CERESOLE REALE-NOASCA - Volontari del soccorso a piedi: per la Regione l'ambulanza è troppo vecchia

| L'ambulanza del 2003, nonostante abbia percorso solo 38 mila chilometri, non può più circolare. Per la Regione è troppo vecchia: la legge sui mezzi di soccorso stabilisce (solo in Piemonte) una vita massima di 15 anni dall'immatricolazione

+ Miei preferiti
CERESOLE REALE-NOASCA - Volontari del soccorso a piedi: per la Regione lambulanza è troppo vecchia
Volontari del soccorso a piedi. E, per giunta, in una zona, quella della Valle Orco, dove i soccorsi sono sempre particolarmente difficoltosi e delicati. L'ambulanza del 2003, nonostante abbia appena 38 mila chilometri, non può più circolare. Per la Regione è troppo vecchia dal momento che la legge sui mezzi di soccorso stabilisce (solo in Piemonte...) una vita massima di quindici anni dalla data di immatricolazione. Non sono previste deroghe. Per questo i volontari, guidati dal presidente Graziano Bellanzon, hanno scritto una lettera aperta alla popolazione: c'è bisogno dell'aiuto di tutti per acquistare un'altra ambulanza.

«Spettabili Amministratori dei Comuni, Amministratori della città Metropolitana e della Regione Piemonte, alla popolazione dell’Alta valle Orco, alle Imprese del territorio, alle Fondazioni bancarie. Con la presente vi scriviamo per rendervi partecipi del problema che è sorto dall’inizio del mese di febbraio a causa di una legge Regionale in vigore - scrivono i volontari del soccorso di Ceresole Reale e Noasca - l'associazione svolge la sua attività di trasporto sanitario, soccorso sanitario ed assistenza sanitaria ad eventi e manifestazioni da 21 anni. Molte sono state le difficoltà economiche e organizzative in tutti questi anni, però grazie all’impegno dei Volontari, delle Amministrazioni Comunali e dei privati cittadini, siamo sempre riusciti a far fronte alle innumerevoli spese di gestione Associativa ed a espletare gran parte dei servizi richiesti.

Purtroppo dal 31 gennaio 2018 la nostra ambulanza fiat Ducato, donata nell’anno 2003 dalla Fondazione Crt di Torino, la quale continuiamo a ringraziare, non sarà più utilizzabile in quanto la Delibera Regionale del 11 giugno 2007, vieta alle Asl di competenza di rilasciare il Certificato di idoneità sanitaria per il trasporto di malati e feriti dopo il quindicesimo anno di età dalla prima immatricolazione. Inoltre non si potrà neanche più utilizzare per i servizi di assistenza o quant’altro, perciò è da rottamare, nonostante il mezzo abbia solo 38.412 chilometri.
   
Trovandoci con un unico mezzo a disposizione (ambulanza immatricolata nel 2013 stazionante a Ceresole), saremo costretti a decidere se, non svolgere più i servizi di assistenza sanitaria alle manifestazioni ed eventi di ogni genere, oppure non coprire le emergenze per il 118 nei giorni di Assistenza ad altri eventi, andando in qualsiasi dei due casi a non poter più svolgere in pieno le attività dell’Associazione; inoltre non sarà più presente un mezzo di soccorso nel Comune di Noasca, il tutto a discapito della popolazione del nostro territorio».

Cronaca
EDITORIA - Fondi ai giornali locali in Canavese, assolti gli ex editori
EDITORIA - Fondi ai giornali locali in Canavese, assolti gli ex editori
La Corte d'Appello Milano ha assolto con formula piena, perchè il fatto non sussiste, gli editori Gianluigi Viganò, Mauro Albani e Ludovico Maria Gilberti
CANISCHIO - Ha riaperto la storica Società, punto di riferimento per tutto il paese
CANISCHIO - Ha riaperto la storica Società, punto di riferimento per tutto il paese
La Società è nata intorno agli anni 1890-1898 e, successivamente, l'edifico originario è stato ampliato
VALPERGA - Gli allievi di meccanica e automazione del Ciac tra i primi a trovare lavoro
VALPERGA - Gli allievi di meccanica e automazione del Ciac tra i primi a trovare lavoro
I dati sull'inserimento lavorativo degli allievi in uscita dai corsi del comparto industriale del Ciac di Valperga, anche dell'ultimo anno formativo, sono estremamente positivi
CHIAVERANO - Piccoli vandali in azione, il Comune chiede ai genitori di vigilare sui figli: «Sappiamo chi è stato»
CHIAVERANO - Piccoli vandali in azione, il Comune chiede ai genitori di vigilare sui figli: «Sappiamo chi è stato»
Ancora atti vandalici nel centro storico di Chiaverano. Ora il Comune dice basta: «Se dovesse ricapitare, scatteranno le denunce». I danni, anche questa volta, nella zona della chiesa parrocchiale e del Parco della Rimembranza
CANAVESE - Il castellamontese Elio Torrieri nuovo presidente del Lions Club Alto Canavese
CANAVESE - Il castellamontese Elio Torrieri nuovo presidente del Lions Club Alto Canavese
Durante la serata consegnato un riconoscimento pervenuto dalla sede centrale al past president del club Franco Macocco
STRAMBINO - Incendio in un cascinale, in salvo tutti gli animali
STRAMBINO - Incendio in un cascinale, in salvo tutti gli animali
I vigili del fuoco di Ivrea, Castellamonte e Rivarolo Canavese hanno lavorato a lungo per mettere in sicurezza lo stabile
FOGLIZZO - Incendio al deposito di cippato della centrale di Rivarolo
FOGLIZZO - Incendio al deposito di cippato della centrale di Rivarolo
Le operazioni di spegnimento del rogo sono ancora in corso da ieri sera dal momento che le fiamme si sono rapidamente estese
SAN BENIGNO CANAVESE - Incidente mortale: identificato lo sfortunato centauro, aveva solo 38 anni - FOTO e VIDEO
SAN BENIGNO CANAVESE - Incidente mortale: identificato lo sfortunato centauro, aveva solo 38 anni - FOTO e VIDEO
E' stato identificato il motociclista di Volpiano che oggi pomeriggio ha perso la vita a seguito di un drammatico incidente stradale avvenuto a San Benigno Canavese. L'incidente si è verificato al chilometro nove della provinciale 40
SAN BENIGNO - Tragedia sulla provinciale: muore giovane motociclista di Volpiano
SAN BENIGNO - Tragedia sulla provinciale: muore giovane motociclista di Volpiano
Tragedia oggi pomeriggio intorno alle 16:30 sulla provinciale 40 che collega San Benigno Canavese con Volpiano, dove un motociclista di 37 anni in sella alla propria Kawasaki Ninja è morto nello scontro con un Piaggio Porter
BORGARO - Scatta il divieto per i mezzi pesanti in via Italia
BORGARO - Scatta il divieto per i mezzi pesanti in via Italia
L'ordinanza entrerà in vigore da lunedì primo luglio pertanto la Polizia Locale effetturà giornalmente dei posti di controllo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore