CUORGNE’ - La procura di Ivrea chiede l’archiviazione nel caso della morte di Maria Rosa Simonetta

| Secondo gli inquirenti non servono ulteriori indagini e viene chiesta l’archiviazione senza colpevoli per omicidio colposo

+ Miei preferiti
CUORGNE’ - La procura di Ivrea chiede l’archiviazione nel caso della morte di Maria Rosa Simonetta
CUORGNE’ - Un’operazione per colecisti, l’improvviso peggioramento delle condizioni della paziente, Maria Rosa Simonetta, nell’immediato post operatorio, un successivo trasferimento ad Ivrea ed infine la morte.

La 58enne di San Colombano, deceduta il 23 gennaio 2012 ad Ivrea, pare sia morta, secondo i periti, per un “arresto cardiorespiratorio in shock settico con insufficienza multi organo da pancreatite necrotica”. Dopo il trasferimento ad Ivrea, fu deciso di muoverla a Torino, per via del peggioramento ulteriore del quadro clinico, ma non ci fu tempo.

Fu immediatamente aperto un fascicolo ed una trentina di persone finirono nel registro degli indagati, tra medici ed infermieri degli ospedali di Ivrea e Cuorgnè. Poco più di un anno dopo il gip Scialabba decise di restringere l’elenco degli indagati per omicidio colposo ad un gruppo più ristretto: il medico anestesista Corrado Marocco, (difeso dall’avvocato Giuliano Arimondo), il medico chirurgo Eraldo Personettaz (avvocato Anna Ronchetto), il chirurgo Roberto Scala  (difeso dall’avvocato Giuliano Arimondo), Sergio Peyre, medico gastroenterologo (avvocato Mauro Bianchetti), la gastroenterologa Stefania Predebon (avvocato Carlo Federico Grosso), Maurizio Perardi, medico (avvocato Celere Spaziante), ed il responsabile della struttura di chirurgia dell’ospedale cuorgnatese Lodovico Rosato, difesa dall’avvocato Mario Benni.

Il perito nominato nel settembre del 2013, la dottoressa Rita Celli, incaricata di fare ulteriore luce sulla vicenda, indagò per pochi mesi e indusse così il sostituto procuratore Ruggero Mauro Crupi ad archiviare la vicenda anche per i pochi medici rimasti nel registro degli indagati.

Nell’udienza di pochi giorni fa la legale della famiglia della Simonetta, l’avvocato Manuel Peretti, ha presentato una memoria di opposizione, per la quale il gip Scialabba si è riservato di decidere se tenere o meno un processo sulla morte della 58enne di San Colombiano.

Dove è successo
Cronaca
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore