FORNO CANAVESE – Consiglio “frizzante” tra problema migranti e Unione dei Comuni

| I due temi centrali per il paese tornano alla ribalta nel consiglio comunale

+ Miei preferiti
FORNO CANAVESE – Consiglio “frizzante” tra problema migranti e Unione dei Comuni
In una sala eccezionalmente piena (per gli standard fornesi) si è svolto ieri sera il nuovo scontro tra maggioranza e minoranza.

Si è molto parlato, nelle ultime settimane, dell’interrogazione che il gruppo “Impegno Civile per Forno” aveva annunciato di voler presentare sul tema dei migranti. Interrogazione che è stata presentata senza nessuna variazione, ma accompagnata da una breve introduzione per difendersi dalle accuse di razzismo ricevute.

La risposta del sindaco Boggia è stata piuttosto semplice ed è partita da un presupposto: “noi non abbiamo nessun potere decisionale”.

Come ha in seguito spiegato Stefano Vieta il processo di assegnazione dei migranti parte dal governo che passa la palla direttamente alle cooperative, senza passare per organi intermedi. Il comune è quindi stato avvisato dal privato che ha messo a disposizione lo stabile “su consiglio della Procura” a cose fatte. E’ stato anche specificato chiaramente che nessun costo ricadrà sull’amministrazione, la quale però si sta già informando su quali siano le possibilità di usare queste persone per lavori socialmente utili (come già accade a Rivarolo).

Alle continue domande riguardo alla sicurezza pubblica e all’identificazione dei profughi in arrivo di Val, sempre Stefano Vieta ha risposto ricordando che Forno ha già una forte percentuale di stranieri tra cui probabilmente dei clandestini: se proprio ci si volesse preoccupare bisognerebbe farlo per loro. I profughi in arrivo sono tutte persone che hanno ottenuto lo status di rifugiati politici e hanno già passato diversi controlli sanitari, scongiurando così anche il fantomatico rischio per la sanità pubblica.

Dopo una serie di voti più istituzionali, l’attenzione si è spostata sulla notizia che per l’anno a venire sarà il CISS 38, che ha avanzi di bilancio, a pagare il sostegno per gli studenti bisognosi.

Lo scontro si è poi riacceso sul tema dell’Unione dei Comuni, altro tema caldo per il paese. Dopo aver più volte minacciato l’uscita, l’amministrazione comunale ha alla fine trovato un accordo con gli altri comuni. Verranno lasciate in comune tre funzioni: protezione civile, catasto e polizia municipale mentre per tutte le altre Forno continuerà da solo.

L’attacco di Vincenzo Armenio è stato immediato e ha denunciato la mancanza di una linea coerente da parte del comune, che ha per mesi cercato di uscire e ora si ritrova a essere né carne né pesce.

Anche Gianpaolo Gioannini ha ricordato come questa soluzione sia a suo avviso piuttosto controproducente perché si perde il ruolo di comune capofila e parte dei fondi derivanti dall’essere a tutti gli effetti dentro l’Unione senza però guadagnare la totale indipendenza.

Immediata la risposta del sindaco che del vice­sindaco hanno affermato che la scelta è quella che, secondo l’amministrazione, conviene di più sia al comune che ai suoi cittadini.

Continue anche le provocazioni tra minoranza, che chiedeva essere più informata di ciò che succede in paese, e sindaco che li accusava di non impegnarsi per indagare ma aspettare sempre che il comune li informasse.

Un consiglio frizzante su temi che sono ancora ben lontani dall’essere risolti. (p.f.)

Cronaca
IVREA - Traffico record, città nel caos: gli eporediesi furenti
IVREA - Traffico record, città nel caos: gli eporediesi furenti
Con la nuova rotonda di porta Vercelli, al posto del semaforo, e i lavori in corso sul Terzo Ponte, il traffico è andato in tilt
OZEGNA-AGLIÈ - Scontro auto-scooter, ferito ragazzo di Salassa
OZEGNA-AGLIÈ - Scontro auto-scooter, ferito ragazzo di Salassa
Il ragazzo è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè
RIVAROLO - Rubate le porte della Panda delle suore - FOTO
RIVAROLO - Rubate le porte della Panda delle suore - FOTO
Ancora furti nelle frazioni, questa volta a Pasquaro. A farne le spese l’auto delle suore. Due portiere sono state rubate
IVREA - Un chilo di droga in casa: 32enne di Scarmagno arrestato
IVREA - Un chilo di droga in casa: 32enne di Scarmagno arrestato
Lunedì il Gip di Ivrea, che ha convalidato l'arresto, ha disposto nei confronti del 32enne la misura degli arresti domiciliari
IVREA - La rassegna internazionale «Gli Accordi Rivelati»
IVREA - La rassegna internazionale «Gli Accordi Rivelati»
«Il Timbro» lancia una stagione di altissimo livello, con quattro concerti di musica da camera dedicati al quartetto d'archi
SAN BENIGNO - La Magneti Marelli venduta ai giapponesi di Calsonic
SAN BENIGNO - La Magneti Marelli venduta ai giapponesi di Calsonic
Timori occupazionali per lo stabilimento canavesano? «Non ci saranno ripercussioni sull'occupazione» dice il sindacato
CASELLE - Laser contro i piloti in fase di atterraggio: «Attentato alla sicurezza dei trasporti pubblici»
CASELLE - Laser contro i piloti in fase di atterraggio: «Attentato alla sicurezza dei trasporti pubblici»
Disturbare i piloti di un aereo di linea con un laser da terra è un gioco rischiosissimo che può mettere a rischio la vita di centinaia di persone. Le compagnie aeree hanno effettuato le segnalazioni all'Enav e alle forze di polizia
AUTOSTRADA A5 - Schianto a Quincinetto, automobilista in prognosi riservata al Cto - FOTO
AUTOSTRADA A5 - Schianto a Quincinetto, automobilista in prognosi riservata al Cto - FOTO
L'auto sulla quale viaggiava, una Nissan, ha divelto le barriere e si è fermata nella scarpata oltre la banchina. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Ivrea che hanno estratto la persona ferita dalle lamiere del mezzo
VOLPIANO - Festeggiati i cento anni di Margherita Raimondo
VOLPIANO - Festeggiati i cento anni di Margherita Raimondo
È nata il 21 ottobre del 1918, ha vissuto in Italia e Argentina. Il sindaco le ha consegnato una targa a nome del Comune
FERROVIA CANAVESANA - Martedì bus al posto dei treni sulla Pont-Rivarolo
FERROVIA CANAVESANA - Martedì bus al posto dei treni sulla Pont-Rivarolo
«Domani, martedì 23 ottobre, tra le 6 e le 9, il servizio ferroviario nella tratta Rivarolo-Pont Canavese della linea Sfm1 sarà effettuato con autobus sostitutivi per motivi tecnici (treno in riparazione)»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore