GIRO D'ITALIA IN CANAVESE - Sfida vinta nel Parco Gran Paradiso: «Nessun effetto negativo sugli animali dell'area protetta»

| Nel Parco nazionale del Gran Paradiso, area particolarmente sensibile dal punto di vista naturalistico, sono state attuate speciali misure di attenzione per tutelare gli ambienti e la fauna presenti. Il progetto ha avuto successo

+ Miei preferiti
GIRO DITALIA IN CANAVESE - Sfida vinta nel Parco Gran Paradiso: «Nessun effetto negativo sugli animali dellarea protetta»
Venerdì 24 maggio la 13^ tappa del Giro d'Italia 2019 ha attraversato alcuni comuni del Parco (Locana, Noasca e Ceresole Reale) per concludersi al Lago del Serrù. Il versante piemontese del Parco è stato sotto gli occhi di milioni di spettatori e appassionati in tutto il mondo, oltre che da tanti appassionati presenti di persona il giorno dell’evento. Dei 196 km previsti dalla tappa, gli ultimi 9 rientrano all'interno del Parco che è anche zona SIC/ZPS, un’area particolarmente sensibile dal punto di vista naturalistico e per la quale sono state attuate speciali misure di attenzione per tutelare gli ambienti e la fauna presenti.

Italo Cerise, Presidente del Parco: "Venerdì 24 si è svolta in alcuni comuni del versante piemontese dell'area protetta la 13ma tappa del Giro d'Italia, un evento di grande interesse internazionale che si è svolto, seppure per pochi chilometri, all'interno della nostra area protetta e che abbiamo saputo affrontare e governare con grande professionalità e competenza, applicando in modo rigoroso le disposizioni della valutazione d'incidenza. Ci sarà tempo e modo per valutare tutti gli aspetti positivi e le criticità che questo evento ha comportato per il territorio del Parco inteso nella sua globalità; ma da subito possiamo dire che la sfida di conciliare un grande evento sportivo con le esigenze di tutela di un territorio protetto è stata vinta. A questo proposito voglio rivolgere un ringraziamento particolare ai nostri volontari e a quelli della UISP che hanno presidiato alcune zone particolarmente sensibili presenti lungo il tracciato e soprattutto al nostro Corpo di Sorveglianza che ha svolto un'azione capillare di presidio, controllo e monitoraggio del territorio interessato, di fondamentale importanza per la buona riuscita dell'evento. Anche il pubblico è stato all'altezza del particolare contesto naturale e si è comportato molto bene: segno che il messaggio di attenzione all'ambiente con le necessarie limitazioni veicolato dal Parco è stato capito e colto nel significato più profondo. Credo che il Parco sia riuscito a far capire quanto si era proposto e cioè che gli ultimi 9 Km di questa tappa dovevano essere diversi dai precedenti 179 per le attenzioni che il contesto naturale meritava. Accettare le sfide come questa è molto difficile ma è anche più gratificante per chi quotidianamente deve saper conciliare conservazione e sviluppo. Credo che questa esperienza del Giro rientri tra quelle più significative della nostra attività e potrà essere utile anche ad altre aree protette del sistema nazionale".

Antonio Mingozzi, Direttore: "La giornata di venerdì scorso, 24 maggio, ha visto l’arrivo della 13ma tappa del Giro d’Italia al Lago Serrù.  L’attuazione della tappa ha coinvolto funzionari e servizi dell’Ente Parco sin dalle sue fasi preparatorie nell’ottobre scorso, per rispondere alle richieste di collaborazione delle amministrazioni locali e, soprattutto, per minimizzare i potenziali impatti sulle componenti naturalistiche del Parco che un evento di così considerevole impianto logistico e richiamo pubblico avrebbe potuto avere nel suo tratto conclusivo (i circa 9 km tra Villa e il lago Serrù), interamente compresi dell’area protetta. Pur non disponendo ancora di un quadro dettagliato dei dati raccolti dal personale PNGP e collaboratori, posso affermare che l’evento sportivo non sembra aver prodotto criticità o effetti negativi significativi sulle componenti naturalistiche del Parco. Si tratta di un risultato molto confortante dovuto, in primo luogo, all’encomiabile impegno di lavoro e di disponibilità dei Servizi e funzionari dell’Ente, cui si sono aggiunti ricercatori, volontari e collaboratori del Parco. A tutti i miei più vivi ringraziamenti! Vorrei anche esprimere un particolare riconoscimento al Corpo di Sorveglianza di cui ho avuto modo di apprezzare di persona l’impegno e l’elevata professionalità. L’azione di controllo e presidio (protrattasi per 48 ore), coordinata dall’Ispettore Capo con l’appoggio di tutti i Capi Servizio e di 24 Guardaparco, è stata certamente un fattore cruciale per il raggiungimento degli obiettivi. In sintesi, un risultato finale esemplare, frutto di un lavoro congiunto e coordinato delle strutture del nostro Ente".

Video
Cronaca
VOLPIANO - Pensionato precipita in montagna: salvo per miracolo
VOLPIANO - Pensionato precipita in montagna: salvo per miracolo
E' stato ricoverato con un trauma cranico, un polmone perforato e qualche costola fratturata. Non è in pericolo di vita
BORGOFRANCO - Rubati camion ed escavatore con il Gps: un arresto
BORGOFRANCO - Rubati camion ed escavatore con il Gps: un arresto
Un italiano di 55 anni, disoccupato, pregiudicato, residente a Borgofranco, dovrà adesso rispondere di ricettazione
IVREA - Svaligiata la chiesa di Sant'Ulderico: blitz dei carabinieri, un arresto e quattro denunce - VIDEO
IVREA - Svaligiata la chiesa di Sant
Un italiano arrestato per furto aggravato di decine di oggetti sacri: ostensori, testi antichi e reliquiari, compreso quello di Sant'Ulderico). Denunciati due ricettatori che vendevano i materiali nei mercatini di antiquariato della zona
VALPERGA - Il passaggio a livello resta bloccato: il traffico va in tilt
VALPERGA - Il passaggio a livello resta bloccato: il traffico va in tilt
Per oltre trenta minuti il traffico è rimasto incolonnato di fronte al passaggio a livello: notevoli i disagi sulla provinciale per Salassa
CASTELLAMONTE - Ladri in azione nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Bennet
CASTELLAMONTE - Ladri in azione nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Bennet
La donna derubata, sotto shock, ha solo fatto in tempo a chiedere aiuto al personale del centro commerciale e ad altri clienti che hanno assistito alla scena. Purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi di questo tipo
LAVORO - Ortho a Ivrea ricerca personale per ampliare lo staff
LAVORO - Ortho a Ivrea ricerca personale per ampliare lo staff
Una nuova ricerca di personale per ampliare lo staff, fornire un'opportunità di lavoro e diversificare la gamma dei servizi offerti. «Ortho» ha deciso, ancora una volta, di investire sul personale
LEINI - Scontro tra auto e camion in via Galileo: una donna ferita
LEINI - Scontro tra auto e camion in via Galileo: una donna ferita
Sul posto, per aiutare il personale medico ad estrarre l'automobilista dalle lamiere, sono intervenuti i vigili del fuoco
SPARONE - Accordo firmato alla «Mtd»: tutti i dipendenti passano part-time e non ci sarà nessun licenziamento
SPARONE - Accordo firmato alla «Mtd»: tutti i dipendenti passano part-time e non ci sarà nessun licenziamento
A complicare le trattative anche il blocco della cassa integrazione. E fino a quando il Governo non interverrà con misure straordinarie per l'automotive (Mtd lavora per Maserati) non ci sarà modo di sbloccare altri ammortizzatori sociali
CASELLE - Leonardo divisione velivoli assume 40 nuovi dipendenti
CASELLE - Leonardo divisione velivoli assume 40 nuovi dipendenti
Inoltre l'azienda predisporrà all'interno del perimetro di Caselle un centro adibito alla formazione professionale specifica
FRONT CANAVESE - Incidente stradale, ferito Franz Paludetto, proprietario del castello di Rivara - FOTO
FRONT CANAVESE - Incidente stradale, ferito Franz Paludetto, proprietario del castello di Rivara - FOTO
La vettura ha centrato un ponticello in cemento sul lato sinistro della carreggiata in direzione Front. Per estrarre Paludetto dalle lamiere del mezzo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di San Maurizio Canavese
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore