CASTELLAMONTE - Una importante donazione per il centro sull'autismo

| Una generosa donazione dell'Associazione Ausilia Onlus permetterà all'Asl To4 di realizzare una stanza multisensoriale

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Una importante donazione per il centro sullautismo
Una generosa donazione dell'Associazione Ausilia Onlus permetterà all'Asl To4 di realizzare una stanza multisensoriale nell’ambito del Centro diurno aziendale per adulti con autismo che avrà sede presso nel presidio sanitario di Castellamonte. Il progetto, per il quale sono stati donati i 25 mila euro necessari, è stato presentato durante la serata di solidarietà «Aiutaci ad aiutare», organizzata da Ausilia alla Reggia di Venaria Reale lo scorso lunedì 17 settembre. «L'attenzione e la solidarietà dimostrateci da Ausilia – commenta il direttore generale dell'Asl, Lorenzo Ardissone – facendo proprio un progetto a noi molto caro, ci riempiono di orgoglio perché testimoniano il riconoscimento della credibilità e dell’affidabilità dell’azienda, della professionalità dei nostri operatori e della qualità dei servizi offerti ai nostri cittadini».

Il Centro diurno per adulti con autismo opererà in continuità con il Centro aziendale per la diagnosi dei Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta, e sarà ubicato nella stessa sede. Dopo l’inquadramento diagnostico e la definizione di un progetto di trattamento, la persona potrà accedere al Centro diurno con un programma personalizzato, sia per la tipologia degli interventi sia per i tempi di frequenza. L’autismo è un disturbo caratterizzato da un difetto nella comunicazione e nella sintonia interpersonale. I disturbi sensoriali nelle persone con autismo sono molteplici. Tutti e cinque i sensi sono implicati e a essi si aggiunge il sesto senso legato all’equilibrio corporeo, importante nel determinare un disequilibrio a seconda delle caratteristiche ambientali. I principali disturbi sensoriali oscillano tra i due poli dell’ipo e dell’ipersensibilità agli stimoli ambientali: distorsioni percettive, sovraccarico percettivo, difficoltà nell’elaborare informazioni provenienti da più fonti contemporaneamente, iperselettività degli stimoli ne sono un esempio. Le distorsioni sensoriali condizionano negativamente la vita delle persone affette da autismo, pertanto la progettazione di ambienti a loro rivolti deve tendere a ridurre i disturbi sensoriali.

Un contesto di vita per le persone con autismo deve essere caratterizzato da elementi stabili, costanti, con poche distrazioni ma, nel contempo, deve essere suscettibile di una continua riorganizzazione centrata sulle esigenze espresse e non espresse dagli utenti. «Sulla base di questi presupposti – dice Ardissone – abbiamo definito progetti che tengano conto di quello che le persone con autismo possono fare e non esclusivamente della loro disabilità, cioè di ciò che non possono fare. Abbiamo così pensato a uno spazio appropriato per i pasti, secondo un modello di ambiente diviso in spazi circoscritti, separati, ma nel contempo comunicanti, a una serie di laboratori e a una stanza multisensoriale». La stanza multisensoriale è un ambiente ricreativo e di rilassamento, studiato per rispondere in modo globale, attraverso la stimolazione di diversi sensi, ai bisogni psico-sensoriali delle persone con autismo. Risulta utile dopo le attività abilitative e indicato per ridurre situazioni di crisi.

La stanza può essere vissuta con i terapisti, lavorando su aspetti sensoriali e corporei. È adatta nel facilitare l’apprendimento, la percezione e decodificazione del proprio disagio per motivi sensoriali. Risponde a bisogni di contenimento e di stimolazione in un ambiente rassicurante e piacevole. Interessante è la possibilità, per la persona, di programmare il percorso di stimolazione sensoriale attraverso un programma appositamente studiato, con supporto di tablet. La persona può programmare la seduta in base alle proprie necessità e al proprio benessere, regolando la diffusione di colori, suoni e immagini sullo schermo a parete.

Cronaca
ORIO CANAVESE - Il fantasma di un bimbo nell'ex preventorio abbandonato: intervento della «Paranormal Detection Unit»
ORIO CANAVESE - Il fantasma di un bimbo nell
Un gruppo di ricercatori del paranormale che, da anni, si occupa di scandagliare luoghi pubblici o privati dove si suppone possano esserci degli spettri, ha visitato la vecchia struttura di Orio per verificare una «leggenda»
CASTELLAMONTE - Teleriscaldamento ko: mezza città al freddo
CASTELLAMONTE - Teleriscaldamento ko: mezza città al freddo
Una serie di guasti ha limitato l'operatività della centrale di strada del Ghiaro, con ampi disagi per cittadini e commercianti
RIVAROLO - Per la signora Adele sono 100: super festa alla San Francesco
RIVAROLO - Per la signora Adele sono 100: super festa alla San Francesco
E' stata la signora Adele Giorda stessa, lucidissima ed emozionata, ad effettuare l'alzabandiera, tra applausi e auguri
CASTELLAMONTE - Giovanna Tinetti, l'astrofisica che scopre nuovi pianeti, diventa cittadina onoraria
CASTELLAMONTE - Giovanna Tinetti, l
Giovanna Tinetti sarà a Castellamonte martedì 10 dicembre per incontrare i ragazzi delle scuole e ricevere il riconoscimento dal Consiglio comunale. «Un'iniziativa doverosa» dice il sindaco Pasquale Mazza
CANAVESE - L'elicottero del 118 atterra anche di notte a Valprato Soana, San Giusto e Busano
CANAVESE - L
Venerdì triplo atterraggio test in tre Comuni diversi del Canavese
VOLPIANO - Cadavere in avanzato stato di decomposizione ritrovato in un campo di via Monviso: indagini dei carabinieri in corso
VOLPIANO - Cadavere in avanzato stato di decomposizione ritrovato in un campo di via Monviso: indagini dei carabinieri in corso
Un residente della zona ha individuato un teschio appeso con una corda ad un albero e, poco distante, quel che rimaneva del corpo. Sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Chivasso
GIALLO NELLA NOTTE - Trovato morto un uomo di Baldissero Canavese: era ricercato per rapina
GIALLO NELLA NOTTE - Trovato morto un uomo di Baldissero Canavese: era ricercato per rapina
La procura di Torino ha aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per abbandono di cadavere. Secondo il medico legale la morte del 77enne di Baldissero Canavese risalirebbe alla serata di martedì 3 dicembre
RIVAROLO - Un altro incendio nelle cantine di via Trieste - FOTO
RIVAROLO - Un altro incendio nelle cantine di via Trieste - FOTO
Ancora un rogo in via Trieste, nella stessa palazzina dove i vigili del fuoco sono già intervenuti ripetutamente nei mesi scorsi
DRAMMA NELLA NOTTE - Uomo di Baldissero Canavese trovato morto su una panchina a Torino: è stato scaricato da un'auto
DRAMMA NELLA NOTTE - Uomo di Baldissero Canavese trovato morto su una panchina a Torino: è stato scaricato da un
Stando all'esame esterno effettuato dal medico legale, il decesso sarebbe avvenuto almeno cinque ore prima del ritrovamento del corpo sulla panchina. I carabinieri stanno indagando sulla vita dell'uomo: al momento non è esclusa alcuna pista
CASTELLAMONTE - Violenza sessuale su una minorenne: 50enne arrestato dai carabinieri dopo la condanna in tribunale
CASTELLAMONTE - Violenza sessuale su una minorenne: 50enne arrestato dai carabinieri dopo la condanna in tribunale
Sono in aumento anche in Canavese gli interventi delle forze dell'ordine per reati che vanno dai maltrattamenti in famiglia alle violenze sessuali, sempre con donne vittime di soprusi. Spesso gli episodi si sviluppano nel contesto domestico
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore