DUE CITTA' AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER

| Martedì alle 21.30 al cinema «Margherita» di Cuorgnè, l'appuntamento con la terza fase della rassegna cinematografica. Si comincia con il film rivelazione di «Pif». La recensione in anteprima di Santho Iorio

+ Miei preferiti
DUE CITTA AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER
L’ex iena Pif, esordisce dietro la macchina da presa con «La mafia uccide solo d’estate» , presentato al «Torino Film Festival» che si aggiudica il premio del pubblico. «Un giorno mi sono fermato e mi sono guardato indietro. E lì, è nata la domanda: ma come è possibile che a Palermo la mafia entrasse così prepotentemente nella vita delle persone e che in pochi dicessero qualcosa?».
 
Pif, a questa domanda, prova a dare una risposta in maniera sarcastica, ma anche toccante. La mafia, in un modo o nell’altro,  ha sempre influenzato la vita di tutti a Palermo. E’ una città in cui la “cultura della mafia” si va formando pian piano ma in modo esponenziale, senza che nemmeno i cittadini se ne rendano ben conto. 
 
La mafia uccide il maresciallo Attilio Bonincontro, ma in una macelleria si vocifera: “Ma quale mafia e mafia! Secunnu mia è tutta ‘na questione di fimmini”. La mafia uccide il brigadiere Filadelfo Aparo, ma dal barbiere  si vocifera:  “Ma quale mafia e mafia! A me una persona che lo conosceva mi ha detto che ‘nquitò una femmina che non doveva ‘nquitare” (disturbare, ndr). La mafia uccide il giornalista Mario Francese, ma in un bar si vocifera: “Era bravo Francese. Però gli piacevano un po’ troppo le gonnelle. Quelle degli altri.”
 
Arturo (Pif) è un bambino, e come tutti i bambini, si fida ciecamente di quello che dicono gli adulti: ascolta anche lui quella frase in macelleria, quella detta dal barbiere e quella chiacchierata al bar. E sono proprio tutte queste frasi che lo fanno convincere di una cosa: che non bisogna dichiararsi, figuriamoci innamorarsi. Perché se lo fai, la mafia ti prende e ti ammazza. Purtroppo in classe di Arturo, c’è una bellissima  bambina che gli piace: si chiama Flora (Cristiana Capotondi).
A fare da sfondo a questa storia d’amore, che dalle elementari arriva fino all’età adulta dei due, ci sono gli avvenimenti di mafia degli anni ‘80:  tra tutti anche l’assassinio del giudice Rocco Chinnici, che nel film abita nello stesso stabile di Flora, e sa della storia d’amore tra i due ragazzi. 
 
La bellezza del film è tutta nell’unione  armoniosa tra realtà e finzione, come avviene nelle scene realmente accadute che -messe nel contesto del film- sembrano  inventate ed invece…  Davvero esistite, si pensi alla  dichiarazione  resa da Giulio Andreotti sul perché non andò al funerale del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa: “Preferisco andare ai battesimi piuttosto che ai funerali”. “La mafia uccide solo d’estate” è una delle operazioni più riuscite e intelligenti fatte dal cinema italiano negli ultimi anni perché ci aiuta a solidificare la memoria e a renderla indistruttibile, attraverso un film, con un sorriso.
 
Alla serata di Cuorgnè sarà presente il presidio «Luigi Ioculano» di Libera.
 
LA SCHEDA
Regia: Pierfrancesco Diliberto – PIF
Nazionalità: Italia 2013
Genere: Drammatico
Interpreti: Cristiana Capotondi (Flora), Pierfrancesco Diliberto «Pif» (Arturo), Ginevra Antona (Flora bambina),Alex Bisconti (Arturo bambino) Claudio Gioè (Johnny), Ninni Bruschetta  (Fra Giacinto), Barbara Tabita (Maria Pia),Rosario Lisma (Lorenzo)
Durata: 90 minuti 
 
Pierfrancesco Diliberto, in arte «Pif» (Palermo, Italia, 1972), si è avvicinato al mondo del cinema lavorando nella produzione di “Un tè con Mussolini” (1998) di Franco Zeffirelli e “I cento passi” (1999) di Marco Tullio Giordana. Nel frattempo, dopo aver vinto un concorso per autori televisivi di Mediaset nel 1998, ha iniziato a scrivere per la televisione e per  “Le Iene2, di cui è diventato inviato. Dal 2007 ha iniziato a lavorare al programma di Mtv Il testimone e nel 2012, in occasione del ventesimo anniversario dalla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ha scritto il racconto “Sarà stata una fuga di gas”, pubblicato nella raccolta “Dove eravamo”. Vent’anni dopo Capaci e via D’Amelio. “La mafia uccide solo d’estate” è il suo primo film da regista.
 
Video
Galleria fotografica
DUE CITTA AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER - immagine 1
DUE CITTA AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER - immagine 2
DUE CITTA AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER - immagine 3
DUE CITTA AL CINEMA - Si comincia con «La mafia uccide solo d’estate» - GUARDA IL TRAILER - immagine 4
Cronaca
QUINCINETTO - Frana: piano di emergenza in caso di chiusura A5
QUINCINETTO - Frana: piano di emergenza in caso di chiusura A5
Incontro tecnico questa mattina in Prefettura a Torino sulla frana che incombe sul tratto dell'autostrada A5 Torino-Aosta
INCIDENTE SULLA IVREA-SANTHIA' - Quattro canavesani feriti, tra loro anche una bambina di dieci anni - FOTO
INCIDENTE SULLA IVREA-SANTHIA
Due auto distrutte e quattro feriti. E' il bilancio del brutto incidente stradale che si è verificato oggi sulla bretella autostradale Ivrea-Santhià che collega la Torino-Aosta con la Torino-Chivasso. I feriti di Issiglio e Montalto Dora
PONTE PRETI - Cade con la moto sulla provinciale: ragazzo ferito - FOTO
PONTE PRETI - Cade con la moto sulla provinciale: ragazzo ferito - FOTO
Il centauro è stato sbalzato sull'asfalto della pedemontana. Soccorso dal personale del 118 e trasportato in ambulanza a Ivrea
BELMONTE - Si apre uno spiraglio per portare nuovi religiosi in pianta stabile al Santuario patrimonio dell'umanità Unesco
BELMONTE - Si apre uno spiraglio per portare nuovi religiosi in pianta stabile al Santuario patrimonio dell
Ieri in municipio a Prascorsano incontro con due sacerdoti in rappresentanza della Congregazione dei «Servi della misericordia della copiosa redenzione», nata e sviluppatasi in Brasile, ma già attiva da tempo anche in Sicilia
BORGARO-CASELLE - Pusher in trasferta a Torino: due arresti
BORGARO-CASELLE - Pusher in trasferta a Torino: due arresti
I carabinieri hanno individuato la centrale di spaccio seguendo alcuni giovani consumatori di Borgaro, Caselle e Venaria
CANAVESE - A Cuorgnè, Valperga e Ivrea torna il cinema di Movie Tellers
CANAVESE - A Cuorgnè, Valperga e Ivrea torna il cinema di Movie Tellers
La terza edizione porterà nelle città che hanno aderito al progetto 12 film - 4 cortometraggi, 4 documentari e 4 lungometraggi tutti accomunati dal «fattore Piemonte»
CANAVESE - Ondata di caldo record: picco atteso tra mercoledì e giovedì
CANAVESE - Ondata di caldo record: picco atteso tra mercoledì e giovedì
Ai soggetti più sensibili (bambini, anziani, cardiopatici, asmatici o persone affette da malattie dell'apparato respiratorio) si rammenta di evitare la permanenza all'aria aperta nei luoghi soleggiati
CUORGNE' - Uccise il convivente a Nichelino: «Niente legittima difesa»
CUORGNE
Il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio per Silvia Rossetto, 48 anni di Cuorgnè, che colpì il compagno con un coltello
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Brutto incidente stradale tra San Giorgio e San Giusto: una donna ferita - FOTO
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Brutto incidente stradale tra San Giorgio e San Giusto: una donna ferita - FOTO
Tra gli svincoli di San Giorgio e Volpiano, in direzione Torino, una Peugeot 207 è finita fuori strada terminando la propria corsa ruote all'aria sopra il guard-rail. La donna al volante è stata ricoverata al Giovanni Bosco
AGLIE' - Nuova rotonda sulla provinciale 41: conclusi i lavori
AGLIE
La rotatoria definitiva presenta un diametro esterno di 28 metri con una corsia dedicata per la svolta in direzione Rivarolo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore