GIUDIZIARIA - Assolti i giornalisti Mauro Giubellini e Santo Zaccaria

| La Corte d'Appello ribalta la sentenza e condanna il Comune di Prascorsano

+ Miei preferiti
GIUDIZIARIA - Assolti i giornalisti Mauro Giubellini e Santo Zaccaria
Assolti perchè non hanno diffamato nessuno. Tantomeno il Comune di Prascorsano. La sentenza della Corte d'Appello di Torino, in questo periodo particolarmente delicato per i giornali e i giornalisti, suona come un inno alla libertà di stampa e al diritto di cronaca. I colleghi Mauro Giubellini e Santo Zaccaria (difesi dall'avvocato Danilo Pastore) sono stati assolti dall'accusa di aver diffamato e danneggiato, sull'allora settimanale «Il Canavese - Sole delle alpi», il Comune di Prascorsano. In primo grado i due giornalisti (direttore e collaboratore) erano stati pesantemente condannati dal tribunale d'Ivrea al pagamento di oltre 50 mila euro in solido all'amministrazione prascorsanese (tutte a carico dei giornalisti perchè, nel frattempo, il giornale ha cambiato editore).
 
Al vaglio del tribunale tre articoli scritti tra gennaio e febbraio del 2011. Oggetto: l'acquisto di un fuoristrada (nella foto) da parte del Comune da destinare alla protezione civile del paese. Smontando pezzo per pezzo la condanna inflitta ai giornalisti dal giudice eporediese Carlo Maria Garbellotto, i giudici della Corte d'Appello hanno ribaltato la sentenza, tanto che toccherà al Comune di Prascorsano pagare anche le spese legali per un totale di oltre 16 mila euro.
 
«L'esame dei tre articoli sui quali si basa la domanda non rivela in alcun modo gli estremi di un fatto illecito e segnatamente del reato di diffamazione» scrive il presidente della corte, Giorgio Riccomagno, che, analizzando ogni singolo articolo constestato dall'allora amministrazione di Prascorsano, addirittura si sorprende della lettura che ne ha dato, in primo grado, il giudice d'Ivrea. Ponendo, oltretutto, dei dubbi anche sulle decisioni del Comune in merito all'acquisto del mezzo per la protezione civile: «Ipotizzare l'irregolarità fiscale dell'operazione (come è stato fatto negli articoli ndr) non è per nulla peregrino - scrive il giudice - essendo pacifico che chi emetteva fattura non era il reale proprietario del mezzo ma che il tutto serviva soltanto a far quadrare l'operazione dal punto di vista formale».
 
«Sull'indicazione del valore di un mezzo usato - sottolinea la Corte d'Appello - vige la più vasta libertà di opinione, non esistendo alcuna quotazione ufficiale. Un'opinione diverse non è, per definizione, un'affermazione menzognera». Frase che è stata più volte ripetuta nella sentenza, a conferma che i giudici hanno visto nell'operato dei giornalisti un normale esercizio del diritto di cronaca.
Cronaca
CERESOLE REALE - La neve non arretra, slitta la riapertura della strada per il Nivolet - FOTO
CERESOLE REALE - La neve non arretra, slitta la riapertura della strada per il Nivolet - FOTO
Inizieranno nei prossimi giorni le operazioni della Città metropolitana di Torino per lo sgombero neve sulla provinciale che da Ceresole Reale porta direttamente al Colle del Nivolet, nel cuore del Parco nazionale del Gran Paradiso
LEINI-LOMBARDORE - 460 chiusa: i lavori sono ancora fermi...
LEINI-LOMBARDORE - 460 chiusa: i lavori sono ancora fermi...
La Città metropolitana ha fatto sapere oggi che i lavori, avviati a fine aprile, si sono bloccati e sono ancora fermi
CHIVASSO - Provoca un incidente e scappa, poi si costituisce ai vigili
CHIVASSO - Provoca un incidente e scappa, poi si costituisce ai vigili
E' stato denunciato per omissione di soccorso il 28enne che oggi, verso le 13, ha provocato un incidente all'uscita della A4
OMICIDIO ROSBOCH - Chiesti sedici anni di carcere per Caterina Abbattista - VIDEO
OMICIDIO ROSBOCH - Chiesti sedici anni di carcere per Caterina Abbattista - VIDEO
Il figlio 24enne è già stato condannato col rito abbreviato a trent'anni di carcere. Il complice Roberto Obert, sempre col rito abbreviato, a diciannove anni di reclusione. La prossima settimana parleranno le difese
LOMBARDORE - Auto nella scarpata, caos sulla provinciale 267
LOMBARDORE - Auto nella scarpata, caos sulla provinciale 267
Secondo la ricostruzione, il conducente della Mg cabrio è finito nel canale per evitare l'impatto con un'altra vettura
BUSANO - Incidente nella zona industriale: una donna contusa
BUSANO - Incidente nella zona industriale: una donna contusa
Nell'incidente, per fortuna, non sono rimasti coinvolti altri veicoli
MAPPANO - Il Mercatone Uno passa a Shernon Holding e Cosmo
MAPPANO - Il Mercatone Uno passa a Shernon Holding e Cosmo
L'esito della procedura consentirà la continuità aziendale e la salvaguardia di 2000 posti di lavoro in tutta Italia
CASTELLAMONTE - Incidente mortale, la vittima era un operaio di 48 anni - FOTO e VIDEO
CASTELLAMONTE - Incidente mortale, la vittima era un operaio di 48 anni - FOTO e VIDEO
Era un operaio di 48 anni residente a Castellamonte, originario della Costa d'Avorio, l'uomo che questa sera ha perso la vita in un tragico incidente tra Ozegna e Castellamonte. Si è scontrato con un tir condotto da un camionista di Rivalta
CASTELLAMONTE-OZEGNA - Incidente mortale sulla provinciale: auto contro tir - FOTO E VIDEO
CASTELLAMONTE-OZEGNA - Incidente mortale sulla provinciale: auto contro tir - FOTO E VIDEO
Ancora una tragedia sulle strade del Canavese. Un uomo è morto nello scontro frontale tra una Skoda Fabia e un tir. La dinamica è al vaglio dei carabinieri del nucleo radiomobile di Ivrea. Inutili tutti i soccorsi
FORNO CANAVESE - Due incidenti nello stesso punto: due ragazzi di Pont elitrasportati in ospedale
FORNO CANAVESE - Due incidenti nello stesso punto: due ragazzi di Pont elitrasportati in ospedale
Due incidenti in poche ore nello stesso punto della provinciale Rivara-Forno. Il più recente oggi pomeriggio nel rettilineo della frazione Crosi di Forno. Una Fiat Bravo, con a bordo due giovani, si è schiantata contro un palo di cemento
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore