FAVRIA - Il grande ritorno della fiera agricola

| Una volta questi giorni di festa erano elemento di unione delle Comunitą e l'occasione, oltre che per celebrazioni e festeggiamenti, anche per organizzare grandi mercati

+ Miei preferiti
FAVRIA - Il grande ritorno della fiera agricola
A Favria il 2 aprile avverrà come da tradizione la 41 fiera agricola. La  manifestazione ispirata alla tradizione agricola ed è in onore di Sant'Isidoro detto l’agricoltore, protettore dei raccolti e delle attività rurali. Le strade della nostra Comunità si animeranno di visitatori e di concittadini. Quando penso alla parola fiera mi viene in mente sia la tradizionale mostra mercato, la parola deriva dal  feria giorno di festa. Una volta questi giorni di festa erano elemento di unione delle Comunità e l'occasione, oltre che per celebrazioni e festeggiamenti, anche per organizzare grandi mercati. Col connotato che le fiere hanno ancora oggi, si trattava di mercati simili a mostre, che magari duravano anche diversi giorni, in cui concludere affari vantaggiosi e accordi economici per l'anno venturo.

Così la 'feria' ha passato il suo nome a quel particolare mercato. Certo con il tempo la fiera è cambiata, si è spostata dal cventro del pese nel parco Bonaudo e nella zona adiacente,  ma non è mutata la passione con cui i favriesi la vivono e  accolgono migliaia di ospiti.  La fiera a Favria è aggregazione e senso di comunità, e in essa Favria si sente più unita e si apre al pubblico condividendo le proprie tradizioni. Per la fiera ho usato nel titolo il termine sgargiante per indicare la vivacità ed anche la  temperato confusione  quando ci sono migliaia di persone e gli animali. Mi permetto dire che la parola sgargiante ben si adatta alle tradizione rurali perché deriva  dall’antico francese criard, per le grida stridule dei venditori accorsi a centinaia alla fiera.

Sgargiante ritengo che sia una parola cge parla bene per quello che l’orecchio recepisce nel giorno delle fiera, le grida dei venditori che si sovrappongono alla vivacita dei discorsi delle persone con in sottofondo le comunicazioni dello speaker che nel pomeriggio commenta il cimento dei bovini nella bataille des reines, dove al mattino nello stesso campo si è tenuta la rassegna zootecnica. Preciso che la  battaglia delle reines non è una corrida, ma un braccio di ferro una prova di forza incruenta tra due mucche, quello che fanno naturalmente sui pascoli per stabilire la supremazia. Insomma non è uno spettacolo cruento, infatti la parte spettacolare è il ruituale che precede il breve contro, cheè solo di forza tra i due animali. Come dicevo gli animali, precedentemente pesati per mettere delle avversarie dello stesso peso,  si studiano e scavano nel campo, si avvicinano e continuano a studiarsi.

Poi una delle due parte e con la testa cerca di spingere via l’altra, più sono in parità, più il “combattimento” può durare a lungo, ma non si tratta di una lotta, piuttosto di una prova di resistenza. Niente viene indotto dagli esseri umani e l’unica cosa che viene fatta è mettere  le due “contendenti” una accanto all’altra. Insomma una festa dentro la fiera dove si  incontrano allevatori e appassionati a vedere, in un campo di gara, ciò che gli animali fanno naturalmente in natura. Gli animali sono tutto, meno che maltrattati, anzi questi animali sono vezzeggiati dai loro padroni molto più che gli altri animali che hanno nelle stalle. In conclusione ringrazio come Favriese il Comitato Organizzatore. La Coldiretti e tutti coloro che a vario titolo si sono dati da fare e saranno impegnati per consentire lo svolgimento della Fiera di S.Isidoro ci faranno trascorrere momenti lieti e di portare a casa un po’ dei sapori e della genuinità che contraddistinguono il nostro territorio. (Giorgio Cortese)

Cronaca
PASTORI MASSACRATI A CHIVASSO - La procura di Ivrea chiede un ergastolo e 57 anni di carcere
PASTORI MASSACRATI A CHIVASSO - La procura di Ivrea chiede un ergastolo e 57 anni di carcere
Alla sbarra Daniele Bergero, 26 anni di Front Canavese, Romano Bergero, 34 anni di Foglizzo, Piero Bergero, 31 anni di Oglianico, e Alex Bianciotto, 30 anni di Mercenasco. Le vittime furono uccise a Castelrosso il 24 ottobre del 2017
CALUSO - Pestano un 18enne per rubargli il computer: denunciati
CALUSO - Pestano un 18enne per rubargli il computer: denunciati
Lo scopo della «spedizione punitiva» sarebbe stato quello di recuperare un credito di droga. Indagini dei carabinieri in corso
IVREA - Grande successo per la Notte Nazionale del Classico - FOTO
IVREA - Grande successo per la Notte Nazionale del Classico - FOTO
Notte nazionale del Classico gremita di spettatori a Ivrea che hanno invaso «Palazzo degli Studi» che ospita il Liceo Botta
BELMONTE - Santuario aperto ma resta il «giallo» sui sacerdoti
BELMONTE - Santuario aperto ma resta il «giallo» sui sacerdoti
I dubbi sulla «fuga» dei tre sacerdoti dal santuario non si diradano. La diocesi di Torino assicura la presenza di religiosi
TRAGEDIA A VESTIGNE' - Muore un vigile del fuoco di Ivrea: aveva solo 37 anni - FOTO e VIDEO
TRAGEDIA A VESTIGNE
Era un vigile del fuoco in servizio al distaccamento di Ivrea l'automobilista che ha perso la vita ieri sera, a Vestignč, a seguito di un drammatico incidente stradale sulla provinciale 78 per Borgomasino. Ricoverato al Cto anche un 31enne
FAVRIA - Gli agricoltori pronti a celebrare la festa di Sant'Antonio
FAVRIA - Gli agricoltori pronti a celebrare la festa di Sant
A Favria ci sono attualmente trenta aziende agricole iscritte alla Coldiretti a cui si deve aggiungere un nutrito gruppo di pensionati che mantegono viva la tradizione e vocazione agricola della comunitą
MONTANARO - Sassi contro il treno: in frantumi due finestrini
MONTANARO - Sassi contro il treno: in frantumi due finestrini
I carabinieri della compagnia di Chivasso stanno indagando sulla sassaiola che, sabato scorso, ha colpito un treno regionale
VESTIGNE' - Incidente mortale sulla provinciale 78 tra Borgomasino e Vestignč - FOTO E VIDEO
VESTIGNE
Per cause ancora da appurare, un Fiat Doblņ ed una Audi A3 si sono scontrate frontalmente: il bilancio pesantissimo č di un morto e di un ferito grave. La vittima aveva 37 anni
IVREA - Pietre contro i canoisti nella Dora? Forse il gesto di qualche ragazzino annoiato
IVREA - Pietre contro i canoisti nella Dora? Forse il gesto di qualche ragazzino annoiato
Ponte Vecchio chiuso al traffico, questa sera. Alcuni canoisti che stavano transitando proprio sotto il ponte lungo il corso della Dora, sarebbero stati sfiorati da dei calcinacci. Il ponte č stato chiuso per precauzione durante i controlli
CASELLE - Allarme per un ordigno bellico vicino all'aeroporto
CASELLE - Allarme per un ordigno bellico vicino all
Nel corso di uno scavo č spuntata una vecchia bomba della seconda guerra mondiale ancora potenzialmente pericolosa
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore