CASTELLAMONTE - Sette giorni di angoscia per Gloria Rosboch, la professoressa scomparsa nel nulla

| Cosa sappiamo e cosa ancora non sappiamo dell'anomala scomparsa della donna, uno dei gialli di questo inizio d'anno. A una settimana dalla denuncia dei famigliari proviamo a capire che cosa può essere successo

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Sette giorni di angoscia per Gloria Rosboch, la professoressa scomparsa nel nulla
Una settimana fa iniziavano le ricerche di Gloria Rosboch, la professoressa di 49 anni, residente a Castellamonte, scomparsa nel nulla dopo essere uscita dalla propria abitazione di via Barengo. Otto giorni di dubbi, indagini e lacrime. C'è qualcosa che non quadra in questa vicenda. Solo che il rompicapo, per il momento, è ancora lontano da una soluzione. Molto lontano. 
 
carabinieri stanno indagando sugli spostamenti della professoressa che dal 1997 lavorava come insegnante di sostegno alla scuola media Cresto. Sempre a tempo determinato, 18 ore alla settimana. Proprio questa incertezza nel futuro l’aveva spinta, un anno fa, a prelevare dal proprio conto 180 mila euro. Soldi consegnati a un conoscente di Ivrea (amico di famiglia) che le aveva prospettato un lavoro in Francia. Le cose non si sono concretizzate e i soldi sono spariti. Proprio come Gloria.
 
Il giorno della scomparsa (mercoledì 13 gennaio) la donna esce da scuola alle 13 ma torna a casa 45 minuti dopo (anche se, tra la Cresto e l’abitazione ci sono dieci minuti scarsi di camminata). Nel frattempo chiama a casa e, agli anziani genitori, dice che arriverà in ritardo perché deve parlare con un collega. Alle 14.45, dopo pranzo, esce di nuovo con una scusa: «C’è una riunione a scuola, torno dopo». Invece alla Cresto non c’è nessuna riunione e lei, a casa, non tornerà più. Alle 14.50 viene registrata dalle telecamere della Posta. Cinque minuti dopo viene vista in via Nigra da un testimone. Poi, più nulla. Ieri a Castellamonte c'erano la Rai Mediaset. Purtroppo la risonanza mediatica, fin qui, non ha portato a nulla. Ai carabinieri e alla famiglia non è arrivata nessuna segnalazione utile.
 
Tante le ipotesi. L'allontanamento volontario: in tal caso la professoressa ha scelto di cambiare vita. Lascia a casa il telefono cellulare e i documenti. Sparisce perchè ha scelto di farlo; il suicidio: ancora sconvolta da quei soldi persi in malo modo un anno fa, alle prese con una presunta depressione, decide di farla finita. Si muove a piedi: non può essere andata tanto lontano. I vigili del fuoco hanno passato al setaccio tutti i luoghi "sensibili" in tal senso ma non hanno trovato traccia del corpo. Oppure, uscita di casa con una scusa banale (quella della riunione che non c'è), Gloria incontra qualcuno in pieno centro a Castellamonte. Sale in auto con questa persone e scompare. Per i famigliari qualcuno le avrebbe fatto fare una brutta fine. Manca però un movente credibile. Il giallo si fa sempre più fitto.
Galleria fotografica
CASTELLAMONTE - Sette giorni di angoscia per Gloria Rosboch, la professoressa scomparsa nel nulla - immagine 1
CASTELLAMONTE - Sette giorni di angoscia per Gloria Rosboch, la professoressa scomparsa nel nulla - immagine 2
Dove è successo
Cronaca
IVREA - Un carnevale più sostenibile con il compost all'arancia
IVREA - Un carnevale più sostenibile con il compost all
Il week end appena concluso ha visto il debutto ufficiale del compost nato dal recupero delle arance e dei rifiuti organici
RIVAROLO CANAVESE - Donna in fin di vita soccorsa sul ponte dell'Orco - FOTO E VIDEO SOCCORSI
RIVAROLO CANAVESE - Donna in fin di vita soccorsa sul ponte dell
Una donna di 59 anni residente a Rivarolo Canavese è stata ritrovata nei pressi del ponte dell'Orco tra Rivarolo Canavese e Ozegna, oggi pomeriggio intorno alle 17. E' stata elitrasportata d'urgenza in ospedale
RIVAROLO - Un incendio minaccia il canile: cani in salvo - VIDEO
RIVAROLO - Un incendio minaccia il canile: cani in salvo - VIDEO
Un incendio sterpaglie alimentato dal vento si è pericolosamente avvicinato alla struttura che ospita decine di cani
CANAVESE - Allerta incendi: bruciano i boschi sopra Ribordone. Il forte vento alimenta il fuoco
CANAVESE - Allerta incendi: bruciano i boschi sopra Ribordone. Il forte vento alimenta il fuoco
Il fronte dell'incendio si è sviluppato nella stessa zona di Ribordone dove già ieri, nel tardo pomeriggio, hanno operato le squadre di vigili del fuoco e Aib. A causa del vento forte, infatti, il rogo è tornato ad alimentarsi
AGLIE' - Paese in lutto per l'addio a Daniele Ferrando
AGLIE
Stimato professionista, nel 2000 aveva impersonato il conte di San Martino, personaggio principale dello storico Carluvà d'Ajè
VOLPIANO - Evade per andare a prendere un gelato: condannato
VOLPIANO - Evade per andare a prendere un gelato: condannato
Otto mesi inflitti ad un uomo di 48 anni, già ai domiciliari a Volpiano, uscito per andare a prendere un gelato al figlio...
BANCHETTE - Con la pistola all'assalto dell'ufficio postale del paese
BANCHETTE - Con la pistola all
Torna a colpire la banda degli uffici postali. L'altra mattina, intorno a mezzogiorno, colpo a Banchette ma bottino esiguo
BORGOFRANCO D'IVREA - Uomo precipita da un muretto: salvato dal soccorso alpino - VIDEO DEI SOCCORSI
BORGOFRANCO D
Provvidenziale intervento, ieri mattina, per i tecnici della stazione di Ivrea del soccorso alpino che hanno gestito con grande preparazione e competenza un intervento complesso nella zona di Borgofranco. Il ferito elitrasportato al Cto
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato
SOLIDARIETA' - L'abbigliamento sequestrato dalla Finanza donato al Cottolengo
SOLIDARIETA
Sono oltre 3000 capi di abbigliamento sottratti al mercato della contraffazione nel corso di una recente operazione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore