CASTELLAMONTE - La mamma di Gloria Rosboch non si arrende: oggi è stata sentita in procura a Torino

| La procura di Torino e quella di Ivrea stanno mettendo insieme i pezzi per ricostruire la vicenda. Per fare luce sulla truffa che, in un modo o nell'altro, ha avuto sicuramente ampie ripercussioni sulla vita della professoressa

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La mamma di Gloria Rosboch non si arrende: oggi è stata sentita in procura a Torino
Mamma Marisa è una donna tutta d'un pezzo. Coriacea, testarda, canavesana al cento per cento. Non ha intenzione di arrendersi. Per lei, la figlia Gloria Rosboch, 49 anni, non è andata via di casa volontariamente e nemmeno si è suicidata. Qualcuno le ha fatto fare una brutta, bruttissima fine. Marisa More, questo, lo ha ripetuto oggi anche al sostituto procuratore Cristina Bianconi della procura di Torino che l'ha sentita per tre ore come persona informata sui fatti. L'indagine è quella relativa alla truffa da 187 mila euro che la donna aveva subito, un anno e mezzo fa, dall'ex allievo Gabriele D., 22 anni.
 
La procura di Torino e quella di Ivrea stanno mettendo insieme i pezzi per ricostruire la vicenda. Per fare luce sulla truffa che, in un modo o nell'altro, ha avuto sicuramente ampie ripercussioni sulla vita della professoressa di Castellamonte. Un legame che gli inquirenti stanno cercando di ricostruire passo dopo passo. I due fascicoli d'indagine viaggiano fin qui su due binari paralleli. Ovviamente, con la scomparsa della professoressa (che a fine settembre ha denunciato l'ex allievo) l'indagine per la truffa ha subito una brusca accelerazione. In fondo, mamma Marisa chiede solo un po' di giustizia: vuole sapere che fine ha fatto la sua unica figlia. Dalla sua, ha un'incredibile forza d'animo che in queste tre settimane di dramma, l'ha sostenuta anche nei momenti peggiori, impedendole di crollare.
 
«Ho poche speranze che sia ancora viva - ripete la mamma ormai da settimane - dal giorno in cui è scomparsa io l'ho sempre pensata morta. Per me è da allora che non c'è più. Certo che spero che un giorno suoni il campanello per dirmi “sono qui”. In questo momento non voglio nemmeno pensare a quei soldi. Ormai sono persi. Quelli proprio non mi interessano. Vorrei solo sapere qualcosa di mia figlia perché lei vale di più». Del caso, ormai, ne parla tutta Italia. Le tv nazionali, infatti, mantengono i riflettori su questo assurdo dramma. Riflettori che, nel bene o nel male, hanno avuto il pregio di mantenere alta anche l'attenzione degli investigatori. L'auspicio è che, presto, arrivino novità determinanti per chiudere il caso. 
Cronaca
SAN FRANCESCO - Officina abusiva: meccanico denunciato in procura
SAN FRANCESCO - Officina abusiva: meccanico denunciato in procura
All'interno di un garage i finanzieri hanno rinvenuto una decina di motocicli in corso di riparazione: è stato tutto sequestrato
TRAVERSELLA - Turisti bloccati in quota salvati con l'elicottero
TRAVERSELLA - Turisti bloccati in quota salvati con l
Il gruppo è stato sorpreso dal maltempo nella zona del lago Sucal e ha perso il sentiero per scendere da quota 2122 metri
UFO IN CANAVESE - Aeronautica ammette dopo un mese: caccia in volo per una esercitazione
UFO IN CANAVESE - Aeronautica ammette dopo un mese: caccia in volo per una esercitazione
Niente Ufo (oggetti non identificati) nei cieli del Canavese lo scorso sei giugno. Ma l’aeronautica militare, dopo un mese di inspiegabile silenzio sulla vicenda, ha ammesso la presenza di due caccia
CUORGNE-IVREA - Un nuovo strumento laser per le operazioni
CUORGNE-IVREA - Un nuovo strumento laser per le operazioni
Con la tecnologia si riducono le degenze e si accorciano i tempi per la ripresa delle persone operate
IVREA LAVORO - Il Comune è in cerca di cinque dipendenti
IVREA LAVORO - Il Comune è in cerca di cinque dipendenti
Bando di mobilità esterna riservato a dipendenti della Pubblica Amministrazione per la copertura di 5 posti di vari profili
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
I carabinieri li hanno arrestati due giorni fa, al termine di una lunga indagine coordinata dalla Procura di Ivrea. Secondo gli inquirenti i due andavano a colpo sicuro. Almeno sei le rapine messe a segno
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
Provvidenziale intervento del soccorso alpino che ha tratto in salvo le quattro escursioniste in difficoltà
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
E' stata proclamata l'immagine vincitrice, intitolata "La storia della borgata in uno scatto, pomeriggi passati ad ammirare", scattata dall'esperto fotografo Alberto Peracchio
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
Una bomba di acqua si è abbattuta con violenza questa sera in una vasta zona di alto e basso Canavese
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
Le indagini sono coordinate dalla polizia colombiana ma anche in Italia gli accertamenti stanno seguendo una pista precisa
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore