FORNO - Sciopero alla «Sea Stampaggio» per gli stipendi e il Tfr

| Ventinove dipendenti hanno incrociato le braccia. Chiedono maggiori garanzie sul loro futuro lavorativo

+ Miei preferiti
FORNO - Sciopero alla «Sea Stampaggio» per gli stipendi e il Tfr
Sono giorni di tensione alla "Sea stampaggio acciai" di Forno Canavese. I ventinove dipendenti del settore produttivo, lunedì si sono trovati davanti ai cancelli dell'azienda di frazione Marietti e hanno incrociato le braccia per tutta la giornata. Chiedono garanzie sul futuro, oltre al pagamento degli arretrati. All'appello mancherebbero gli ultimi due stipendi. «Da un anno e mezzo le cose non vanno bene - spiegano i referenti del Confsal, il sindacato autonomo che sta seguendo la vicenda - l'azienda è anche ricorsa alla cassa integrazione sebbene non manchino le commesse». Gran parte dei dipendenti sono senegalesi e marocchini, quasi tutti residenti a Forno e nei paesi vicini. Con l'azienda in difficoltà nei pagamenti, alcuni si sono già visti recapitare lo sfratto.

«Alle nostre domande la proprietà risponde sempre in maniera evasiva - dicono ancora dal sindacato - anche sul Tfr non c'è chiarezza e se non interverrà l'Inps c'è il rischio che nessuno riesca a ottenerlo». La Sea, inoltre, ha già cambiato assetto societario un paio di volte. Circostanza che ha ulteriormente insospettito i sindacati e i lavoratori. Già nelle scorse settimane c’era stata una mezza mobilitazione interna per dare un segnale alla proprietà. Visto che le risposte ottenute dall’azienda sono state giudicate non altezza della situazione, i lavoratori hanno deciso di incrociare le braccia a oltranza. «Qui c’è gente che lavora da tanti anni – dicono i dipendenti della Sea – abbiamo famiglie da mantenere e mutui da onorare. Chiediamo solo delle risposte e delle garanzie per il nostro futuro». 

Cronaca
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
ALLERTA INCENDI - 38 roghi da inizio anno: nessuna deroga al divieto di accendere fuochi
ALLERTA INCENDI - 38 roghi da inizio anno: nessuna deroga al divieto di accendere fuochi
Tutto il sistema operativo regionale Antincendi boschivi continua a essere allertato sull'intero territorio piemontese, pronto a intervenire in caso di necessità
IVREA - La rotonda costata 700 mila euro sarà smantellata?
IVREA - La rotonda costata 700 mila euro sarà smantellata?
Code e traffico in tilt in centro. «Colpa» della rotonda di porta Vercelli. Indagine del Comune in corso per nuove modifiche
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per la tragica scomparsa di Ivan Ferrero
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per la tragica scomparsa di Ivan Ferrero
Solo a notte fonda papà Luciano e mamma Nadia hanno ricevuto la tragica notizia direttamente dal comandante provinciale dei vigili del fuoco di Torino, Marco Frezza, che ha fatto loro visita a Saluggia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore