IVREA - Carcere «a ferro e fuoco»: detenuto incendia una cella, un altro tenta di impiccarsi

| L'Osapp, il sindacato autonomo della polizia penitenziaria, denuncia un weekend da dimenticare per il carcere di Ivrea. Aggredito anche un agente. Il pronto intervento del personale ha salvato due detenuti

+ Miei preferiti
IVREA - Carcere «a ferro e fuoco»: detenuto incendia una cella, un altro tenta di impiccarsi
In data 20 maggio 2017 alle ore 19,30 circa un detenuto di nazionalità marocchina di 20 anni, appellante per ricettazione ed altro, ha appiccato il fuoco al materasso della camera detentiva usando il fornellino in dotazione. La seconda sezione semiprotetta è stata invasa dal fumo e l’Agente di servizio, da solo, ha salvato il detenuto che si era rinchiuso nel bagno dove si trovava semi-svenuto.
 
In data 21 Maggio 2017, alle ore 11,00 circa un detenuto italiano, classe 1969, giudicabile per rapina ed altro, ha sferrato un violento pugno all’Agente di servizio alla sezione primo piano per motivi non noti ed in aiuto dell’Agente, sono occorsi gli altri detenuti. Sempre nella stessa giornata, alle 13,15 circa, un detenuto extracomunitario ha tentato di suicidarsi con un cappio rudimentale ricavato da un lenzuolo legato alla grata della finestra della camera di pernottamento. Prontamente interveniva l’esiguo personale di servizio traendo in salvo il detenuto, riuscendo a slegare il lenzuolo dopo averlo sollevato di peso.
 
A denunciare l’episodio è l’O.S.A.P.P. - (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci: “Sempre più evidente è l’incapacità degli enti dell’amministrazione penitenziaria, a partire dai vertici romani, di provvedere ad una gestione oculata, trasparente ed economicamente  produttiva delle carceri italiane in cui soprattutto le normali attività non si svolgano se non al quotidiano prezzo del danno all’incolumità personale degli Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio negli Istituti di pena. Se, esistesse infatti, in Italia una politica degna di tale nome dovrebbe domandarsi come mai, diminuita negli ultimi tre anni del 25% la popolazione detenuta grazie a tre leggi “svuota carceri”, si siano duplicati reati, danneggiamenti risse ed aggressioni e siano tutt’altro che diminuiti i suicidi tra i reclusi, tra l’altro, con un aggravio di spese ed un incremento dei rischi a carico della collettività che solo gli “sciocchi” possono oramai fingere di ignorare".
 
“Per l’istituto di Ivrea – conclude Beneduci – è innegabile l’esigenza di verificare, da subito, la gravissima situazione riferita all’organico di Polizia Penitenziaria, pena la certezza di ulteriori e più gravi danni oltre che per i poliziotti penitenziari per tutti i cittadini italiani. L’avvicendamento degli attuali vertici sarebbe il primo passo per iniziare un serio cammino di riforme nell’amministrazione penitenziaria”.
Cronaca
BORGIALLO - Carabinieri al night in borghese vengono scambiati per clienti: multa confermata dal Tar
BORGIALLO - Carabinieri al night in borghese vengono scambiati per clienti: multa confermata dal Tar
Il Tar ha respinto il ricorso del circolo privato «Kiss One Club» di Priacco contro il Comune di Borgiallo che aveva multato i titolari e ordinato la sospensione delle attivitą non autorizzate dopo un controllo dei carabinieri di Cuorgnč
VILLANOVA CANAVESE - Spari contro la serranda di una carrozzeria
VILLANOVA CANAVESE - Spari contro la serranda di una carrozzeria
Gli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Venaria sono al momento in corso
IVREA - La polizia sventa un sequestro di persona: un uomo arrestato
IVREA - La polizia sventa un sequestro di persona: un uomo arrestato
La polizia ha tratto in arresto Arben Bardhoku per minacce, porto abusivo di arma comune da sparo e ricettazione
CANAVESE - Blitz della Finanza nei negozi dei cinesi a Rivarolo, Cuorgnč, Montalto e Burolo
CANAVESE - Blitz della Finanza nei negozi dei cinesi a Rivarolo, Cuorgnč, Montalto e Burolo
Erano pronti per la vendita in vista delle festivitą natalizie gli oltre 20.000 articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza in Canavese perché non conformi e potenzialmente pericolosi per la salute
BORGARO - Incendio alla Reinol: «Nessun pericolo per la salute»
BORGARO - Incendio alla Reinol: «Nessun pericolo per la salute»
«Le particolari condizioni atmosferiche hanno consentito una notevole dispersione e diluizione del pennacchio dei fumi»
IVREA - Confindustria, per Natale, porta a Messa gli imprenditori
IVREA - Confindustria, per Natale, porta a Messa gli imprenditori
Confindustria, in occasione delle prossime festivitą natalizie, ha deciso di organizzare una Santa Messa il 20 dicembre
CUORGNE' - La Pro loco apre il nuovo ufficio turistico in cittą
CUORGNE
Ad inizio del nuovo anno č prevista l'apertura di un nuovo ufficio turistico nei locali di via Garibaldi 13, in pieno centro
VALPERGA - Licenziata dalle suore, vince la causa in tribunale ma ancora non č stata riassunta...
VALPERGA - Licenziata dalle suore, vince la causa in tribunale ma ancora non č stata riassunta...
Si lacera i tendini della spalla per salvare un paziente della casa di riposo da una brutta caduta. Quando l'Inail le certifica l'infortunio sul lavoro, perņ, l'istituto religioso che gestisce la residenza per anziani, l'ha gią cacciata...
RIVAROLO - Per l'Aldo Moro un riconoscimento ufficiale da Cambridge
RIVAROLO - Per l
La scuola rivarolese ottiene la targa di Centro di Preparazione per le certificazioni linguistiche Cambridge Assessment English
STRAMBINO - Carabinieri a scuola: una «lezione» contro il bullismo
STRAMBINO - Carabinieri a scuola: una «lezione» contro il bullismo
L'incontro, rivolto ai genitori della media, ha visto la partecipazione dei militari dell'Arma e della psicologa Lepore
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore