DUE CITTA' AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER

| Liberamente ispirato al best-seller di Massimo Gramellini, il film è stato scelto dal sindacato nazionale critici cinematografici italiani come il «miglior film dell'anno». La recensione di Santho Iorio

+ Miei preferiti
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER
Si apre con “Fai bei sogni” di Marco Bellocchio, liberamente ispirato al best-seller di Massimo Gramellini (edito nel 2012 da Longanesi con 1.350.000 copie vendute), la seconda fase di «Due città al Cinema». Il film è stato scelto dal sindacato nazionale critici cinematografici italiani come il "miglior film dell’anno". L'ultima fatica di Bellocchio ripercorre  tutti i temi a lui cari: la famiglia, il rapporto madre-figlio, la morte, le epoche che si susseguono, l'Italia che cambia.
 
Il film è la storia di un'assenza, quella della madre di Massimo Gramellini, che vive nel ricordo di questa perdita, avvenuta quando lui aveva solo nove anni e su cui scoprirà la verità molti anni dopo, da adulto. Un’assenza, un dolore indicibile, che stravolge la vita di un uomo, che smette di vivere perché è alla disperata ricerca di una presenza e soprattutto di una verità che è evitata inconsciamente.  La morte dell'adorata madre è un lutto mai del tutto elaborato che causerà paure e ansie, insicurezze e sofferenza, in cui l'incapacità di amare, e di vivere, la fanno da padrone. 
 
Bellocchio rispetto a “I Pugni in tasca” ribalta la situazione: la madre di Massimo è piena d'amore e attenzioni nei confronti del figlio, mentre quella di Alessandro è gelida e assente. L'assenza materna è vissuta dal piccolo come se fosse un film dell’orrore (tra Nosferatu e Belfagor) e cresce, suo malgrado, sopportando il peso di quel “nonostante” che diventa evolutivo. La pellicola, in qualche modo, racconta  anche la vita di un orfano dal punto di vista del genitore morto, che ha modo suo, ha perso un figlio.
 
Nei ricordi del protagonista risuona tutto il dolore ipotetico di un genitore che ha abbandonato per sempre il proprio figlio: non solo con la morte, ma anche con un atteggiamento anaffettivo, freddo e autoritario, come nel caso del padre di Massimo. Nel film  si respirano rabbia, amarezza e disillusione, insieme alla malinconia e alla compassione, che lo spettatore prova nei confronti del protagonista. E' impossibile non intenerersi e commuoversi di fronte alla sua ricerca disperata della verità e ai suoi attacchi di panico al pensiero della madre e alla sua incapacità di amare un'altra donna (finché non compare Elisa).
 
Una biografia quella di Gramellini, raccontata e ritratta da Bellocchio con estrema delicatezza, che coniuga il proprio stile con quello del giornalista, dando vita ad una pellicola che rivive l'Italia del passato, ricca di malinconia, disperazione e ricordi cementati, che rimarranno lì per sempre. (Santho Iorio)
Video
Galleria fotografica
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 1
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 2
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 3
DUE CITTA AL CINEMA - La seconda fase inizia con «Fai bei sogni» - GUARDA IL TRAILER - immagine 4
Cronaca
RIVAROLO-FELETTO-FAVRIA - Furti nelle case anche di giorno
RIVAROLO-FELETTO-FAVRIA - Furti nelle case anche di giorno
Si moltiplicano le segnalazioni di furti e tentati furti in diversi Comuni. I malviventi agiscono anche in pieno giorno
IVREA - Mostra i genitali a diverse ragazze: condannato a 5 mesi
IVREA - Mostra i genitali a diverse ragazze: condannato a 5 mesi
E' stato riconosciuto, dopo le indagini della polizia, da due donne e anche da alcune ragazzine minorenni della scuola Cena
CUORGNE' - Colto da malore in palestra: un uomo gravissimo
CUORGNE
L'uomo è stato elitrasportato d'urgenza al pronto soccorso di Ciriè. Provvidenziale l'intervento del personale del 118
CUORGNE' - 40enne si spacca il menisco: per l'ospedale è «solo» una distorsione. Denunciato il Comune di Castellamonte
CUORGNE
Una donna ha denunciato il Comune di Castellamonte per lesioni colpose: è caduta in una buca dell'asfalto in via Meuta. Poi al pronto soccorso di Cuorgnè è stata dimessa: nessuno si è accorto di quella lesione del menisco
IVREA-STRAMBINO - Prevenzione tumore al seno: weekend di eventi
IVREA-STRAMBINO - Prevenzione tumore al seno: weekend di eventi
L'obiettivo è sensibilizzare la comunità sui temi di prevenzione oncologica e sull'importanza degli interventi di prevenzione
LOCANA - Una festa da ricordare per i nonni del paese
LOCANA - Una festa da ricordare per i nonni del paese
E’ accaduto al Vernetti di Locana, domenica 14 ottobre. Sono una risorsa importante, mermoria storica del nostro paese
VIDRACCO - Giovedì 18 e venerdi 19 chiude la provinciale della Valchiusella
VIDRACCO - Giovedì 18 e venerdi 19 chiude la provinciale della Valchiusella
Il traffico per la Valchiusella sarà deviato su percorsi alternativi e, in particolare, dalla pedemontana sarà possibile risalire la vallata tramite la provinciale di Strambinello
CHIVASSO - Nei primi mesi del 2019 riaprirà la sede dell'Inps
CHIVASSO - Nei primi mesi del 2019 riaprirà la sede dell
Torna la piena funzionalità dell'Istituto. Qualche mese di disagio per i cittadini: «Sapranno capire», dice il sindaco Castello
BALDISSERO - Artigiano damanhuriano ucciso a Vercelli: arrestato il presunto assassino
BALDISSERO - Artigiano damanhuriano ucciso a Vercelli: arrestato il presunto assassino
La polizia ha arrestato il presunto assassino del damanhuriano Antonello Bessi, 57 anni, artigiano di Vercelli, molto noto a Baldissero Canavese e Vidracco
INDUSTRIA - Tappa in Canavese per Federmeccanica
INDUSTRIA - Tappa in Canavese per Federmeccanica
Il direttore di Federmeccanica, Stefano Franchi, accompagnato da Franco Trombetta, ha visitato cinque aziende canavesane
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore