IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro l'Asl To4 sulla questione sicurezza

| Solo qualche giorno fa un'altra aggressione è stata registrata nel Presidio Ospedaliero di Chivasso. Allarme tra i dipendenti

+ Miei preferiti
IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro lAsl To4 sulla questione sicurezza
Dichiarano Massimo Esposito (FP CGIL), Ermes Zerbinatti (FP CISL) e Serse Negro (UIL FPL): «E' di appena cinque giorni fa la notizia dell'aggressione subita da una lavoratrice presso il DEA di Chivasso che già siamo a commentare un altro fatto grave avvenuto nel turno di notte tra il 22 e il 23 marzo, presso l'Ospedale di Ivrea. Un uomo, infatti, si è introdotto indisturbato all'interno del Presidio e ha letteralmente maramaldeggiato in alcune parti dello stesso, e nello specifico nel reparto di Ortopedia dove è stato trovato da un operatore in turno, completamente nudo dentro la stanza di una degente. Da qui ne è scaturita una colluttazione con l'Operatore Socio Sanitario che impavidamente lo ha affrontato, con la conseguenza, per quest'ultimo, della rottura di una spalla. Solo qualche giorno fa, una simile aggressione è stata registrata nel Presidio Ospedaliero di Chivasso da un altra dipendente.
 
Le scriventi Organizzazioni Sindacali, da tempo hanno sollevato il problema legato alla sicurezza degli operatori e in alcuni casi (come questo) anche degli utenti, all'interno dei Presidi Ospedalieri dell'Azienda Sanitaria Locale Torino 4, non essendoci a tutt'oggi alcun deterrente ad atti di vandalismi notturni, come al solo titolo esemplificativo la presenza notturna di una Guardia Giurata e le porte di accesso ai reparti chiuse con citofono. Non è più tollerabile che la Direzione Generale non prenda i dovuti provvedimenti per tutelare coloro che svolgono il proprio operato in questi ambienti.
 
Non possiamo continuare a denunciare le continue presenze nei corridoi, nelle ore notturne e non solo, di persone che bivaccano nella migliore delle ipotesi e che quando qualcuno interviene per ripristinare il decoro che un Ospedale avrebbe il degno bisogno, il più delle volte viene aggredito. Non si tratta più solo di posizionare telecamere qua e là per individuare i colpevoli; serve una vera opera di prevenzione per consentire ai pazienti di essere curati, agli operatori di svolgere il proprio compito, in sicurezza  ma non solo; farmaci, strumentazioni costose e beni della collettività non devono più essere incustoditi».
Dove è successo
Cronaca
RIVAROLO - 1520 chili di frutta e verdura per le famiglie in difficoltà
RIVAROLO - 1520 chili di frutta e verdura per le famiglie in difficoltà
I numeri del progetto «Pomodono», ideato dai giovani del Rotaract Cuorgnè e Canavese con la collaborazione degli ambulanti
CANAVESE - I computer vanno in tilt, centri dell'Asl To4 bloccati
CANAVESE - I computer vanno in tilt, centri dell
I lavori di un cantiere hanno causato un guasto alla fibra ottica che ha impedito il funzionamento dei sistemi informatici Asl
LEINI - Finisce fuori strada e muore: salvo il nipote in auto con lui
LEINI - Finisce fuori strada e muore: salvo il nipote in auto con lui
L'uomo era al volante della propria Fiat Punto quando, in via Volpiano, è improvvisamente uscito di strada. Inutili tutti i soccorsi
CASTELLAMONTE - Addio a Mauro Zucca Pol, Muriaglio in lutto
CASTELLAMONTE - Addio a Mauro Zucca Pol, Muriaglio in lutto
Presidente della locale Società di Mutuo Soccorso, molto attivo nel volontariato locale, promotore di tante iniziative
OMICIDIO IN COLOMBIA - Imprenditore canavesano e la moglie uccisi a colpi di pistola
OMICIDIO IN COLOMBIA - Imprenditore canavesano e la moglie uccisi a colpi di pistola
Il killer non ha dato scampo: cinque colpi di pistola, di cui dui alla testa. Sono morti così Roberto Gaiottino, 44 anni, noto imprenditore edile di Barbania, e la moglie Claudia Patricia Zabala Dominguez, 36
AUTOSTRADA A5 - In prognosi riservata al Cto dopo l'incidente stradale sulla Torino-Aosta - FOTO
AUTOSTRADA A5 - In prognosi riservata al Cto dopo l
Un automobilista di 48 anni è stato ricoverato in gravi condizioni al Cto di Torino a seguito di un incidente stradale avvenuto questa mattina, intorno alle cinque, sull'autostrada A5 Torino-Aosta, nel territorio del Comune di Mercenasco
SAN BENIGNO - Un uomo investito mentre attraversa sulle strisce
SAN BENIGNO - Un uomo investito mentre attraversa sulle strisce
Sabato intorno alle 12 un uomo di 77 anni residente in provincia di Catanzaro è stato travolto in strada Dell'Alpina
CHIVASSO - Incendio alla carrozzina elettrica: quattro intossicati
CHIVASSO - Incendio alla carrozzina elettrica: quattro intossicati
L'incendio nella notte tra sabato e domenica all'interno di una palazzina. Accertamenti in corso sulle cause del rogo
FELETTO-LUSIGLIE' - Rave party: trovata viva la ragazza dispersa nei boschi - FOTO
FELETTO-LUSIGLIE
Hanno avuto esito positivo le ricerche della ragazza di 28anni residente in provincia di Macerata che risultava dispersa nel corso del rave party lungo l'Orco. E' stata ritrovata con l'ausilio dell'elicottero dei vigili del fuoco
DRAMMA AL RAVE PARTY - Una ragazza dispersa: ricerche in corso lungo il torrente Orco
DRAMMA AL RAVE PARTY - Una ragazza dispersa: ricerche in corso lungo il torrente Orco
Una ragazza di 28 anni risulta dispersa da questa mattina. Il suo telefono suona a vuoto e la famiglia, dalle Marche, ha chiesto aiuto a Vigili del Fuoco e carabinieri. Le ricerche sono al momento in corso lungo l'Orco
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore