CERESOLE REALE - La Royal Marathon è stata una prova di valore anche per i volontari

| Decine di squadre del soccorso alpino sul tracciato, tre le ambulanze pronte a intervenire (di cui una con medico e infermiere a bordo, per interventi di soccorso avanzato) e una tenda medica di primo soccorso

+ Miei preferiti
CERESOLE REALE - La Royal Marathon è stata una prova di valore anche per i volontari
Domenica 16 luglio è tornata la Royal Ultra Sky Marathon Gran Pradiso, prima delle tre tappe delle Sky Runner World Series categoria Sky Extreme (International Skyrunning Federation), ossia il vertice del campionato mondiale di skyrunning nonché tappa della Skyrunner Italy Series categoria Sky Ultra. Sette i colli e 55 chilometri di lunghezza con 4141 metri di dislivello positivo nella pura natura selvaggia del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Quasi 400 concorrenti di 35 nazionalità diverse, insomma l’evento dell’anno per gli skyrunners a cui hanno creduto prima di tutto i due sponsor Montura e Iren.
 
Questa edizione mondiale della Royal, Stefano Roletti il geniale organizzatore ha voluto dedicarla ad un uomo che, come pochi altri, ha dato lustro all’Italia in tutto il Mondo: Luigi Amedeo di Savoia Aosta, il Duca degli Abruzzi e con lo stesso spirito di abnegazione molti volontari sono stati impegnati nel soccorso medico degli atleti e dei numerosi spettatori sparsi sul tracciato. Diversi mesi prima dell’evento, i volontari, si sono organizzati per affrontare qualsiasi tipo di emergenza e hanno scelto con entusiasmo di dedicarsi al prossimo anche in una splendida giornata di sole all’insegna del divertimento.
 
Un grande lavoro di squadra, il loro, che vede impegnate decine di volontari del corpo nazionale del soccorso alpino della XII delegazione Canavesana e i volontari del soccorso di Ceresole e Noasca, della Croce Bianca di Valperga e di Ivrea Soccorso del comitato ANPAS (Associazione Nazionale pubbliche assistenze). Decine di squadre del soccorso alpino sul tracciato, tre le ambulanze pronte a intervenire (di cui una con medico e infermiere a bordo, per interventi di soccorso avanzato) e una tenda medica di primo soccorso allestimento a Ceresole Reale, per dare supporto a tutti coloro, corridori e pubblico, che necessitano di cure ed assistenza. Senza contare l’ausilio di un elicottero della Pellissier Helicopter e la centrale di coordinamento interforze allestita nei pressi dell’arrivo, composta dalla rappresentanza degli operatori sanitari e dei guardia parco per il coordinamento degli interventi. 
 
Qual è lo spirito che spinge gli atleti a scalare montagne e spinge i volontari ad impegnarsi così duramente nel soccorso? «Lo stesso spirto - rispondono all'unisono i volontari - nulla di materiale e venale, ma solo la gratificazione di aiutare oltre i più bisognosi anche il territorio». Una prova di valore di un territorio e della sua gente che ha unito le energie per far conoscere al mondo la natura del parco del Gran Paradiso. La sua gente e i suoi valori: l’aiuto del prossimo, accoglienza e lo sport, come ha sottolineato anche l’assessore regionale allo sport Giovanni Ferraris, intervenuto all’evento, ribadendo l’importanza di questa gara e il grande lavoro che è stato fatto per far conoscere il parco del Gran Paradiso. Nonostante si sia chiusa questa edizione della Royal Sky Marathon, per i volontari del soccorso continua l’insostituibile impegno in tutte quelle situazioni quotidiane in cui c’è bisogno di aiuto, facendo la differenza spesso tra la vita e la morte.
Dove è successo
Cronaca
FELETTO-LUSIGLIE' - Rave party: trovata viva la ragazza dispersa nei boschi - FOTO
FELETTO-LUSIGLIE
Hanno avuto esito positivo le ricerche della ragazza di 28anni residente in provincia di Macerata che risultava dispersa nel corso del rave party lungo l'Orco. E' stata ritrovata con l'ausilio dell'elicottero dei vigili del fuoco
DRAMMA AL RAVE PARTY - Una ragazza dispersa: ricerche in corso lungo il torrente Orco
DRAMMA AL RAVE PARTY - Una ragazza dispersa: ricerche in corso lungo il torrente Orco
Una ragazza di 28 anni risulta dispersa da questa mattina. Il suo telefono suona a vuoto e la famiglia, dalle Marche, ha chiesto aiuto a Vigili del Fuoco e carabinieri. Le ricerche sono al momento in corso lungo l'Orco
OZEGNA - Scoperta in piazza la «Madonna del Nespolo» - VIDEO
OZEGNA - Scoperta in piazza la «Madonna del Nespolo» - VIDEO
L'opera è stata installata di fronte alla chiesa del paese dopo l'approvazione della Sovrintendenza alle Belle Arti
FELETTO-LUSIGLIE' - In tanti al rave party sull'Orco: la festa andrà avanti fino a domani - FOTO
FELETTO-LUSIGLIE
In mattinata si è anche reso necessario l'intervento del 118 per un giovane che si è sentito male. Sul posto, come da prassi, sta operando anche il personale dell'Asl To4. Numerose le pattuglie dei carabinieri in zona
FELETTO-LUSIGLIE' - Rave party con centinaia di ragazzi sulle rive del torrente Orco
FELETTO-LUSIGLIE
Per tutta la notte musica ad alto volume anche se, questa volta, gli organizzatori hanno studiato qualche accorgimento "tecnico" per ridurre al minimo le emissioni verso il centro abitato di Feletto. I carabinieri presidiano la zona
IVREA - Festa d'estate degli ipovedenti al centro di via Jervis
IVREA - Festa d
Si rinnova il tradizionale momento di convivialità che intende testimoniare i progressi ottenuti dai disabili visivi
RIVARA - Grande festa per il compleanno del liceo musicale - FOTO
RIVARA - Grande festa per il compleanno del liceo musicale - FOTO
L'Associazione Liceo Musicale di Rivarolo Canavese ha festeggiato i suoi primi 25 anni di attività sul territorio canavesano
MONTAGNA - L'Uncem scrive a Conte: «Al lavoro per le terre alte»
MONTAGNA - L
Il Presidente Uncem Antonio Di Maria, a nome della Giunta, del Consiglio nazionale e delle Delegazioni regionali, ha inviato una lettera con gli auguri di buon lavoro al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ai nuovi Ministri
TRAGEDIA A IVREA - Detenuto si uccide in carcere: protestano gli altri reclusi
TRAGEDIA A IVREA - Detenuto si uccide in carcere: protestano gli altri reclusi
Dramma nel carcere di Ivrea dove la scorsa notte un detenuto si è tolto la vita impiccandosi alle grate della propria cella con un lenzuolo. Gli altri reclusi hanno dato vita ad alcune proteste: situazione esplosiva
RIVAROLO - Il piccolo mondo di Guareschi in Canavese
RIVAROLO - Il piccolo mondo di Guareschi in Canavese
Di questo mondo piccolo che si è parlato con Paolo Gulisano e Alessandro Gnocchi, invitati a Rivarolo dall'associazione John Henry Newman
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore