CUORGNE' - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO

| Un ricordo dell'amministrazione comunale cuorgnatese per l'imprenditore titolare dell'omonima azienda

+ Miei preferiti
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO
Intitolazione ufficiale, questa mattina, per la piazza dedicata all'imprenditore Federico Botto. L'inaugurazione, alla presenza dei discendenti, è stata fortemente voluta dall'amministrazione in occasione di Florarte ed era stata annunciata qualche mese fa in consiglio comunale. Federico Botto nasce a Torino il 18 novembre del 1872 in una numerosa famiglia di origine biellese. Il padre era titolare di un’avviata attività di vendita di generi coloniali con negozio a Torino in via Milano, nei pressi dello storico mercato di Porta Palazzo. Federico è l’ultimo degli 11 fratelli.
 
Compie gli studi obbligatori a Torino, lavorando operosamente nel negozio paterno. Alla chiamata di leva presta il servizio militare nella caserma di Cuorgnè. Concluso il servizio di leva, nel 1895 trova lavoro a Cuorgnè come operaio presso le “Officine Meccaniche Chiantelassa e Gaddò”. Durante il suo soggiorno cuorgnatese conosce Maria Carbonatto di Valperga che sposa pochi anni dopo, nel 1897. Nel 1899 nasce il loro primo figlio Giuseppe a cui seguono Manfredo nel 1900 ed Attilio nel 1902.
 
Nell’anno di nascita del loro primogenito, unitamente ad altri cuorgnatesi, si reca con la famiglia in Romania per lavorare presso le Regie Ferrovie di Bucarest ed in tale città nasce Manfredo. Nel 1901 rientra a Cuorgnè dove acquista un terreno in Corso Principi di Piemonte, la principale direttrice cittadina, su cui costruisce la propria abitazione e l’officina sottostante. Nella stessa casa, al numero civico 16 dell’attuale Via Torino, abitano tuttora i suoi discendenti. Inizialmente la produzione della “Botto Federico” riguardava fonderia di metalli e lavorazione meccanica di particolari per l’agricoltura. 
 
In parallelo anche una curiosa produzione di stampi per caramelle. Con la nascita dell’industria automobilistica a Torino, tale produzione viene convertita in fabbricazione di bronzine per motori per le nuove automobili (Fiat in primis). L’azienda cresce rapidamente contemporaneamente alla diffusione del nuovo mezzo di trasporto ed acquista nuovi clienti produttori di automobili. Per tale attività imprenditoriale, Federico Botto (che aveva contribuito attivamente anche all’industria bellica durante il primo conflitto mondiale) viene insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro nel 1919.
 
La fabbrica diviene un punto fermo per la Città di Cuorgnè, impiegando maestranze sia cuorgnatesi che provenienti dai paesi limitrofi ed offrendo formazione ed opportunità di crescita professionale e personale a molte famiglie canavesane. Federico si distingue inoltre per generose elargizioni al Comune che consentono la creazione dell’asilo cittadino e di altri servizi alla popolazione. Il 20 agosto 1924 muore improvvisamente, lasciando la conduzione dell’azienda in mano ai figli che proseguono con successo l’attività incrementandola fino alla seconda metà del XX secolo. Riposa nel cimitero locale nella tomba di famiglia da lui stesso fatta edificare ed adornata da maestri artigiani canavesani.
Galleria fotografica
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO - immagine 1
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO - immagine 2
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO - immagine 3
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO - immagine 4
CUORGNE - Intitolata la piazza a Federico Botto - FOTO - immagine 5
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
AGLIE' - Partiti i lavori nella chiesa dove riposa Guido Gozzano
AGLIE
L’intenzione dei progettisti è quella di recuperare assetto e colori originali, riportando la facciata alla sua versione del 1300
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
Domenica 28 maggio si corre per l'associazione Parkinsoniani del Canavese Onlus
IVREA - Al museo Garda l'attesa mostra di Lorenzo Mattotti
IVREA - Al museo Garda l
I lavori dell'artista sono esposti in tutto il mondo; collabora con Le Monde, il New Yorker e altre riviste internazionali
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
Oreste Giagnotto, 58 anni di Torino, travolto da un camper al confine tra Borgaro e Torino, è morto lo scorso 12 maggio
RIVAROLO - «ToBeIng» all'esordio nelle elezioni per l'Ordine degli Ingegneri
RIVAROLO - «ToBeIng» all
Abbiamo chiesto a Fabrizio Vinardi, originario del Canavese occidentale ma ormai torinese di adozione, e a Fabrizia Giordano, alladiese, un breve parere su punti di forza, idee e proposte
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
L'antico castello rivarolese, da tempo trasformato in un'abitazione, è in vendita su iniziativa di privati. L'annuncio è comparso su internet nei giorni scorsi. «Trattativa riservata», recita l'annuncio dell'immobiliare
LOCANA-NOASCA-CERESOLE REALE - Nasce l'infermiere di comunità per una sanità più umana e vicina ai cittadini
LOCANA-NOASCA-CERESOLE REALE - Nasce l
All'ospedale Vernetti di Locana, l'Asl To4 ha presentato il progetto sperimentale di Infermiere di Comunità dell’area Locana-Noasca-Ceresole Reale. «L'infermiere sarà il volto dell'Asl sul territorio» dice il direttore Ardissone
CASELLE - Apre il nuovo volo diretto di Volotea per Pantelleria
CASELLE - Apre il nuovo volo diretto di Volotea per Pantelleria
Nel mese di giugno, inoltre, la low cost ripristinerà Palma di Maiorca (dal 25 giugno), Skiathos (dal 27 giugno) e Corfù
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore