CUORGNE' - 42enne di Rivarolo pestato a sangue: i ragazzi traditi da telecamere e vestiti non si sono costituiti

| Gli identificati sono un diciottenne e due sedicenni. Studenti, incensurati. Un italiano e due originari del Marocco (ma nati in Italia), residenti in zona. Denunciati dai carabinieri di Cuorgnč, dovranno ora rispondere di lesioni aggravate

+ Miei preferiti
CUORGNE - 42enne di Rivarolo pestato a sangue: i ragazzi traditi da telecamere e vestiti non si sono costituiti
Alla fine, l'appello del sindaco Beppe Pezzetto è caduto nel vuoto. Purtroppo. Venerdì, quando le indagini erano ormai sulla giusta strada per identificare gli autori del pestaggio di giovedì sera alla fermata del bus in via Ivrea a Cuorgnè, il primo cittadino aveva invitato i responsabili a farsi avanti. Un po' di coraggio non sarebbe guastato dopo la drammatica aggressione della sera prima. Invece nulla. Ci hanno quindi pensato i carabinieri di Cuorgnè, dimostrando una notevole conoscenza del territorio e dei giovani che gravitano nell'area, a risolvere il caso. Col prezioso ausilio delle telecamere di videosorveglianza, che hanno filmato anche la fuga dei ragazzi dopo il pestaggio, i militari sono andati a colpo sicuro. Tanto che, venerdì, nel corso di alcune perquisizioni nelle abitazioni dei sospettati, sono stati recuperati e posti sotto sequestro gli indumenti che i picchiatori indossavano giovedì sera.

Di fronte alle prove decisamente schiaccianti, i tre ragazzi hanno ammesso le loro responsabilità. Hanno perso la testa, forti dell'essere in branco. Tre sono stati identificati. Per gli altri (erano sei in tutto e tra loro anche tre ragazze) sono ancora in corso gli accertamenti. La dinamica è da chiarire perchè c'è chi ha picchiato selvaggiamente il 42enne di Rivarolo Canavese (poi ricoverato in ospedale) e chi è rimasto "solo" a guardare. Moralmente, ovvio, sono tutti colpevoli.

L'aggressione è stata filmata da diverse telecamere (nella foto il luogo del pestaggio). Il 42enne ha richiamato il gruppetto di giovani per gli schiamazzi, uno dei ragazzi lo ha affrontato a male parole e si preso uno spintone. In un attimo è stata un'escalation di violenza con il branco che non ha esitato a colpire con calci e pugni il malcapitato, al volto e al costato. L'uomo è stato poi soccorso dal personale del 118 e trasportato in ospedale. Se l'è cavata con un mese di prognosi: ha un braccio spezzato e i calci in faccia gli hanno fatto volare via diversi denti. I picchiatori, invece, hanno provato a far perdere le tracce. Inutilmente per fortuna.

Gli identificati sono un diciottenne e due sedicenni. Studenti, incensurati. Un italiano e due originari del Marocco (ma nati in Italia), residenti in zona. Che cosa gli è passato per la testa giovedì sera è ancora un mistero. Denunciati al tribunale dei minori e alla procura di Ivrea, dovranno rispondere di lesioni aggravate in concorso.

Dove è successo
Cronaca
CHIVASSO - Droga in stazione: finanza denuncia spacciatore
CHIVASSO - Droga in stazione: finanza denuncia spacciatore
Operazione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a cura della guardia di finanza alla stazione ferroviaria
FELETTO - Ennesimo incidente stradale sulla 460: una Renault 4 si schianta contro un palo - FOTO E VIDEO
FELETTO - Ennesimo incidente stradale sulla 460: una Renault 4 si schianta contro un palo - FOTO E VIDEO
Brutto incidente stradale questa notte intorno alle 2 sull'ex statale 460, lungo la circonvallazione di Feletto. Una Renault 4 con a bordo una persona č finita fuori strada in prossimitą di una curva ed č andata a schiantarsi contro un palo
CHIVASSO - Si toglie la vita in garage: ritrovato dai figli dopo alcune ore
CHIVASSO - Si toglie la vita in garage: ritrovato dai figli dopo alcune ore
Dopo alcune ore i famigliari hanno deciso di controllare nel seminterrato e lģ hanno trovato l'uomo ormai privo di vita
LEINI-TORINO - I carabinieri seguono il pusher fino a casa e scoprono una centrale dello spaccio - FOTO E VIDEO
LEINI-TORINO - I carabinieri seguono il pusher fino a casa e scoprono una centrale dello spaccio - FOTO E VIDEO
Durante il blitz i militari hanno sentito alcune persone nel condominio gridare e fischiare, come se fossero delle vedette del palazzo con il compito di segnalare la presenza delle forze dell'ordine nello stabile
FAVRIA - Ariel, la Principessa del mare
FAVRIA - Ariel, la Principessa del mare
A Favria domenica 25 febbraio alle ore 17,30 nel salone Polivalente andrą il scena il musical: «Ariel, la Principessa del mare»
FAVRIA - Giovani a confronto sul mondo fantastico di Tolkien
FAVRIA - Giovani a confronto sul mondo fantastico di Tolkien
Il professor Respinti, nato a Milano nel 1964, č un giornalista professionista, traduttore e studioso del pensiero contemporaneo del mondo anglosassone
VALPERGA - Parte la nuova rassegna di cinema d'essai all'Ambra
VALPERGA - Parte la nuova rassegna di cinema d
Il nuovo calendario si compone di dieci appuntamenti dal 22 febbraio al 26 aprile ogni giovedģ con biglietto ad euro 5
CHIVASSO - Mille bombolette spray sequestrate al Carnevalone
CHIVASSO - Mille bombolette spray sequestrate al Carnevalone
Nel complesso lo spiegamento di forze, abbinato agli ingressi a numero chiuso, ha soddisfatto le esigenze di sicurezza
LESSOLO - Muore sulle piste da sci colto da un malore fulminante
LESSOLO - Muore sulle piste da sci colto da un malore fulminante
Sul posto sono intervenuti i pisteurs secouristes e l'elisoccorso chiamati da altre persone che si trovavano con lo scialpinista
MONTALTO DORA - Incendio divampa in un alloggio: profugo ferito
MONTALTO DORA - Incendio divampa in un alloggio: profugo ferito
Il profugo č stato medicato sul posto dal personale del 118 che poi, per precauzione, lo ha trasportato al pronto soccorso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore