INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: l'avviso del Comune ai residenti della zona

| Il consiglio dell'amministrazione comunale a tutti gli abitanti di Scarmagno e zone limitrofe. LEGGI LA RELAZIONE DELL'ARPA SULLA QUALITA' DELL'ARIA RILEVATA DOPO L'INCENDIO

+ Miei preferiti
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona
L'avviso è solo precauzionale ma, considerato l'incendio che ha distrutto la Darkem di Scarmagno, suona comunque «sinistro». Il Comune di Scarmagno ha emesso un avviso alla popolazione firmato dal sindaco Pierluigi Bot Sartor chiedendo ai cittadini di non mangiare frutta e verdura coltivate nei campi del zona. «Considerato che sono stati riscontrati fenomeni di essiccamento erba, bruciature ed essiccamento foglie su alberi, frutta e ortaggi - scrive il primo cittadino nell'avviso alla popolazione - è stato richiesto l'intervento urgente all'Arpa e all'Asl To4 di Ivrea per approfondimenti specifici atti a chiarire i fenomeni esposti».
 
Da qui il suggerimento di limitare l'uso alimentare delle coltivazioni. «Il Comune consiglia e informa i residenti di Scarmagno di non consumare frutta e ortaggi per uso alimentare in attesa degli accertamenti specifici richiesti agli enti sovraordinati competenti in materia. Sul sito del Comune sono pubblicati tutti i provvedimenti emessi dall'amministrazione per la gestione dell'evento accidentale del 30 maggio».
 
Qui sotto (dopo il video) potete leggere la relazione che l'Arpa ha fornito all'amministrazione comunale dopo l'incendio che ha distrutto il capannone dell'azienda. Nel dettaglio sono riportate anche le emissioni sprigionate in atmosfera a seguito del rogo.
Video
Galleria fotografica
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 1
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 2
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 3
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 4
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 5
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 6
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 7
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 8
INCENDIO DI SCARMAGNO - «Non mangiate frutta e verdura»: lavviso del Comune ai residenti della zona - immagine 9
Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL'INCIDENTE
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL
Svolta nell'inchiesta sulla tragedia di Coassolo. La procura di Ivrea, come atto dovuto, ha iscritto nel registro degli indagati diverse persone coinvolte nello schianto che è costato la vita a un bimbo di sei anni
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un'inchiesta
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un
Lo ha trovato un uomo che stava tornando dal lavoro. E' stato lui a chiamare immediatamente il 112. Il bimbo, probabilmente appena partorito, è stato lasciato sul ciglio della strada. E' morto al Regina Margherita poco dopo
CUORGNE' - Un aiuto a Cittareale, paese colpito dal terremoto
CUORGNE
Un concerto fortemente voluto dalla Società Filarmonica di Salassa e dai gruppi di protezione civile del territorio
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
Fidas di Rivara in festa, la scorsa settimana, per premiare i soci che hanno donato il sangue
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
Resta per il momento a carico di ignoti il fascicolo per omicidio colposo aperto dalla procura di Ivrea sull'incidente al rally "Città di Torino" che, sabato a Coassolo, è costato la vita a un bambino di sei anni. Novità da un video
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
Destinato ai «caregiver» di persone con problemi cognitivi, istituito in forma sperimentale nell'ambito del Distretto
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
Gli alunni della sezione Design Ceramica del liceo Faccio si distinguono al concorso nazionale di scultura Nanni Valentini
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
Questa mattina fino alle 12 i dipendenti esasperati dalla situazione hanno bloccato 70 camion in uscita con i prodotti destinati alle filiali piemontesi. Mercoledì a Torino incontro urgente per trovare una rapida soluzione
CUORGNE' - In 2000 a Villa Filanda per il May Day 2017
CUORGNE
Quest'anno la lineup musicale ha proposto: John Holland Experience, Duo Bucolico, Piotta e Flaminio Maphia
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
La donna ha tentato di togliersi la vita soffocandosi con un sacchetto di plastica in testa. Dopo il rocambolesco intervento dei militari dell'Arma la donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore