CLAMOROSO A BELMONTE - I francescani se ne vanno: Santuario e Sacro Monte rischiano l'abbandono

| Sacro Monte, santuario e area protetta di Belmonte sono a rischio. I francescani che da decenni gestiscono la struttura (in particolare santuario e convento) hanno palesato l’intenzione di abbandonare il sito causa carenza di religiosi

+ Miei preferiti
CLAMOROSO A BELMONTE - I francescani se ne vanno: Santuario e Sacro Monte rischiano labbandono
Sacro Monte, santuario e area protetta di Belmonte sono a rischio. I francescani che da decenni gestiscono la struttura (in particolare santuario e convento) hanno palesato l’intenzione di abbandonare il sito causa carenza di religiosi. I sindaci della Val Gallenca lanciano l'allarme: «Con la chiusura del Convento e del Santuario, si arriverebbe al completo abbandono del Sacro Monte». Per questo i Comuni di Prascorsano, Valperga, Canischio, Pertusio e San Colombano Belmonte hanno approvato una delibera per chiedere alla Regione interventi urgenti. Lo stesso hanno fatto altri Comuni della zona dal momento che Belmonte è un simbolo riconosciuto in tutto l'alto Canavese. Non solo dal punto di vista religioso, trattandosi di un bene patrimonio dell'umanità Unesco.
 
«Emerge, alla luce di tali considerazioni, la necessità di mettere in campo tutte le iniziative volte alla fattiva tutela e salvaguardia del Sacro Monte di Belmonte - dicono i sindaci - ritenuto indispensabile e doveroso che la Regione Piemonte investa e destini energie e risorse per la salvaguardia e valorizzazione del Sacro Monte di Belmonte, volano di sviluppo locale da un punto di vista religioso, sociale, culturale, turistico ed economico». Innanzitutto occorre intavolare nuove trattative con la proprietà (privata) del Sacro monte e del santuario, al fine di mantenere inalterato e quanto meno non aggravare lo stato di degrado anche materiale del complesso, seppur siano già occorsi crolli di parte delle strutture del convento. Potrebbe essere determinante, in questo contesto, l'impegno della Regione nelle eventuali trattative con la proprietà del bene. Preso atto che, una volta andati via i francescani, la famiglia che ha in dote Belmonte potrebbe persino decidere di venderlo. Poi servono investimenti per ristrutturare i beni architettonici.
 
La delibera dei Comuni è stata inviata al presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino; al vicepresidente e assessore al Bilancio, Aldo Reschigna; all'assessore alla Cultura e Turismo, Antonella Parigi e al presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Mauro Laus. Inoltre è stata trasmessa anche a sindaco della Città Metropolitana di Torino, Chiara Appendino, al presidente dell'Anci Piemonte, Alberto Avetta e al presidente dell'Uncem Piemonte, Lido Riba. Il tempo stringe: al più tardi in autunno il destino di Belmonte sarà scritto.
Cronaca
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
Alle 17, invece, i vigili del fuoco di Rivarolo Canavese e Volpiano sono intervenuti in una villetta di San Giusto Canavese per un incendio camino
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore