DISASTRO ASA - I conti non tornano: Ambrosini chiede 15 milioni di euro per chiudere la partita. Sindaci scettici

| Ieri in Regione è iniziata la trattativa sui debiti dell'Asa. Il commissario ha proposto un forte sconto ai Comuni che, per il momento, non sembrano intenzionati a cedere. La Regione ha rilanciato sui 10 milioni di euro

+ Miei preferiti
DISASTRO ASA - I conti non tornano: Ambrosini chiede 15 milioni di euro per chiudere la partita. Sindaci scettici
L'avvio delle trattative sul Lodo Asa (e sui milioni di euro da pagare) conferma che la strada è tutta in salita. Le parti, per il momento, sono lontane da un punto comune ma era inevitabile nel corso del primo incontro. Partendo da una base di 70 milioni di euro (frutto dei debiti accumulati dall'ex consorzio pubblico prima e dopo il 2010), il commissario straordinario Stefano Ambrosini ha chiesto ai Comuni di pagare il 20% del totale per chiudere definitivamente la partita. La richiesta, insomma, è di circa 15 milioni di euro. 

Molti sindaci hanno bollato la proposta come «fuori scala». La controproposta è quella di chiudere la partita pagando il 4% del debito totale (con uno sconto, quindi, del 96%), cioè la cifra per la quale hanno "patteggiato" gli ex membri del consiglio di amministrazione dell'Asa. Ambrosini aveva chiesto loro otto milioni di euro: se la dovrebbero cavare con 300 mila, ammesso che dal Ministero arrivi l'ok (che per ora non è arrivato). Il 4% del totale, insomma, sarebbe circa 3 milioni di euro a carico dei Comuni. L'idea dei sindaci, però, è stata respinta da Ambrosini.

La Regione Piemonte, per voce del vicepresidente Aldo Reschigna, ha così rilanciato con una cifra a metà strada: 10 milioni di euro. Ovviamente dilazionabili con mutui trentennali. A tal proposito, e per valutare che l'intera procedura sia effettivamente realizzabile, Reschigna incontrerà la prossima settimana il procuratore generale della Corte dei Conti che avrà l'ultima parola sull'operazione di pagamento dei debiti da parte dei Comuni. La trattativa, insomma, è iniziata: ognuno ha scoperto le carte. La «mano» dei sindaci è effettivamente scarsa ma non è, a tutti gli effetti, un bluff. Nessuno, al momento, ha l'asso nella manica ma se non si trova una quadra, i sindaci dovranno per forza impugnare il lodo e sperare che il ricorso in appello vada a buon fine.

In tal caso, però, la partita dei debiti si andrà a giocare davanti a un tribunale ordinario (in sede civile) e c'è il concreto rischio che la situazione peggiori. 

Cronaca
CHIVASSO - Nei primi mesi del 2019 riaprirà la sede dell'Inps
CHIVASSO - Nei primi mesi del 2019 riaprirà la sede dell
Torna la piena funzionalità dell'Istituto. Qualche mese di disagio per i cittadini: «Sapranno capire», dice il sindaco Castello
BALDISSERO - Artigiano damanhuriano ucciso a Vercelli: arrestato il presunto assassino
BALDISSERO - Artigiano damanhuriano ucciso a Vercelli: arrestato il presunto assassino
La polizia ha arrestato il presunto assassino del damanhuriano Antonello Bessi, 57 anni, artigiano di Vercelli, molto noto a Baldissero Canavese e Vidracco
INDUSTRIA - Tappa in Canavese per Federmeccanica
INDUSTRIA - Tappa in Canavese per Federmeccanica
Il direttore di Federmeccanica, Stefano Franchi, accompagnato da Franco Trombetta, ha visitato cinque aziende canavesane
FAVRIA - Incidente stradale, Panda finisce nel canale - VIDEO
FAVRIA - Incidente stradale, Panda finisce nel canale - VIDEO
Un pensionato a bordo di una Fiat Panda, per cause in fase di accertamento, è finito nella roggia che corre a lato della provinciale
SPARONE - Scossa di terremoto nel corso della notte - I DATI
SPARONE - Scossa di terremoto nel corso della notte - I DATI
Scossa di terremoto, nella notte tra lunedì e martedì, con epicentro a Sparone, poco distante dal confine del Parco
CUORGNE'-IVREA - Ubriachi al volante: quattro denunciati. Uno era persino senza patente...
CUORGNE
Record lungo la provinciale 45 a Cuorgnè: automobilista con tasso alcolemico sei volte e mezzo superiore al limite consentito. Altre due persone, invece, segnalate alla prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti
CANAVESE - Visite sportive in nero: denunciati due medici dalla guardia di finanza
CANAVESE - Visite sportive in nero: denunciati due medici dalla guardia di finanza
Al momento di rilasciare i certificati medici per attività sportiva agonistica, omettevano, sistematicamente, di emettere le ricevute fiscali e di conseguenza di dichiarare i loro compensi. Un medico di Ciriè e uno di Lanzo nei guai
LEINI - Grave incidente stradale, tre feriti e traffico a lungo in tilt
LEINI - Grave incidente stradale, tre feriti e traffico a lungo in tilt
Per cause in fase di accertamento si è verificato uno scontro frontale tra un camion di una ditta di trasporti e una Toyota Yaris
LEVONE - Land Rover da record: la maxi scritta è realtà - VIDEO
LEVONE - Land Rover da record: la maxi scritta è realtà - VIDEO
L'iniziativa, mai realizzata in Italia, ha avuto un grande successo. Nella stessa giornata in paese la Sagra del Pignoletto
IVREA - Detenuto 41enne picchia un poliziotto e lo manda in ospedale
IVREA - Detenuto 41enne picchia un poliziotto e lo manda in ospedale
A dare la notizia è il segretario generale Osapp, Leo Beneduci: «Del degrado nelle carceri italiane ne fanno le spese i poliziotti»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore