INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «L'azienda è troppo vicina alle case»

| Allarme alla Teknoservice: lo lancia il comitato dei cittadini di via Piccoli e via del Ghiaro a Castellamonte. Un allarme generato proprio dall'incendio che si è verificato la scorsa settimana a Piossasco, nel cortile dell'azienda

+ Miei preferiti
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case»
Allarme alla Teknoservice: lo lancia il comitato dei cittadini di via Piccoli e via del Ghiaro a Castellamonte, ovvero le zone immediatamente a ridosso del sito dell'azienda di Piossasco in Canavese (erede, dall'ex consorzio Asa, della raccolta rifiuti sul territorio altocanavesano). Un allarme generato proprio dall'incendio che si è verificato la scorsa settimana a Piossasco, nel cortile di uno dei capannoni dell'azienda. «Purtroppo la possibilità di un evento simile a Castellamonte non può a priori escludersi e non può pertanto che essere un’aggravante alla chiara e oggettiva problematica dell’infelice posizione del sito ex Asa, problematica formalmente condivisa dalla Città Metropolitana ma che continua a essere invece disconosciuta dall'amministrazione comunale di Castellamonte - dicono dal comitato spontaneo - dalla conferenza dei servizi del novembre 2015 infatti, è emersa una posizione della Città Metropolitana sicuramente più vicina a quella del Comitato».

Secondo la Città metropolitana, infatti, «La più grossa criticità evidenziata dall’analisi del progetto, condivisa anche dai colleghi che si occupano di pianificazione rifiuti, è la previsione di far transitare rifiuti urbani dal deposito di via del Ghiaro, per cui è prevista una capacità massima di deposito pari a 100 tonnellate, prima di essere trasferiti con mezzi più grandi in discarica; è ancora vivo il ricordo delle problematiche emerse nel corso della precedente gestione del sito, dal punto di vista degli odori ad esempio, che avevano creato disturbo e allarme nella popolazione residente nelle vicinanze».

Nella conferenza dei servizi è emerso inoltre chiaramente che, in merito alle palesi e oggettive criticità del posizionamento del sito, «Ato ha comunque comunicato di non avere competenza specifica su questo tipo di attività e ha rimandato al Consorzio di Bacino l’espressione di un parere in merito; per il Consorzio è titolato ad esprimersi il sindaco di Castellamonte». «Risulta pertanto incomprensibile la posizione dell’amministrazione castellamontese che permane improntata alla totale indolenza a una serie di problematiche che risultano invece ben chiare a enti e amministrazioni superiori - dicono i cittadini - la gestione dei rifiuti urbani non erano mai state precedentemente svolte in tale area
industriale e la superficie del sito è stata, rispetto alla precedente industria operante nell’area (la ditta Comer), di fatto raddoppiata, situazione per la quale si ritiene che qualcuno avrà dato delle autorizzazioni ben sapendo della vicinanza del concentrico cittadino».

Il comitato rinnoverà appena possibile, entro i tempi previsti, specifiche osservazioni alla variante del piano regolatore recentemente riproposta dall’Amministrazione comunale coinvolgendo immediatamente e al contempo anche l’Assessorato regionale competente e rinnovando l’invito ad organizzare un tavolo pubblico di confronto «come più volte richiesto anche al sindaco Mascheroni che però sull’argomento, nonostante a sua detta il suo ufficio sia sempre aperto ai cittadini, non ci sente e non ci vuole sentire difendendo una posizione ormai chiaramente discutibile sulla questione della posizione dell’area ex ASA e delle attività in essa svolte».

Galleria fotografica
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 1
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 2
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 3
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 4
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 5
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 6
INCENDIO TEKNOSERVICE - A Castellamonte cresce la paura: «Lazienda è troppo vicina alle case» - immagine 7
Cronaca
CASTELLAMONTE - Una importante donazione per il centro sull'autismo
CASTELLAMONTE - Una importante donazione per il centro sull
Una generosa donazione dell'Associazione Ausilia Onlus permetterà all'Asl To4 di realizzare una stanza multisensoriale
CASTELLAMONTE - Piantagione di cannabis a Spineto: un 35enne arrestato dai carabinieri
CASTELLAMONTE - Piantagione di cannabis a Spineto: un 35enne arrestato dai carabinieri
L'uomo è stato dichiarato in arresto per detenzione di droga su disposizione della procura di Torino. Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia a piede libero alla procura di Ivrea per produzione di sostanze stupefacenti
IVREA - Al campionato italiano ed europeo dei mestieri c'è il Ciac
IVREA - Al campionato italiano ed europeo dei mestieri c
Ultimi preparativi per il team WorldSkills Piemonte che da domani inizia le competizioni dei nazionali WorldSkills Italy
PONT - Le opere di Carmine Antonio Carvelli alla Torre Ferranda
PONT - Le opere di Carmine Antonio Carvelli alla Torre Ferranda
Carvelli si è diplomato l'anno scorso al liceo artistico Felice Faccio di Castellamonte. Ora frequenta il secondo anno presso l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino
CANAVESANA - Ancora raffica di guasti, ritardi e disagi sulla ferrovia
CANAVESANA - Ancora raffica di guasti, ritardi e disagi sulla ferrovia
Si moltiplicano (purtroppo) le segnalazioni di disservizi sulla Sfm1 di Gtt, la Ferrovia Canavesana. Pendolari già furibondi
CANAVESE - Gattuso indagato chiede di essere interrogato dalla procura di Ivrea
CANAVESE - Gattuso indagato chiede di essere interrogato dalla procura di Ivrea
L'attività di indagine trae origine da irregolarità attuate, tra il 2010 e il 2013, in favore di Pasquale Motta dagli amministratori pro-tempore del comune di Favria in riferimento alla gestione della casa di riposo di proprietà comunale
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
Dopo i due incidenti sulla provinciale 53, questa sera intorno alle 18 si è verificato un tamponamento a catena anche sulla favriasca
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
La donna al volante è stata estratta dalle lamiere grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco di Ivrea. Dinamica da accertare
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
Il sindaco si appella alle famiglie: «Altrimenti saremo costretti a sanzioni amministrative, denunce e richieste di risarcimento»
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
Incidente stradale, oggi pomeriggio, lungo la provinciale 53. Al confine tra San Giorgio e San Giusto, quasi di fronte all'ex Pininfarina, un uomo ha «parcheggiato» la propria vettura direttamente sulla rotonda...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore