GIRO D'ITALIA IN CANAVESE - Sfida vinta nel Parco Gran Paradiso: «Nessun effetto negativo sugli animali dell'area protetta»

| Nel Parco nazionale del Gran Paradiso, area particolarmente sensibile dal punto di vista naturalistico, sono state attuate speciali misure di attenzione per tutelare gli ambienti e la fauna presenti. Il progetto ha avuto successo

+ Miei preferiti
GIRO DITALIA IN CANAVESE - Sfida vinta nel Parco Gran Paradiso: «Nessun effetto negativo sugli animali dellarea protetta»
Venerdì 24 maggio la 13^ tappa del Giro d'Italia 2019 ha attraversato alcuni comuni del Parco (Locana, Noasca e Ceresole Reale) per concludersi al Lago del Serrù. Il versante piemontese del Parco è stato sotto gli occhi di milioni di spettatori e appassionati in tutto il mondo, oltre che da tanti appassionati presenti di persona il giorno dell’evento. Dei 196 km previsti dalla tappa, gli ultimi 9 rientrano all'interno del Parco che è anche zona SIC/ZPS, un’area particolarmente sensibile dal punto di vista naturalistico e per la quale sono state attuate speciali misure di attenzione per tutelare gli ambienti e la fauna presenti.

Italo Cerise, Presidente del Parco: "Venerdì 24 si è svolta in alcuni comuni del versante piemontese dell'area protetta la 13ma tappa del Giro d'Italia, un evento di grande interesse internazionale che si è svolto, seppure per pochi chilometri, all'interno della nostra area protetta e che abbiamo saputo affrontare e governare con grande professionalità e competenza, applicando in modo rigoroso le disposizioni della valutazione d'incidenza. Ci sarà tempo e modo per valutare tutti gli aspetti positivi e le criticità che questo evento ha comportato per il territorio del Parco inteso nella sua globalità; ma da subito possiamo dire che la sfida di conciliare un grande evento sportivo con le esigenze di tutela di un territorio protetto è stata vinta. A questo proposito voglio rivolgere un ringraziamento particolare ai nostri volontari e a quelli della UISP che hanno presidiato alcune zone particolarmente sensibili presenti lungo il tracciato e soprattutto al nostro Corpo di Sorveglianza che ha svolto un'azione capillare di presidio, controllo e monitoraggio del territorio interessato, di fondamentale importanza per la buona riuscita dell'evento. Anche il pubblico è stato all'altezza del particolare contesto naturale e si è comportato molto bene: segno che il messaggio di attenzione all'ambiente con le necessarie limitazioni veicolato dal Parco è stato capito e colto nel significato più profondo. Credo che il Parco sia riuscito a far capire quanto si era proposto e cioè che gli ultimi 9 Km di questa tappa dovevano essere diversi dai precedenti 179 per le attenzioni che il contesto naturale meritava. Accettare le sfide come questa è molto difficile ma è anche più gratificante per chi quotidianamente deve saper conciliare conservazione e sviluppo. Credo che questa esperienza del Giro rientri tra quelle più significative della nostra attività e potrà essere utile anche ad altre aree protette del sistema nazionale".

Antonio Mingozzi, Direttore: "La giornata di venerdì scorso, 24 maggio, ha visto l’arrivo della 13ma tappa del Giro d’Italia al Lago Serrù.  L’attuazione della tappa ha coinvolto funzionari e servizi dell’Ente Parco sin dalle sue fasi preparatorie nell’ottobre scorso, per rispondere alle richieste di collaborazione delle amministrazioni locali e, soprattutto, per minimizzare i potenziali impatti sulle componenti naturalistiche del Parco che un evento di così considerevole impianto logistico e richiamo pubblico avrebbe potuto avere nel suo tratto conclusivo (i circa 9 km tra Villa e il lago Serrù), interamente compresi dell’area protetta. Pur non disponendo ancora di un quadro dettagliato dei dati raccolti dal personale PNGP e collaboratori, posso affermare che l’evento sportivo non sembra aver prodotto criticità o effetti negativi significativi sulle componenti naturalistiche del Parco. Si tratta di un risultato molto confortante dovuto, in primo luogo, all’encomiabile impegno di lavoro e di disponibilità dei Servizi e funzionari dell’Ente, cui si sono aggiunti ricercatori, volontari e collaboratori del Parco. A tutti i miei più vivi ringraziamenti! Vorrei anche esprimere un particolare riconoscimento al Corpo di Sorveglianza di cui ho avuto modo di apprezzare di persona l’impegno e l’elevata professionalità. L’azione di controllo e presidio (protrattasi per 48 ore), coordinata dall’Ispettore Capo con l’appoggio di tutti i Capi Servizio e di 24 Guardaparco, è stata certamente un fattore cruciale per il raggiungimento degli obiettivi. In sintesi, un risultato finale esemplare, frutto di un lavoro congiunto e coordinato delle strutture del nostro Ente".

Video
Cronaca
CIRIE' - Laboratorio clandestino realizzava vestiti sfruttando i dipendenti: titolare cinese arrestato dai carabinieri - FOTO E VIDEO
CIRIE
I carabinieri di Ciriè, in collaborazione con i colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro, nell'ambito dei controlli nel settore dello sfruttamento del lavorato in nero e della contraffazione, hanno scoperto un laboratorio clandestino
CASELLE - Giornata Mondiale per il Cuore: visite gratis in piazza
CASELLE - Giornata Mondiale per il Cuore: visite gratis in piazza
Medici e infermieri della cardiologia di Ciriè a disposizione dei cittadini per informare sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari
SAN GIORGIO - In mostra il modellino della Canavesana - FOTO
SAN GIORGIO - In mostra il modellino della Canavesana - FOTO
Nel padiglione del modellismo la ricostruzione della mitica tratta Rivarolo-Ozegna-Castellamonte ad opera di Roberto Gallo Pecca
RIVAROLO - Una nuova ambulanza dedicata al dottor Provenzano
RIVAROLO - Una nuova ambulanza dedicata al dottor Provenzano
L'ex direttore sanitario della Cri è stato ricordato dal presidente della croce rossa, dal sindaco Alberto Rostagno e dai famigliari
CANAVESE - Sicurezza in montagna: squadre forestali regionali al lavoro sui sentieri in Valchiusella e Dora Baltea Canavesana
CANAVESE - Sicurezza in montagna: squadre forestali regionali al lavoro sui sentieri in Valchiusella e Dora Baltea Canavesana
Gli itinerari interessano i Comuni di Traversella, Brosso, Valchiusa, Quincinetto, Carema, Settimo Vittone e Andrate. In particolare su tutti si è provveduto allo sfalcio della vegetazione, taglio delle piante e sistemazioni del fondo
CANDIA - Record di spazzatura recuperata con Puliamo il Mondo
CANDIA - Record di spazzatura recuperata con Puliamo il Mondo
In particolare sul Lago di Candia la raccolta è stata effettuata sia sulla terraferma che sul lago da ben quattro squadre di volontari
BORGARO - Cristina Chiabotto sposa: le nozze a Venaria Reale - FOTO
BORGARO - Cristina Chiabotto sposa: le nozze a Venaria Reale - FOTO
Nella chiesa di Sant'Uberto, l'ex Miss Italia Cristina Chiabotto, è convolata a nozze con l'imprenditore Marco Roscio di Front Canavese
SAN GIORGIO - Il castello invaso dai LEGO: c'è anche la basilica di Superga - FOTO
SAN GIORGIO - Il castello invaso dai LEGO: c
Storia di una manifestazione pensata per i più piccoli che, invece, è diventata un appuntamento fisso per i grandi. E' il Brick Expo l'annuale appuntamento con i mitici mattoncini della Lego
RIVAROLO - Scontro tra moto e bicicletta sulla provinciale - FOTO
RIVAROLO - Scontro tra moto e bicicletta sulla provinciale - FOTO
Lo schianto è avvenuto subito dopo il ponte sul torrente Orco, in prossimità dell'incrocio con Ciconio e della frazione Gave
CALUSO - Giornata della prevenzione: esami in piazza per tutti
CALUSO - Giornata della prevenzione: esami in piazza per tutti
Presente l'autoemoteca Avis per donazioni di sangue. Tutti gli esami e le visite mediche saranno erogate a titolo gratuito
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore