IVREA - Comdata: i Cobas mantengono stato di agitazione

| La decisione dopo l'incontro tra azienda e rappresentanti sindacali sulla situazione dell'azienda eporediese

+ Miei preferiti
IVREA - Comdata: i Cobas mantengono stato di agitazione
Martedì scorso in Comdata si è svolto il pianificato incontro tra azienda e rappresentanti sindacali. All'ordine del giorno l'andamento e la situazione generale delle commesse del sito di Ivrea. "L'azienda ha affermato che tutte le commesse sono stabili in termini di volumi e di addetti - spiegano i Cobas - entrando più nel dettaglio ci ha comunicato che il contratto con Mediaset in scadenza è stato rinnovato, che risulta in crescita il reparto Vodafone mentre risultano stabili le commesse Wind ed Eni. L’unica flessione in negativo dovuta al periodo estivo ci è stata segnalata su alcune attività Telecom".
 
Il 187 è previsto in crescita come volumi e come addetti. Oltre ai lavoratori a tempo indeterminato, al momento sono impiegati 103 somministrati e ulteriori 280 sono stati o verranno formati e sono in attesa di essere impiegati in base ai volumi del committente. "Siamo stati informati in tale occasione che negli ultimi mesi sono stati formati dei lavoratori sulle sedi presenti in Romania per la commessa del 187. L'azienda ci comunica che tale scelta è stata presa non in un'ottica di spostamento dell'attività verso tali siti, ma soltanto per gestire l'overflow che di tanto in tanto si presenta e che non si riesce a smaltire con i lavoratori impiegati sulle soli sedi di Ivrea e Olbia". 
 
L'azienda ha annunciato l'ulteriore rinvio, per ora a data da destinarsi, dell'arrivo sulla nostra sede della commessa 119 di Tim. "Per l'ennesima volta abbiamo sollevato il tema dell'orario spezzato che da troppo tempo viene imposto ad alcuni lavoratori della commessa Wind - sottolineano i Cobas - l'azienda si è presa l'impegno di valutare metà settembre l'adozione di soluzioni atte ad alleggerire l'uso dello spezzato. Vedremo se a queste parole seguiranno finalmente azioni concrete".
 
"Come si può dedurre dalle dichiarazioni aziendali relativamente all'andamento delle commesse della nostra sede la situazione appare stabile in termini di commesse presenti e addetti alle stesse. Continuiamo a credere che molto si possa e si debba fare per far sì che le regole che contraddistinguono il nostro lavoro vengano rispettate e che tutti si vada verso la direzione giusta. Tutto ciò che da noi è stato segnalato in termini di qualità di vita all'interno dei vari reparti è stato colto in maniera sommaria e senza i riscontri che vorremmo e che i lavoratori chiedono da tempo. L’unico impegno che l’azienda si è presa è sul valutare la possibilità di alleggerire il carico dello spezzato sulla commessa Wind. 
 
Come Cobas continuiamo ad essere convinti che si debba lavorare molto per garantire non solo il livello occupazionale ma anche il livello qualitativo della vita lavorativa di chi svolge la propria attività in azienda e come abbiamo già evidenziato nei comunicati post sciopero del 13 luglio manterremo lo stato di agitazione fino a che non vedremo reali interventi per alleggerire il peso sui lavoratori del reparto Telecom, coinvolti da troppi mesi in situazioni di stress e di gestione sbagliata e ingiusta da parte dell'azienda". 
Cronaca
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
Il 24enne è stato fermato a Moncalieri dai carabinieri della Falchera, dopo una settimana di fuga. Interrogato dal procuratore d'Ivrea, Ferrando, alla fine ha confessato. Si era stancato dell'atteggiamento del padre dell'ex fidanzata
CIRIE' - Per sfuggire all'arresto investe con la bici un carabiniere
CIRIE
Un uomo di 39 anni è stato arrestato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
I candidati dovranno essere residentei nei Comuni sedi di cantiere o in subordine nei Comuni che fanno riferimento ai CPI di Cuorgnè e di Ivrea
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
I vigili del fuoco sono tornati questa mattina, sabato 19 gennaio, in quel Favria, per terminare l'intervento di messa in sicurezza di chiesa e campanile. Un intervento delicato vista la particolare posizione del cornicione pericolante
VOLPIANO-CUORGNE' - Concerti d'Inverno per le due filarmoniche
VOLPIANO-CUORGNE
La Società Filarmonica Volpianese e l'Accademia Filarmonica dei Concordi di Cuorgnè hanno organizzato due concerti d'Inverno
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
La neve naturale ancora si fa attendere ma nelle località sciistiche gli impianti sono comunque aperti per gli amanti dello sport
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore