CASTELLAMONTE - Scritte sul muro della «Cresto», la scuola della professoressa Gloria Rosboch

| Il vandalo di turno, forse in risposta a una pagella non proprio eccezionale, ha preso di mira la scuola media della città. Con una vernice rossa ha scritto sul retro del plesso di strada del Ghiaro che ospita anche la sede dei vigili

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Scritte sul muro della «Cresto», la scuola della professoressa Gloria Rosboch
Frase eloquente. Ma il bersaglio, per ora, resta un mistero. Tornano i vandali a Castellamonte dove già nel recente passato sono comparse numerose scritte sui muri. Solo che, questa volta, la scritta è comparsa sul muro della scuola media «Cresto», la scuola dove insegnava la professoressa Gloria Rosboch. Lo stesso plesso all'interno del quale, un mese fa, il dirigente scolastico Ennio Rutigliano aveva intitolato la sala insegnanti proprio alla memoria della prof uccisa dall'ex allievo Gabriele Defilippi. 

Del caso se ne stanno occupando gli agenti della polizia municipale di Castellamonte che, tra l'altro, hanno la sede proprio all'interno della scuola media Cresto, nei locali che, un tempo, erano del custode. Il vandalo di turno, scavalcando le recinzioni della scuola, ha probabilmente agito di notte, lontano da occhi indiscreti. Potrebbe anche essere uno studente della stessa scuola media, forse non proprio soddisfatto dell'esito dell'anno scolastico che si è appena concluso. Gli accertamenti sono in corso.

Gli inquirenti, comunque, escludono dei legami con la triste vicenda dell'omicidio della professoressa Rosboch. Quindi la scritta comparsa sul muro della scuola nulla avrebbe a che vedere con quelle, vergate sempre con una vernice rossa, che qualche mese fa hanno tirato in ballo proprio Gabriele Defilippi, autore dell'omicidio. Scritte rivolte a un residente di Castellamonte realizzate da ignoti al cimitero e sul muro di contenimento dei tornanti che portano alla frazione Filia.

Dove è successo
Cronaca
CALUSO - Maxi rissa in cortile tra vicini di casa: due arresti. Dieci persone finiscono in ospedale
CALUSO - Maxi rissa in cortile tra vicini di casa: due arresti. Dieci persone finiscono in ospedale
Cosa abbia scatenato la violenza è ancora un mistero. Probabilmente qualche dispetto tra vicini di casa e alcuni episodi che si sarebbero trascinati nel tempo. Compresa, forse, l'uccisione di un cane di proprietà di una delle due famiglie
IVREA - Lavori in corso per rifare tutta la segnaletica orizzontale
IVREA - Lavori in corso per rifare tutta la segnaletica orizzontale
I lavori verranno eseguiti tenendo conto dell traffico cittadino e potranno essere svolti anche nelle ore notturne
SAN MARTINO - Un romanzo fa rivivere il mito dell'Andrea Doria
SAN MARTINO - Un romanzo fa rivivere il mito dell
Sarà presentato a Palazzo Lascaris un testo che riabilita la figura del comandante Piero Calamai
BORGARO - Muore al ristorante soffocata da un pezzo di carne
BORGARO - Muore al ristorante soffocata da un pezzo di carne
Vittima una donna di 76 anni. I parenti hanno tentato di liberarle la trachea ma non sono riusciti a a terminare la manovra
SANITA' - L'Asl To4 non chiuderà la pediatria di Chivasso
SANITA
Le voci di eventuali chiusure, per l'Asl, sono «prive di fondamento»
VOLPIANO - Incendio in alloggio: due intossicati, morto un gatto
VOLPIANO - Incendio in alloggio: due intossicati, morto un gatto
L'incendio sarebbe partito da un corto circuito a un elettrodomestico. Madre e figlio intossicati ricoverati a Chivasso
IVREA - Falso cieco di Ciriè denunciato dalla Guardia di Finanza
IVREA - Falso cieco di Ciriè denunciato dalla Guardia di Finanza
Truffa ai danni dello Stato è il reato contestato all'uomo, che avrebbe percepito, negli ultimi anni, oltre 100 mila euro
GUARDIA DI FINANZA - Musica e film gratis: chiusi 20 siti internet
GUARDIA DI FINANZA - Musica e film gratis: chiusi 20 siti internet
I finanzieri del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche hanno sferrato un duro colpo ai "pirati" informatici
CUORGNE' - Auto danneggia tubo: fuga di gas in strada
CUORGNE
Sul posto, per la messa in sicurezza, sono intervenuti i vigili del fuoco di Cuorgnè e Ivrea
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
Nell'ambito della stessa operazione, i militari dell'Arma hanno denunciato due studenti, di 22 e di 30 anni, sempre residenti a Lombardore, dal momento che è emerso che gli stessi avevano curato la piantagione insieme ai due fratelli
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore