FORNO - Nella cassetta di sicurezza non ci sono i soldi di Gloria

| I carabinieri hanno aperto stamattina la cassetta di Roberto Obert prelevata ieri dalla San Paolo di Forno Canavese

+ Miei preferiti
FORNO - Nella cassetta di sicurezza non ci sono i soldi di Gloria
Gabriele Defilippi ha mentito (ancora una volta). Nella cassetta di sicurezza di Roberto Obert custodita alla banca San Paolo di Forno Canavese non ci sono i 187 mila euro rubati con un'abile truffa alla professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte, trovata morta la scorsa settimana nella discarica di Rivara. I carabinieri del reparto investigativo di Torino ieri mattina hanno sequestrato la cassetta che stamattina è stata aperta. Dentro c'erano solo buoni fruttiferi e dei beni di famiglia «risalenti nel tempo e non riconducibili all'indagine in corso», confermano dal comando provinciale dell'Arma dei carabinieri.

Era stato Defilippi a indicare quella cassetta ai carabinieri. Secondo il suo racconto, i 187 mila euro rubati alla professoressa erano stati consegnati a Roberto Obert che li avrebbe dovuti gestire. A questo punto le confessioni di Gabriele Defilippi non sembrano attendibili. Il valore complessivo dei buoni all'interno della cassetta raggiunge circa i 20 mila euro. 

Roberto Obert aveva già detto ai carabinieri, durante gli interrogatori, di non aver mai visto nè Gloria Rosboch prima del giorno dell'omicidio, nè i suoi soldi. Effettivamente nella cassetta di sicurezza, contrariamente a quanto indicato dall'amante complice, non c'erano i soldi sottratti alla prof. Le indagini proseguono. I 187 mila euro della Rosboch sembrano spariti nel nulla. Molto probabilmente sono già stati spesi. I carabinieri hanno posto sotto sequestro preventivo i beni della famiglia Defilippi-Abbattista, compresa la casa di Gassino recentemente acquistata dall'ex compagno della mamma di Gabriele.

Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL'INCIDENTE
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL
Svolta nell'inchiesta sulla tragedia di Coassolo. La procura di Ivrea, come atto dovuto, ha iscritto nel registro degli indagati diverse persone coinvolte nello schianto che è costato la vita a un bimbo di sei anni
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un'inchiesta
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un
Lo ha trovato un uomo che stava tornando dal lavoro. E' stato lui a chiamare immediatamente il 112. Il bimbo, probabilmente appena partorito, è stato lasciato sul ciglio della strada. E' morto al Regina Margherita poco dopo
CUORGNE' - Un aiuto a Cittareale, paese colpito dal terremoto
CUORGNE
Un concerto fortemente voluto dalla Società Filarmonica di Salassa e dai gruppi di protezione civile del territorio
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
Fidas di Rivara in festa, la scorsa settimana, per premiare i soci che hanno donato il sangue
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
Resta per il momento a carico di ignoti il fascicolo per omicidio colposo aperto dalla procura di Ivrea sull'incidente al rally "Città di Torino" che, sabato a Coassolo, è costato la vita a un bambino di sei anni. Novità da un video
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
Destinato ai «caregiver» di persone con problemi cognitivi, istituito in forma sperimentale nell'ambito del Distretto
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
Gli alunni della sezione Design Ceramica del liceo Faccio si distinguono al concorso nazionale di scultura Nanni Valentini
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
Questa mattina fino alle 12 i dipendenti esasperati dalla situazione hanno bloccato 70 camion in uscita con i prodotti destinati alle filiali piemontesi. Mercoledì a Torino incontro urgente per trovare una rapida soluzione
CUORGNE' - In 2000 a Villa Filanda per il May Day 2017
CUORGNE
Quest'anno la lineup musicale ha proposto: John Holland Experience, Duo Bucolico, Piotta e Flaminio Maphia
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
La donna ha tentato di togliersi la vita soffocandosi con un sacchetto di plastica in testa. Dopo il rocambolesco intervento dei militari dell'Arma la donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore