CHIVASSESE - Ovini predati: confermata la presenza di una lupa italiana. Nessun pericolo per l'uomo

| Barbara Azzarà della Città metropolitana dopo aver reso noto i risultati delle indagini svolte dall'Ispra, ha anche spiegato che il picco di predazioni avvenuto nelle ultime settimane è legato alla naturale espansione territoriale

+ Miei preferiti
CHIVASSESE - Ovini predati: confermata la presenza di una lupa italiana. Nessun pericolo per luomo
È un lupo italiano e non un cane a aver aggredito e ucciso ovini e caprini nel chivassese. Lo confermano le analisi fatte dall'Ispra su alcuni campioni biologici prelevati su una pecora predata che sono state rese note oggi nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso il Municipio di Lauriano, organizzata dalla Città metropolitana di Torino in collaborazione con i comuni di Casalborgone e Lauriano. La consigliera metropolitana delegata alla tutela della fauna e della flora, Barbara Azzarà, dopo aver reso noto i risultati delle indagini svolte dall'Ispra, ha anche spiegato che il picco di predazioni avvenuto nelle ultime settimane è legato alla naturale espansione territoriale di questo predatore, che spinge i nuovi nati alla ricerca di un territorio idoneo e libero da esemplari della stessa specie.

«Nel più breve tempo possibile la Città metropolitana, che ha la competenza sulla fauna selvatica, riunirà tutte le varie professionalità presenti sul territorio che sono coinvolte dalla nuova presenza faunistica (Asl, Carabinieri e Carabinieri forestali, Parchi, Provincie, Polizie locali etc), per impostare un piano di azione comune che tenda a mitigare l'aspetto negativo che la presenza del lupo porta con sé».

Inoltre, ha proseguito la consigliera Azzarà, la Regione Piemonte ha messo a disposizione dei contributi economici per la stipula di un'assicurazione specifica e il rimborso delle spese per l'acquisto di recinzioni elettrificate e cani da guardania, a cui gli allevatori potranno accedere tramite le proprie associazioni di categoria. «Organizzeremo anche incontri educativi sulla biologia ed etologia del lupo condotti dagli esperti della servizio Tutela della fauna e della flora, in modo che tutti possano  avere indicazioni adeguate su come proteggere i propri animali d'allevamento».

Chiunque avvistasse un canide libero ovvero un animale predato, in ambiente rurale, può contattare i numeri della Città metropolitana 0118616987 oppure 0118616982 oppure 3494163347.

Cronaca
FORNO CANAVESE-CIRIE' - Ha fretta di nascere: bimba viene alla luce sull'auto dei vicini di casa
FORNO CANAVESE-CIRIE
Mamma Veronica è arrivata al pronto soccorso con la piccola già tra le braccia. Un attimo dopo è stata portata nel reparto di ostetricia dell'ospedale di Ciriè dove è stata presa in cura dal personale medico
BORGARO - Incendio devasta la Reinol: analisi dell'Arpa sull'aria della zona - FOTO e VIDEO
BORGARO - Incendio devasta la Reinol: analisi dell
Non ci sarebbero pericoli per chi abita nelle vicinanze anche se per diverse ore, a causa della colonna di fumo, l'aria era irrespirabile. Il vento sta aiutando a disperdere gli inquinanti anche se rende più difficile il lavoro dei pompieri
SCARMAGNO - Si ribalta con il quad, grave un uomo di 68 anni
SCARMAGNO - Si ribalta con il quad, grave un uomo di 68 anni
L’uomo è stato sbalzato dal mezzo e ha riportato gravi traumi alla colonna vertebrale. E’ stato ricoverato al Cto
CALUSO - Il Canavese protagonista di «Provincia Incantata»
CALUSO - Il Canavese protagonista di «Provincia Incantata»
Anteprima a Caluso il 16 dicembre dell'iniziativa che ha come obiettivo la valorizzazione di paesaggi e vigneti del territorio
MONTALTO DORA - Incendio in alloggio: richiedente asilo intossicato, ricoverato all'ospedale di Ivrea
MONTALTO DORA - Incendio in alloggio: richiedente asilo intossicato, ricoverato all
In un alloggio occupato da un cittadino nigeriano 23enne, richiedente asilo assistito da Società Cooperativa Agathon, si è sviluppato un incendio che ha reso parzialmente inagibile il locale. Il giovane è stato trasportato in ospedale
BORGARO - INCENDIO NELLO STABILIMENTO DELLA REINOL: COLONNA DI FUMO ALTISSIMA - FOTO E VIDEO
BORGARO - INCENDIO NELLO STABILIMENTO DELLA REINOL: COLONNA DI FUMO ALTISSIMA - FOTO E VIDEO
Al momento dell'incendio non c'erano persone all'interno dei capannoni. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Indagini in corso sulle cause del rogo. Aria irrespirabile in diversi Comuni della zona
METEO CANAVESE - Neve in montagna e pericolo valanghe: attenzione alle raffiche di foehn
METEO CANAVESE - Neve in montagna e pericolo valanghe: attenzione alle raffiche di foehn
Sulle creste di confine ed in alta valle sono attese nevicate anche moderate, mentre i venti di caduta soffieranno forti in media e bassa valle fin sulle pianure
RIVAROLO - I vigili del fuoco hanno celebrato Santa Barbara - FOTO
RIVAROLO - I vigili del fuoco hanno celebrato Santa Barbara - FOTO
Il capo distaccamento Roberto Zaccaria ha ricordato il collega Stefano Colasanti che l'altra mattina ha perso la vita a Rieti
BELMONTE - Santuario chiuso ma la Messa si fa lo stesso: in 400 sul sagrato. Un fedele colto da malore - FOTO
BELMONTE - Santuario chiuso ma la Messa si fa lo stesso: in 400 sul sagrato. Un fedele colto da malore - FOTO
Il parroco di Cuorgnè, don Ilario Rege Gianas, ha dovuto celebrare la Messa all'aperto. C'erano comunque 400 fedeli, saliti al santuario come da tradizione. Attimi di tensione per un fedele di Favria che si è sentito male
VOLPIANO - Un concerto ricorda i carabinieri morti con l'elicottero
VOLPIANO - Un concerto ricorda i carabinieri morti con l
Il Requiem di Mozart per ricordare i carabinieri caduti a Volpiano. Venerdì 14 dicembre in occasione del ventennale
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore