CUORGNE' - «Una serata della Madonna»: qualcuno chiama i vigili per far rimuovere il manifesto «blasfemo»

| La festa di Rocca Canavese diventa un caso. Servirà per raccogliere fondi a favore della parrocchia. Tuttavia qualche parrocchiano ha storto il naso di fronte al manifesto. A Cuorgnè una signora ha chiamato la polizia municipale

+ Miei preferiti
CUORGNE - «Una serata della Madonna»: qualcuno chiama i vigili per far rimuovere il manifesto «blasfemo»
«Quel manifesto è blasfemo e offende». Parte addirittura la chiamata alla polizia municipale. Sotto accusa la locandina che pubblicizza la festa di sabato sera a Rocca Canavese: una festa di musica dance che si terrà nei locali della parrocchia. Sul manifesto, una Madonna con occhiali da sole, cappello da marinaio e disco di vinile tra le mani. Blasfema? Offensiva? Per qualcuno sicuramente si. La polizia municipale di Cuorgnè, l'altra sera, ha ricevuto la chiamata di una parrocchiana che ha preteso la rimozione del manifestino. Gli agenti hanno poi telefonato agli organizzatori della serata spiegando l'accaduto.
 
Non sapeva, la parrocchiana inviperita, che la serata servirà proprio a raccogliere fondi per sistemare il pavimento della chiesa di Rocca Canavese, dedicata proprio alla Madonna. I ragazzi che hanno organizzato la discoteca nei locali del parroco, don Diego Goso, hanno pensato di "giocare" con lo slang giovanile che, giustamente, da sempre accompagna eventi di questo tipo. Hanno esagerato? «Dal mio punto di vista direi di no - dice il parroco del paese - ho visto le locandine dell'evento e le ho trovate geniali. Parlano il linguaggio dei giovani perchè a loro sono rivolte. Non ci ho trovato nulla di male». Tanto più che, con i tempi che corrono, trovare dei ragazzi che s'impegnano anche economicamente per la parrocchia del proprio paese, non è proprio usuale.
 
A Cuorgnè, come probabilmente altrove (anche se nessuno ha chiamato le forze dell'ordine), il messaggio non è passato. O meglio, è passata solo la declinazione negativa: «La serata della Madonna (assunta in cielo)» è uno slogan esagerato. Di sicuro i ragazzi hanno colto nel segno. Sia per l'accostamento di termini e significati, sia per il «successo» ottenuto dalle locandine. Con l'auspicio che sabato sera, a Rocca Canavese, sia pieno di gente: indipendentemente dalle opinioni personali, infatti, le finalità della serata discoteca sono assolutamente nobili.
Galleria fotografica
CUORGNE - «Una serata della Madonna»: qualcuno chiama i vigili per far rimuovere il manifesto «blasfemo» - immagine 1
CUORGNE - «Una serata della Madonna»: qualcuno chiama i vigili per far rimuovere il manifesto «blasfemo» - immagine 2
Dove è successo
Cronaca
CERESOLE REALE - La neve non arretra, slitta la riapertura della strada per il Nivolet - FOTO
CERESOLE REALE - La neve non arretra, slitta la riapertura della strada per il Nivolet - FOTO
Inizieranno nei prossimi giorni le operazioni della Città metropolitana di Torino per lo sgombero neve sulla provinciale che da Ceresole Reale porta direttamente al Colle del Nivolet, nel cuore del Parco nazionale del Gran Paradiso
LEINI-LOMBARDORE - 460 chiusa: i lavori sono ancora fermi...
LEINI-LOMBARDORE - 460 chiusa: i lavori sono ancora fermi...
La Città metropolitana ha fatto sapere oggi che i lavori, avviati a fine aprile, si sono bloccati e sono ancora fermi
CHIVASSO - Provoca un incidente e scappa, poi si costituisce ai vigili
CHIVASSO - Provoca un incidente e scappa, poi si costituisce ai vigili
E' stato denunciato per omissione di soccorso il 28enne che oggi, verso le 13, ha provocato un incidente all'uscita della A4
OMICIDIO ROSBOCH - Chiesti sedici anni di carcere per Caterina Abbattista - VIDEO
OMICIDIO ROSBOCH - Chiesti sedici anni di carcere per Caterina Abbattista - VIDEO
Il figlio 24enne è già stato condannato col rito abbreviato a trent'anni di carcere. Il complice Roberto Obert, sempre col rito abbreviato, a diciannove anni di reclusione. La prossima settimana parleranno le difese
LOMBARDORE - Auto nella scarpata, caos sulla provinciale 267
LOMBARDORE - Auto nella scarpata, caos sulla provinciale 267
Secondo la ricostruzione, il conducente della Mg cabrio è finito nel canale per evitare l'impatto con un'altra vettura
BUSANO - Incidente nella zona industriale: una donna contusa
BUSANO - Incidente nella zona industriale: una donna contusa
Nell'incidente, per fortuna, non sono rimasti coinvolti altri veicoli
MAPPANO - Il Mercatone Uno passa a Shernon Holding e Cosmo
MAPPANO - Il Mercatone Uno passa a Shernon Holding e Cosmo
L'esito della procedura consentirà la continuità aziendale e la salvaguardia di 2000 posti di lavoro in tutta Italia
CASTELLAMONTE - Incidente mortale, la vittima era un operaio di 48 anni - FOTO e VIDEO
CASTELLAMONTE - Incidente mortale, la vittima era un operaio di 48 anni - FOTO e VIDEO
Era un operaio di 48 anni residente a Castellamonte, originario della Costa d'Avorio, l'uomo che questa sera ha perso la vita in un tragico incidente tra Ozegna e Castellamonte. Si è scontrato con un tir condotto da un camionista di Rivalta
CASTELLAMONTE-OZEGNA - Incidente mortale sulla provinciale: auto contro tir - FOTO E VIDEO
CASTELLAMONTE-OZEGNA - Incidente mortale sulla provinciale: auto contro tir - FOTO E VIDEO
Ancora una tragedia sulle strade del Canavese. Un uomo è morto nello scontro frontale tra una Skoda Fabia e un tir. La dinamica è al vaglio dei carabinieri del nucleo radiomobile di Ivrea. Inutili tutti i soccorsi
FORNO CANAVESE - Due incidenti nello stesso punto: due ragazzi di Pont elitrasportati in ospedale
FORNO CANAVESE - Due incidenti nello stesso punto: due ragazzi di Pont elitrasportati in ospedale
Due incidenti in poche ore nello stesso punto della provinciale Rivara-Forno. Il più recente oggi pomeriggio nel rettilineo della frazione Crosi di Forno. Una Fiat Bravo, con a bordo due giovani, si è schiantata contro un palo di cemento
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore