COLLERETTO - Medaglia della Liberazione alla partigiana Imperia

| La medaglia, conferita dal Ministro Pinotti, è stata consegnata alla presenza di famigliari e amici dal sindaco Querio Gianetto

+ Miei preferiti
COLLERETTO - Medaglia della Liberazione alla partigiana Imperia
Medaglia della Liberazione, conferita dal Ministro della difesa, Roberta Pinotti, alla staffetta partigiana Imperia Deri, classe 1926, residente a Colleretto Castelnuovo e oggi ospite alla casa di riposo di Cintano. La medaglia, l’altra mattina, è stata consegnata, alla presenza di famigliari e amici, dal sindaco di Colleretto, Aldo Querio Gianetto.
 
Imperia nasce a Piombino il 25 gennaio 1926 il padre è cieco e la madre lavora come ricamatrice. L'inverno del '29 è terribilmente freddo: il giorno di Natale la madre si ammala di polmonite e il giorno di capodanno muore, lasciando Umberto di sei anni e Imperia di tre. Dopo la morte della mamma i bambini passano un anno in un collegio poi tornano a vivere con il padre: vivono in miseria, aiutati dai parenti. All'età di 10 anni Umberto trova lavoro e mantiene la famiglia. Imperia frequenta la scuola e riesce a diplomarsi. Inizia la seconda guerra mondiale e Umberto parte militare.
 
L'otto settembre, Umberto si unisce ai partigiani delle valli cuneesi, anche la sorella e il padre si trasferiscono a Cuneo e Imperia trova lavoro come segretaria presso un ufficio. Diventa staffetta partigiana fornendo tutte le informazioni che riesce a carpire ai fascisti. Umberto è braccato: per paura di ritorsioni, Imperia e il padre vanno ad abitare a Torino da una zia. Nei giorni della Liberazione a Torino ci sono ancora tante rappresaglie, il  29 maggio 1945 tanti corrono in piazza a festeggiare l'arrivo dei partigiani. Anche Imperia corre e spera di rivedere suo fratello ma nella confusione un cecchino spara sulla folla e colpisce Imperia ad una gamba. La giovane donna viene ricoverata in un ospedale militare e a soli 18 anni subisce l'amputazione della gamba sinistra. 
 
Successivamente si stabilisce a Torino con il padre e il fratello, più tardi viene assunta come impiegata in Fiat dove lavorerà fino alla pensione. All'età di trent'anni sposa Adriano, amico fraterno di Umberto. Una volta in pensione va a vivere a Levone dove si impregna attivamente  nella Pro loco ed è molto apprezzata per la sua disponibilità. All’età di 65 anni resta sola a causa della malattia che si porta via il marito. Così vive da sola a Levone sino all’età di 80 anni poi va a vivere a Colleretto Castelnuovo nella casa del nipote.
Dove è successo
Cronaca
LUSIGLIE' - Cade con lo scooter nel canale: un uomo ferito ricoverato a Ivrea - FOTO E VIDEO
LUSIGLIE
L'uomo è stato immediatamente soccorso dal personale del 118 e dai Vigili del fuoco. Poi è stato trasportato in ospedale
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
Fino a sabato 28 ottobre sarà possibile visitare all’Accademia Pictor di Torino la mostra-evento «L'ambiente è salute»
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
La novità di questa stagione con la differenziazione degli abbonamenti migliora la già ricca e varia offerta culturale
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
Serie di incidenti stradali, questa sera, in diversi Comuni del Canavese. Il più grave a Caluso sulla Sp53, intorno alle ore 19
CANAVESE - Baite tassate: agenzia delle entrate riceve i cittadini
CANAVESE - Baite tassate: agenzia delle entrate riceve i cittadini
Da novembre, l'Agenzia attiva una serie di sportelli, presidiati da personale tecnico qualificato e specificamente formato
CANAVESE - Pedemontana pericolosa: nessuno ha fatto le strisce...
CANAVESE - Pedemontana pericolosa: nessuno ha fatto le strisce...
Molti lettori ci hanno segnalato la situazione di pericolo sulla Sp565: asfalto nuovo ma niente segnaletica orizzontale
VOLPIANO - Abbandonano rifiuti al lago Verdina ma vengono identificati e multati dalla polizia municipale
VOLPIANO - Abbandonano rifiuti al lago Verdina ma vengono identificati e multati dalla polizia municipale
Da un furgone scaricata una rilevante quantità di plafoniere per illuminazione, costituite da plastica e vetro. Gli autori del gesto sono stati identificati e multati per abbandono di rifiuti. Si sono pagati la rimozione della spazzatura
CANAVESE - Sistemi in tilt, saltano i prelievi in tutti i centri Asl
CANAVESE - Sistemi in tilt, saltano i prelievi in tutti i centri Asl
«Ci scusiamo con gli utenti per il disservizio che si è verificato», fanno sapere dall'azienda sanitaria
IVREA - Da lunedì per gli eporediesi c'è la carta d'identità elettronica
IVREA - Da lunedì per gli eporediesi c
Le precedenti carte di identità cartacee continuano ad essere valide sino alla scadenza naturale. Tutte le info in municipio
VALLE SACRA - A Castellamonte il concorso nazionale «Michele Romana»
VALLE SACRA - A Castellamonte il concorso nazionale «Michele Romana»
Domenica 22 ottobre alle 9.30 inizierà la sfilata delle bande musicali per le vie di Castellamonte con ospite la banda «Città di Accumoli»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore