DUE CITTA' AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER

| Liberamente ispirato al best-seller di Massimo Gramellini, il film è stato scelto dal sindacato nazionale critici cinematografici italiani come il «miglior film dell'anno». La recensione di Santho Iorio

+ Miei preferiti
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER
Si apre con “Fai bei sogni” di Marco Bellocchio, liberamente ispirato al best-seller di Massimo Gramellini (edito nel 2012 da Longanesi con 1.350.000 copie vendute), la seconda fase di «Due città al Cinema». Il film è stato scelto dal sindacato nazionale critici cinematografici italiani come il "miglior film dell’anno". L'ultima fatica di Bellocchio ripercorre  tutti i temi a lui cari: la famiglia, il rapporto madre-figlio, la morte, le epoche che si susseguono, l'Italia che cambia.
 
Il film è la storia di un'assenza, quella della madre di Massimo Gramellini, che vive nel ricordo di questa perdita, avvenuta quando lui aveva solo nove anni e su cui scoprirà la verità molti anni dopo, da adulto. Un’assenza, un dolore indicibile, che stravolge la vita di un uomo, che smette di vivere perché è alla disperata ricerca di una presenza e soprattutto di una verità che è evitata inconsciamente.  La morte dell'adorata madre è un lutto mai del tutto elaborato che causerà paure e ansie, insicurezze e sofferenza, in cui l'incapacità di amare, e di vivere, la fanno da padrone. 
 
Bellocchio rispetto a “I Pugni in tasca” ribalta la situazione: la madre di Massimo è piena d'amore e attenzioni nei confronti del figlio, mentre quella di Alessandro è gelida e assente. L'assenza materna è vissuta dal piccolo come se fosse un film dell’orrore (tra Nosferatu e Belfagor) e cresce, suo malgrado, sopportando il peso di quel “nonostante” che diventa evolutivo. La pellicola, in qualche modo, racconta  anche la vita di un orfano dal punto di vista del genitore morto, che ha modo suo, ha perso un figlio.
 
Nei ricordi del protagonista risuona tutto il dolore ipotetico di un genitore che ha abbandonato per sempre il proprio figlio: non solo con la morte, ma anche con un atteggiamento anaffettivo, freddo e autoritario, come nel caso del padre di Massimo. Nel film  si respirano rabbia, amarezza e disillusione, insieme alla malinconia e alla compassione, che lo spettatore prova nei confronti del protagonista. E' impossibile non intenerersi e commuoversi di fronte alla sua ricerca disperata della verità e ai suoi attacchi di panico al pensiero della madre e alla sua incapacità di amare un'altra donna (finché non compare Elisa).
 
Una biografia quella di Gramellini, raccontata e ritratta da Bellocchio con estrema delicatezza, che coniuga il proprio stile con quello del giornalista, dando vita ad una pellicola che rivive l'Italia del passato, ricca di malinconia, disperazione e ricordi cementati, che rimarranno lì per sempre. (Santho Iorio)
Video
Galleria fotografica
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 1
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 2
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 3
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 4
Dove è successo
Cronaca
CHIVASSO - Treno colpito da pietre sulla linea Torino-Milano
CHIVASSO - Treno colpito da pietre sulla linea Torino-Milano
Sassi contro un treno della linea Torino-Milano. L'episodio si è verificato questa sera tra le stazioni di Settimo e Chivasso
ORRORE - Il povero Dik ucciso a Borgiallo: nasce un gruppo su Facebook per chiedere giustizia
ORRORE - Il povero Dik ucciso a Borgiallo: nasce un gruppo su Facebook per chiedere giustizia
Non si placa l'orrore per la morte atroce provocata a Dik e i quasi tremila iscritti al gruppo Facebook hanno lanciato una petizione su Change.org sottoscrivibile dalla pagina del gruppo Facebook «Giustizia per Dik»
IVREA - Controlli antidroga al Movicentro: marocchino arrestato con tre panetti di hashish - VIDEO
IVREA - Controlli antidroga al Movicentro: marocchino arrestato con tre panetti di hashish - VIDEO
Continuano i controlli dei carabinieri della compagnia di Ivrea al Movicentro, dove lo scorso fine settimana i militari hanno controllato alcune decine di persone. Nei guai anche un 23enne senza fissa dimora già noto alle forze dell'ordine
FELETTO - Ennesimo incidente stradale sulla 460: una Renault 4 si schianta contro un palo - FOTO E VIDEO
FELETTO - Ennesimo incidente stradale sulla 460: una Renault 4 si schianta contro un palo - FOTO E VIDEO
Brutto incidente stradale questa notte intorno alle 2 sull'ex statale 460, lungo la circonvallazione di Feletto. Una Renault 4 con a bordo una persona è finita fuori strada in prossimità di una curva ed è andata a schiantarsi contro un palo
PIAMPRATO SOANA - Le scuole a lezione con «Pianeta Neve Ski»
PIAMPRATO SOANA - Le scuole a lezione con «Pianeta Neve Ski»
Le giornate delle scuole sulla neve in Valle Soana non sono finite qui, ma proseguiranno il 26 febbraio e il 5 marzo
CHIVASSO - Droga in stazione: finanza denuncia spacciatore
CHIVASSO - Droga in stazione: finanza denuncia spacciatore
Operazione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a cura della guardia di finanza alla stazione ferroviaria
CHIVASSO - Si toglie la vita in garage: ritrovato dai figli dopo alcune ore
CHIVASSO - Si toglie la vita in garage: ritrovato dai figli dopo alcune ore
Dopo alcune ore i famigliari hanno deciso di controllare nel seminterrato e lì hanno trovato l'uomo ormai privo di vita
LEINI-TORINO - I carabinieri seguono il pusher fino a casa e scoprono una centrale dello spaccio - FOTO E VIDEO
LEINI-TORINO - I carabinieri seguono il pusher fino a casa e scoprono una centrale dello spaccio - FOTO E VIDEO
Durante il blitz i militari hanno sentito alcune persone nel condominio gridare e fischiare, come se fossero delle vedette del palazzo con il compito di segnalare la presenza delle forze dell'ordine nello stabile
FAVRIA - Ariel, la Principessa del mare
FAVRIA - Ariel, la Principessa del mare
A Favria domenica 25 febbraio alle ore 17,30 nel salone Polivalente andrà il scena il musical: «Ariel, la Principessa del mare»
FAVRIA - Giovani a confronto sul mondo fantastico di Tolkien
FAVRIA - Giovani a confronto sul mondo fantastico di Tolkien
Il professor Respinti, nato a Milano nel 1964, è un giornalista professionista, traduttore e studioso del pensiero contemporaneo del mondo anglosassone
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore