IVREA - Bollette con il trucco: ora si può chiedere il rimborso

| Per anni la Smat ha fatto pagare anche alle utenze non collegate al depuratore, i costi di depurazione... Pazzesco

+ Miei preferiti
IVREA - Bollette con il trucco: ora si può chiedere il rimborso
Per diversi anni la SMAT (e prima ancora la SCA – Società Canavesana Acque) ha applicato alle bollette dell'acqua dei cittadini eporediesi una tariffa legata alla depurazione, anche per le utenze non collegate ad alcun depuratore.
 
E' evidente che questi importi NON DOVEVANO ESSERE RICHIESTI, NE' PAGATI, come d'altronde è stato sancito dalla sentenza 335/2008 della Corte Costituzionale. Purtroppo, il rimborso non è automatico, ma l'utente deve farne richiesta a SMAT. Di questa possibilità, finora, non è stata data molta pubblicità, anzi. E, oltretutto, i termini stanno per scadere, visto che il termine ultimo per la richiesta di rimborso è il 1° ottobre 2014.
 
Al fine di facilitare i cittadini nell'espletamento della pratica di richiesta, la lista civica ViviamoIvrea ha predisposto una serie di indicazioni pratiche, che sono disponibili sul sito www.viviamoivrea.it e che verranno distribuite ai cittadini direttamente nelle buche delle lettere e attraverso volantinaggi. «Non appena possibile - fanno sapere da ViviamoIvrea - attiveremo anche degli “sportelli”, nelle diverse zone della città, per fornire una consulenza diretta a chi ha problemi nell'affrontare la pratica. Il calendario di questi appuntamenti sarà pubblicato sul sito internet e sulla pagina Facebook della lista».
 
«Crediamo che questa sia un'iniziativa importante verso i cittadini – afferma Francesco Comotto, Consigliere comunale di ViviamoIvrea – perchè si tratta di cifre significative, anche se non esorbitanti. Per una normale utenza domestica, si parla mediamente di 200-300 euro, che sicuramente fanno comodo alle famiglie, soprattutto considerando il fatto che sono stati versati anche se non erano dovuti. Proprio per rendere più significativa e concreta questa campagna, abbiamo dato vita a un gruppo di lavoro, al nostro interno, che si è occupato di studiare e valutare la situazione e considerare le azioni più efficaci da mettere in campo. Un lavoro di equipe che vuole essere sia di “consulenza” per consentire agli Eporediesi di recuperare i loro soldi, che un invito alla trasparenza: ci sembra inspiegabile che finora questa possibilità sia rimasta quasi sconosciuta a molti utenti».
 
CHI HA DIRITTO ALLA RESTITUZIONE?
 
Tutti gli utenti SMAT (o SCA Società Canavesana Acque fino al 2005) attivi o cessati, la cui utenza si trova in zone non servite da un impianto di depurazione attivo, ai quali è stata applicata nel periodo 16.10.2003  ‐ 15.10.2008 (ossia nei 5 anni antecedenti alla data della sentenza) la quota di tariffa di depurazione. Non spetta alcune rimborso a coloro che non sono allacciati alla pubblica fognatura e scaricano in modo autonomo mediante pozzo perdente, subirrigazione, ecc.
 
COME VERIFICARE SE SI HA DIRTTO ALLA RESTITUZIONE?
 
Utilizzando una di queste procedure:
 
1) verifica sull’attuale bolletta dell’acqua se, nel “Prospetto importi” è presente la voce “Servizio di depurazione”.  Se tale voce non è presente puoi chiedere il rimborso  perché SMAT l’ha stralciata
dopo la sentenza 335/2008, ma rimangono da restituire, previa istanza del titolare del contratto, i cinque anni in cui il canone di depurazione è stato pagato indebitamente.
 
2) Collegandosi al sito della SMAT (www.smatorino.it) alla voce “sportello on line” e registrandosi utilizzando il “codice servizi internet” riportato sulla bolletta in alto a sinistra. Nella sezione “Tariffe Depurazione”  è contenuta una tabella riportante l’importo del canone di depurazione del periodo per il quale si ha diritto al rimborso.
 
3) Contattando la SMAT al numero verde 800 010842 attivo dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 17.30.
 
COSA FARE PER RICHIEDERE LA RESTITUZIONE?
 
Compilare ed inviare  entro il 1° ottobre 2014 il modulo  per la richiesta di rimborso qui allegato, scaricabile anche dal sito di Viviamo Ivrea (www.viviamoivrea.it) e inviarlo via posta a:  
 
SMAT ‐ Società Metropolitana Acque Torino S.p.A. ‐ Corso XI Febbraio, 14 ‐ 10152 TORINO
 
E’ possibile inviare l’istanza per posta ordinaria, ma per avere certezza dell’avvenuta ricezione e della data si suggerisce un inoltro tramite raccomandata con avviso di ricevimento.
 

Cronaca
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
AUTOSTRADA A4 - A fuoco camion di pile: bravi i pompieri - FOTO
AUTOSTRADA A4 - A fuoco camion di pile: bravi i pompieri - FOTO
Delicato quanto provvidenziale intervento, ieri pomeriggio, sulla bretella autostradale della A4 tra Chivasso e Verolengo
BAIRO-CASTELLAMONTE - Ennesimo incidente sulla pedemontana: cinque feriti al «solito» incrocio - FOTO
BAIRO-CASTELLAMONTE - Ennesimo incidente sulla pedemontana: cinque feriti al «solito» incrocio - FOTO
Si sono scontrate un'Audi station wagon e una Fiat Panda. Tutte le persone a bordo delle vetture sono state medicate sul posto dal personale del 118 e trasportate, per precauzione, al pronto soccorso dell'ospedale di Ivrea
INGRIA - Il piccolo Comune del Canavese ospita «La gara di rutti» dopo le polemiche a Torino
INGRIA - Il piccolo Comune del Canavese ospita «La gara di rutti» dopo le polemiche a Torino
«Non ci sono limiti di età, ci si può preparare anche con bevande gassate e mangiando le squisitezze del posto. La giuria popolare decreterà il vincitore in base al rutto più teatrale, rumoroso e stupefacente»
OMICIDIO ROSBOCH - Domani la sentenza: Gabriele Defilippi rischia l'ergastolo. Ecco cosa può succedere
OMICIDIO ROSBOCH - Domani la sentenza: Gabriele Defilippi rischia l
Il giorno della verità è ormai arrivato. Domani mattina si conclude il processo di primo grado per l'omicidio della professoressa di Castellamonte. Alla sbarra Gabriele Defilippi e il complice Roberto Obert
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore