende: oggi è stata sentita in procura a Torino

| La procura di Torino e quella di Ivrea stanno mettendo insieme i pezzi per ricostruire la vicenda. Per fare luce sulla truffa che, in un modo o nell'altro, ha avuto sicuramente ampie ripercussioni sulla vita della professoressa

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La mamma di Gloria Rosboch non si arrende: oggi è stata sentita in procura a Torino
Mamma Marisa è una donna tutta d'un pezzo. Coriacea, testarda, canavesana al cento per cento. Non ha intenzione di arrendersi. Per lei, la figlia Gloria Rosboch, 49 anni, non è andata via di casa volontariamente e nemmeno si è suicidata. Qualcuno le ha fatto fare una brutta, bruttissima fine. Marisa More, questo, lo ha ripetuto oggi anche al sostituto procuratore Cristina Bianconi della procura di Torino che l'ha sentita per tre ore come persona informata sui fatti. L'indagine è quella relativa alla truffa da 187 mila euro che la donna aveva subito, un anno e mezzo fa, dall'ex allievo Gabriele D., 22 anni.
 
La procura di Torino e quella di Ivrea stanno mettendo insieme i pezzi per ricostruire la vicenda. Per fare luce sulla truffa che, in un modo o nell'altro, ha avuto sicuramente ampie ripercussioni sulla vita della professoressa di Castellamonte. Un legame che gli inquirenti stanno cercando di ricostruire passo dopo passo. I due fascicoli d'indagine viaggiano fin qui su due binari paralleli. Ovviamente, con la scomparsa della professoressa (che a fine settembre ha denunciato l'ex allievo) l'indagine per la truffa ha subito una brusca accelerazione. In fondo, mamma Marisa chiede solo un po' di giustizia: vuole sapere che fine ha fatto la sua unica figlia. Dalla sua, ha un'incredibile forza d'animo che in queste tre settimane di dramma, l'ha sostenuta anche nei momenti peggiori, impedendole di crollare.
 
«Ho poche speranze che sia ancora viva - ripete la mamma ormai da settimane - dal giorno in cui è scomparsa io l'ho sempre pensata morta. Per me è da allora che non c'è più. Certo che spero che un giorno suoni il campanello per dirmi “sono qui”. In questo momento non voglio nemmeno pensare a quei soldi. Ormai sono persi. Quelli proprio non mi interessano. Vorrei solo sapere qualcosa di mia figlia perché lei vale di più». Del caso, ormai, ne parla tutta Italia. Le tv nazionali, infatti, mantengono i riflettori su questo assurdo dramma. Riflettori che, nel bene o nel male, hanno avuto il pregio di mantenere alta anche l'attenzione degli investigatori. L'auspicio è che, presto, arrivino novità determinanti per chiudere il caso. 
Dove è successo
Cronaca
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore